RECENSIONE: IL SIGNOR SBAGLIOSKY DI ROBERTA FASANOTTI

Buongiorno readers,
siamo arrivati all'ultima settimana di attività del blog e poi ferieee.... ma non potevo lasciarvi prima di parlarmi di tanti bei libri adatti soprattutto a questo periodo, quindi eccomi qui pronta a farvi conoscere Il Signor Sbagliosky.


Il signor Sbagliosky
di Roberta Fasanotti
 
                                                      
Genere: Narrativa per ragazzi
Prezzo: 13,50
Editore: Mimebù
Uscita: 16 luglio 2020

Arrigo è affetto da una malattia che è peggio del morbillo. Quello prima o poi passa, ma il pallino del tuttoperfetto, quando ti colpisce, può diventare il tuo peggior nemico... o forse il tuo unico amico. Per di più il padre, il terribile Panfilo Spezzacatene, continua a dargli dell'imbranato. Insomma, ad Arrigo non ne va dritta una, quando una notte un rumorino insistente annuncia l'arrivo di un omino molto strano: è il Signor Sbagliosky! Età di lettura: da 8 anni.

RECENSIONE

Arrigo è il classico bambino perfettino e secchione, ama studiare e fare i compiti ed è incapace di applicarsi in qualche sport. Quella di Arrigo però è diventata una vera e propria ossessione e l'essere tuttoperfetto non fa che suscitare, ogni giorno, antipatie verso i suoi compagni che si rifiutano di stare insieme a lui.

Nonostante sia un bambino preciso e diligente suo padre, il terribile Panfilo Spezzacatene, non fa che additarlo come imbranato, mentre la madre, pur presente, mai che si lasci andare in qualche gesto amorevole verso il proprio figlio, rendendo così Arrigo, ancora più ossessionato dalla perfezione, l'unico mezzo a quanto pare, per poter essere "visto" e rispettato.


Ma ecco che a causa di un rumorino notturno l'infanzia di Arrigo subirà finalmente un cambiamento, l'insistente rumore infatti annuncia l'arrivo di un esserino molto singolare: il Signor Sbagliosky, piccolo quanto un grillo ma con un modo strampalato di parlare grande quanto l'universo.
Immaginatevi quindi l'unione tra un bambino perfettino e il Signor Sbagliosky, vi assicuro che i loro discorsi saranno idilliaci.
E se si scoprisse che il Signor Sbagliosky è in qualche modo legato anche al nuovo bambino della scuola, Gabriele che a quanto pare, sembra avere molte cose in comune con Arrigo?

Come ci insegna il Signor Sbagliosky, il voler sempre perseguire la perfezione, come in questo caso per Arrigo, in realtà non è altro che un sintomo di insicurezza e solitudine, a cui spesso ci si aggrappa per giustificare la mancanza di qualcosa.

Attraverso il Signor Sbagliosky un esserino che non bada alla forma ma soprattutto alla grammatica, Arrigo imparerà ad assaporare la vita, a fare amicizia ma soprattutto a prendere tutto con più leggerezza.
Un libro carino e divertente che consiglio ai bambini dai sette anni in su.

Nessun commento

Powered by Blogger.