Fumettilandia

Cinegatto

PROGETTO INFANZIA: LO STIVALE MAGICO DI REMY SIMARD E PIERRE PRATT

Salve Gattolettori,
nuovo appuntamento con la rubrica di Progetto Infanzia, preparate i più piccoli che oggi faranno una grandissima scoperta.


Lo stivale Magico
di Rémy Simard - Pierre Pratt

Editore: AER
Prezzo: -
Uscita: 1 settembre 1997
Link d'acquisto: QUI
 
RecensionE

Questa è la storia di Pippo un bambino povero con un grosso problema ai piedi. Tranquilli bambini non è in pericolo di vita, non si tratta di una malattia o altro ma più di un problema imbarazzante. I piedi di Pippo infatti crescono a dismisura e purtroppo, essendo una famiglia povera, non si possono permettere di comprargli continuamente nuove calzature.
Ed è così che come in Cenerentola, interviene la fata madrina, forse un po' particolare, perchè regala a Pippo un paio di stivali che innaffiandoli possono crescere quel tanto che servono ad essere indossati. Pippo fortunatamente è un bambino che si accontenta e felicissimo, li indossa da subito, dimenticandosi però un'importante avvertimento "Stai attento! Non innaffiarli troppo, sennò...!"


Finalmente Pippo può scorrazzare in giro per il paese con i suoi nuovi stivali ma l'invidia di un bambino e una serie di avvenimenti, che lo mettereanno di fronte anche ad un Orco, lo porteranno ad abbandonare i suoi stivali magici.

Ma dopo diversi giorni mentre Maria, la sorellina più piccola di Pippo, è intenta a seminare e ad innaffiarare le nuove piantine nel campo, ecco che dalla terra vede spuntare uno stivale gigante, lo stivale di Pippo. Non essendoci però anche l'altro piede era inutile restituirlo al fratello quindi cosa fare? La bambina con tutte le sue forze lanciò lo stivale in mare e indovinate un po'? Quello crescendo diete vita ad un bellissimo paese: l'Italia.

Una storia semplice e sorprendente per spiegare ai più piccoli, simbolicamente, come è nata l'Italia, naturalmente il lieto fine è assicurato e ci sono tutti gli ingredienti giusti per appassionare i piccoli lettori, come la fatina buona, l'orco, il cattivo e la magia.


Nessun commento

Powered by Blogger.