Fumettilandia

Cinegatto

RECENSIONE: LO SGUARDO DI MEDUSA DI NATALIE HAYNES

Buongiorno readers,
come state? Oggi sono qui, insieme ad altre blogger, per parlarvi di un bellissimo libro che vede come protagonista Medusa.


Lo sguardo di Medusa
di Natalie Haynes


Genere:
Narrativa
Editore:  Sonzogno
Prezzo: € 19,90 (ebook € 11,99)
Pagine: 316
Uscita: 31 ottobre 2022

Nefeli sente di non appartenere a nessun posto e a nessun gruppo, a volte nemmeno a se stessa. È come se i colori nella sua vita stessero sbiadendo, assorbiti da uno di quegli acchiappacolore che sua madre usa in lavatrice. La sindrome di Asperger ha fatto guadagnare a Ionas il titolo di adolescente più strano della scuola. Forse non è in grado di allacciarsi le scarpe o sorridere, ma ha un’intelligenza impressionante. E soprattutto non mente mai. Poi c’è Adela, bella e indipendente. Per lei solitudine e discriminazione non sono novità, dal momento che per i suoi compagni è solo “l’albanese”. Essere outsider avvicina i tre amici, ma li rende anche un facile bersaglio per chi si sente minacciato dalla loro diversità.
RECENSIONE
 
"Sulla cima dell'Olimpo c'è una magica città, gli abitanti dell'Olimpo sono le divinità" ricordate questa splendida canzoncina degli anni '80? Bhè credo che sia assolutamente perfetta per introdurvi il libro di Natalie Haynes di cui vi andrò a parlare ora. 
 
La nostra protagonista principale ovviamente sarà proprio Medusa, ma non la Gorgone cattiva che tutti ricordate bensì grazie a questa rielaborazione della Haynes, potremmo conoscere questa figura mitologica dalla sua nascita fino ad arrivare alla sua morte e al conseguente uso della sua testa come arma.
 
Un libro intenso, dolce, emozionante ma anche dai risvolti cupi. Queste sono le sensazioni che ho provato durante la lettura del libro "Lo sguardo di Medusa". L'ho trovato infatti un romanzo di formazione, una storia di vita e sopravvivenza in cui evince che in realtà Medusa è stata solo una vittima innocente dei capricci divini.
 
Lo sguardo di Medusa nonostante a tratti sia stato un po' troppo lento e prolisso, è riuscito a intrigarmi e a incuriosirmi fino alla fine. Soprattutto sono rimasta affascinata dalla storia di Medusa e di Andromeda.
Natalie Haynes è infatti stata abile nel trascinare il lettore nel mondo della mitologia ma soprattutto ha descritto così esaustivamente questi luoghi, che mi sono ritrovata a fare un viaggio mentale pazzesco.
L'autrice è talmente descrittiva, che ad un certo punto, ho desiderato anche io oziare insieme a qualche Dio.
 
È la prima volta che mi imbatto in un libro sulla mitologia greca che non sia stato scritto da Omero e devo dire che sono rimasta completamente affascinata da questa stesura. Sicuramente le lotte di potero, gli intrighi e gli amori, sono i punti forti del romanzo ma credetemi se vi dico che l'ingrediente magico del racconto è proprio lei, Medusa, capace di trasmettere tante emozioni contrastanti.
 
Lo sguardo di Medusa è un libro che parla di lotta, rispetto e sopravvivenza ma anche di vita, morte e rinascita.
Perchè leggere Lo sguardo di Medusa? Perchè avrete modo di conoscere e scoprire un nuovo lato dei Dei e Semidei, ma soprattutto avrete la possibilità di conoscere realmente Medusa perché non sempre dietro ad un mostro, si nasconde una figura tenebrosa e cattiva. La domanda a questo punto sorge spontanea... si nasce cattivi o a causa di eventi o di una società che spesso argina il prossimo piuttosto che aiutarlo ci si diventa? A voi la risposta...


Nessun commento

Powered by Blogger.