Fumettilandia

Cinegatto

GATTO TV: VIS A VIS

Con Vis a vis ci troviamo di fronte a un prison drama a tutti gli effetti. Il genere, sdoganato da Prison Break e poi declinato al femminile da Orange Is The New Black, assume connotazioni differenti in questo format spagnolo senz’altro degno di nota. Non si tratta di una scopiazzatura del celebre show americano, sebbene il timore (e l’accusa) iniziale fosse questo. Infatti, Piper Chapman (OITNB) e Macarena Ferreiro (Vis a vis) sono in apparenza molto simili: entrambe provenienti da famiglie perbene, con un lavoro fisso e una certa stabilità, nulla hanno a che vedere con il mondo della prigione che si ritroveranno, loro malgrado, a frequentare.


Scheda Serie TV
Macarena Ferreiro è una giovane donna che, per amore del proprio capo, commette alcune gravi irregolarità fiscali e si ritrova imprigionata in un carcere femminile di massima sicurezza.
RECENSIONE


Pur essendo entrambe innocenti (ma lo sono, poi, davvero?), affronteranno due percorsi completamente diversi. Ed è qui, a questo bivio, che decidiamo di sganciarci da Orange Is The New Black per concentrarci sulla prigione spagnola di Cruz del Sur, prima, e di Cruz del Norte, dopo. Macarena è una ragazza ingenua al limite della stupidità quando viene reclusa a causa di spostamenti di denaro poco puliti a cui si è prestata per amore. È terrorizzata e non ha idea di come muoversi tra quelle carcerate così violente che non sembrano intenzionate a lasciarla in pace. E qui assistiamo a uno dei punti di forza della serie: Macarena non è un personaggio statico, tutt’altro; dimostra una capacità d’adattamento e di crescita nel corso delle quattro stagioni che farebbe invidia a qualsiasi romanzo di formazione. 


Alla fine dello show, della ragazza sprovveduta che abbiamo conosciuto nella prima puntata non c’è più traccia. Questo accade grazie all’insieme eterogeneo di personaggi presenti sulla scena, un cast indovinatissimo con una trama altrettanto curata, densa di colpi di scena e sfaccettature mai lasciate al caso. Su tutti svetta Zulema, la cattiva per antonomasia, che si macchia di ogni nefandezza ma, a conti fatti, risulta la più amata dal pubblico, perché ci si può specchiare in lei, nella sua sete di libertà, nel suo desiderio di uscire da quelle quattro soffocanti mura. E non importa se, per questo, è costretta a uccidere, corrompere, spingersi sull’orlo del precipizio: qualunque cosa accada, faremo sempre tutti il tifo per lei.
Vis a vis – El Oasis merita una menzione a parte. Si tratta di uno spin-off della serie che ci racconta la fine che hanno fatto i personaggi dopo la conclusione della linea narrativa di Vis a vis. Quindi, bisogna rigorosamente guardarlo dopo lo show originale.


E adesso qualche curiosità:

- Najwa Nimri (Zulema) chiese ai produttori di non comparire nuda in video. Questo perché la sua
  fisicità esile avrebbe costituito un contrasto troppo marcato con la forza e la crudeltà del suo
  personaggio, rendendolo vulnerabile e minandone la credibilità agli occhi del pubblico.
  Ovviamente, i produttori le diedero ascolto.
- Alba Flores (Saray) fece il provino per il ruolo di Zulema.
- L’impegno di Maggie Civantos (Macarena) sul set de Le ragazze del centralino le ha consentito di
  girare solo quattro episodi di Vis a vis nelle ultime due stagioni.
- Vis a vis è la prima serie tv spagnola ad aver debuttato nel Regno Unito sulla tv digitale terrestre.
- Il personaggio di Zulema si basa sulla principale antagonista del film cult Faster, pussycat! Kill!
   Kill!, dai capelli, al look, alle movenze e alle tendenze sociopatiche

4 commenti

  1. Mmm... Mi sa che dovrei vederlo: adoravo OITNB, e questa serie sembra avere parecchi punti in comune. Ultimamente, poi, vedo spuntare foto e citazioni dappertutto: mi sa che presto o tardi proverò almeno un episodio! ^____^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guardane almeno un paio e non te ne pentirai! 😉

      Elimina
  2. Ciao! :) E' da tanto che vorrei vedere questa serie, ma ancora non mi sono decisa a recuperarla!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appena hai voglia di binge watching, te la consiglio assolutamente. Le puntate delle prime due stagioni sono piuttosto lunghe, dovrai farci l'abitudine. A me è un po' pesato all'inizio, poi ho preso il via e guardato tutto in pochissimo tempo!

      Elimina

Powered by Blogger.