Fumettilandia

Cinegatto

CINEGATTO: HOME SWEET HOME ALONE

Da domani è d'obbligo guardare tanti film di Natale! Come dare il via al dicembre più cinematograficamente-natalizio possibile? Con Home Sweet Home Alone!


Scheda Film



La mattina della partenza per una vacanza natalizia in Giappone, la famiglia di Max, bambino di 10 anni, dimentica qualcosa, anzi qualcuno: proprio lui!
Il bambino inizialmente prende l'occasione per stare solo a casa e fare tutto ciò che vuole. Purtroppo, però, non tutto fila liscio come dovrebbe. Nel suo quartiere c'è una coppia di "criminali improvvisati", che sta cercando di sgraffignare un cimelio di grande valore. Quando i due si accorgono che la casa dei Mercer è vuota, decidono di infiltrarsi al suo interno per derubarla, ma Max è pronto a difendere la sua abitazione dagli intrusi.
Mentre dall'altra parte del mondo sua madre cerca un modo per tornare a casa, il bambino ne combinerà di tutti colori, gettando i due ladri nel caos, pronto a difendere a ogni costo la sua casa dolce casa.

HOME SWEET HOME ALONE

Cari nostalgici degli anni '90, bentrovati. La premessa è ovvia: niente e nessuno potrà mai battere il nostro Kevin McCallister e le sue due avventure di Natale. Però, è pur vero, che bisogna accogliere con gioia anche i nuovi prodotti, purché siano fatti bene. Dan Mazer ci prova, mettendosi alla regia di un film staccato dai precedenti, ma che rende omaggio ai suoi predecessori. Lo fa raccontando una storia tutta nuova, con protagonista Max (Archie Yates, sempre bravissimo e adorabile), un bambino che si ritrova da solo a casa nel periodo di Natale. Questa volta non avrà a che fare con due ladri veri e propri, ma con Pam (Ellie Kemper) e Jeff McKenzie (Rob Delaney), marito e moglie con problemi economici e figli a carico. 





La disperazione è al centro della storia, la storia un po' meno rilassata forse proprio per questo motivo. Impossibile non immedesimarsi nei panni dei due ladri improvvisati, che rispecchiano una larga parte della società moderna, alle strette e con le spalle al muro a causa di problemi finanziari. Certo, la soluzione adatta non è quella adottata nel film da Pam e Jeff, ma giustificabile come escamotage comico nel cinema. 




Jeff e Pam, costretti a mettere in vendita la casa, scoprono che un bambolotto proveniente dalla collezione della madre di lui, vale migliaia di dollari. Proprio quel bambolotto, però, sparisce in seguito alla visita di Max e di sua madre, giunti a casa McKenzie durante un open day. Le trappole preparate da Max richiamano quelle di Mamma ho perso l'aereo, le musiche anche, e possiamo trovare un volto amico di casa McCallister (lo riconoscete dalla foto seguente?) in un gradito omaggio. Quindi mettetevi comodi e buona visione!









Nessun commento

Powered by Blogger.