Fumettilandia

Cinegatto

PAGINA 69 #36

Eccomi nuovamente qui readers,
è arrivato il momento della Rubrica di Pagina 69. Oggi sul Blog troverete Manuela Chiarotti e il suo romanzo, La stessa rabbia negli occhi


Pagina 69

Se sei un autore emergente e vorresti anche tu il tuo spazio nella Pagina 69 pui inviarmi il tuo materiale a gattolibraio@libero.it

Autore Emergente se ti sei appena sintonizzato sul mio blog, il giovedì è dedicato a te quindi scegli come vuoi avere un po' di visibilità (segnalazione o pagina 69) e invia un email a gattolibraio@libero.it con il libro 

Sia per la pagina 69 che per la segnalazione dovrai inviarmi il seguente materiale:
- Libro da segnalare
- Piccolo estratto a piacere del libro
- Biografia
- Foto autore/autrice o qualcosa che vi rappresenti

Avviso: Tutte le email sprovviste di questo materiale non saranno neanche prese in considerazione

Ricordo che la rubrica è stata ideata da Ornella di Peccati di Penna.
 
LA STESSA RABBIA NEGLI OCCHI
MANUELA CHIAROTTI

Genere:
Romance
Prezzo:
€ 9,90 (ebook € 2,99)
Editore: Self Publishing
Link Acquisto QUI

Quando Luna si imbatte per la prima volta in Alex, in piedi davanti ai binari della stazione, ha subito la sensazione che loro due condividano la stessa rabbia e lo stesso livore per la vita. Certo, lei non conosce nulla del passato del nuovo arrivato in città, ma è proprio la percezione che ha di lui a spingerla ad accettare, man mano, la sua vicinanza. Fino a quel momento, il mondo di Luna è stato Raffaele, il suo migliore e unico amico, con cui condivide le sofferenze di una famiglia allo sbando e una vita scolastica infernale. Se Raf ha un padre inesistente e dei bulli che lo tiranneggiano per la sua omosessualità, Luna si sente bloccata in un dolore che non sa superare. Ma Alex è diverso, con lui Luna si sente finalmente amata, capita, addirittura bella. Pronta a dimenticare l’ombra della sorella perfetta dietro cui ha sempre vissuto. Tutto sembra volgere per il meglio, ma il destino ha ancora in serbo delle carte da giocare e una reazione a catena di eventi scoperchierà i segreti del passato. Riusciranno l'amore e l'amicizia a fare la differenza? Perché forse la perfezione non esiste per davvero: bisogna solo amarsi per quello che si è.

ESTRATTO

La sua stanza. Sulle pareti, poster di luoghi lontani. Riconosco Barcellona, Londra, un paesaggio dell’Australia. La stanza sa di lui e dei suoi sogni. E poi c’è il letto, con un cuscino e un lenzuolo blu cobalto. Rimango con lo sguardo puntato su quel blu e penso a tutte le cose di quel colore, per distrarmi da ciò che potrebbe accadere tra poco: il mare profondo, il cielo prima di un temporale, uno dei colori di Miriam, il vestito che indossava Stella la sera di Natale e gli occhi di Alex che in questa luce tenue data dalla lampada sul comodino sembrano fatti di mare. E i miei capelli aggrovigliati come le mie emozioni.
«Ci sediamo?»
Si accomoda sul bordo del letto, io mi metto accanto e accarezzo il lenzuolo facendo giri concentrici con un dito, con fare distratto.
Blu, il colore mi riempie ancora gli occhi.
Blue Monday, cos’era, una canzone?
Ho pensieri e note che mi girano nella testa. Penso con ansia che non ho mai avuto un vero ragazzo, solo approcci, tentativi di amori adolescenziali, cotte platoniche, palpatine non sempre volute nel buio di una discoteca, mani frettolose e inesperte, rimpianti, sogni. Mi sudano le mani, sono agitata, l’effetto del vino sta svanendo e proprio sul più bello. Alex posa la mano sulla mia guancia, mi scansa piano i capelli dal collo e ci posa le labbra, per assaggiarmi con tanti piccoli baci che indugiano sulla pelle, rilasciando soffi di umido calore. Con gli occhi socchiusi, cerco ancora quel blu, ma trovo solo i suoi occhi che adesso sono di nuovo due smeraldi lucidi.
Belli, sinceri. Ci stendiamo sul letto, tenendoci per mano, e ci baciamo con intensità, mentre con le dita esploriamo l’uno il corpo dell’altro. Il cuore adesso batte più forte, battito dopo battito.
Mi guarda interrogativo e si toglie la maglietta, vorrei fare altrettanto, ma è da tanto che non mi mostro a nessuno e non l’ho mai fatto con un ragazzo. Allungo la mano per spegnere la luce sul comodino, ma Alex mi ferma.
«Non preoccuparti per…» alza le spalle, «non preoccuparti.»
«Ne ho di vecchi, stanno guarendo ma si vedono ancora. Forse qualcuno non se ne andrà mai» mormorò a occhi bassi.
«Ne hai anche di nuovi?»
L’ha chiesto con un filo di voce, senza dare nessun tono a quella domanda. Ha socchiuso gli occhi e inclinato appena la testa, guardandomi con troppa attesa nello sguardo.
«Pochi, ma sì, ci sono.»
Non posso mentirgli, non vorrei nemmeno. Mi prende la mano e la bacia.
«Non voglio dirti di non tagliarti, voglio darti un motivo per non farlo e non devo essere io.»
«No?»
«No, credo che debba essere tu. Credo che dovresti finalmente volerti bene, almeno quanto te ne voglio io. Perché io te ne voglio, Luna.»
Il cuore adesso corre veloce, non potrei contare i suoi battiti. Alex dice certe cose sempre con una naturalezza che smonta, perché sai che è sincero e basta, senza nessuna intenzione, dolcezza aggiunta o persuasione. Così sospiro e prendo coraggio, perché per una volta, fosse anche solo questa notte, voglio volermi bene come lui mi chiede. Come io vorrei.
Vecchi tagli percorrono le mie braccia, altri li sorpassano. Non posso più nasconderli. Lui mostra i suoi tatuaggi; anche lui ha le stesse ferite, ma sono mimetizzate. Accarezzo un cuore avvolto dalle fiamme sul petto, bellissimo e terribile, così vivo e pulsante, straziato in quel rogo di un rosso acceso. Sembra davvero che la sua pelle stia andando a fuoco e d’istinto vi poso le mie labbra per lenire quell’incendio.


MANUELA CHIAROTTINO

Manuela Chiarottino, è nata e vive in provincia di Torino. Vincitrice del concorso Verbania for Women 2019 e del Premio nazionale di letteratura per l’infanzia Fondazione Marazza 2019, nella scrittura ama il genere rosa, declinato in diverse sfumature. Tra le sue pubblicazioni si annoverano: Tesoro d'Irlanda (More Stories), La nostra isola (Triskell), Fiori di loto (Buendia Books), La bambina che annusava i libri (More Stories), La custode della seta (Buendia Books, 2019), Tutti i colori di Byron (Buendia Books), Il gioco dei desideri (Amarganta), Due passi avanti un passo indietro (Amarganta), Un amore a cinque stelle (Triskell), Cuori al galoppo (Rizzoli), Il mio perfetto vestito portafortuna (La Corte), Ancora prima di incontrarti (Rizzoli) e molti altri. 
 
Allora che cosa ve ne sembra? Vi ho incuriosito? Correte ad acquistarlo...



Nessun commento

Powered by Blogger.