Fumettilandia

Cinegatto

LeacchiappaVip

LIBRI VS FILM: IO SONO L'ABISSO

Buongiorno readers,
secondo appuntamento della rubrica gestita da me e da Annalisa che ci vedrà mettere a confronto un libro e la sua trasposizione cinematografica. Ci daremo battaglia a suon di opinioni, chi la spunterà? Io con il libro o lei con il film?



Io sono l'abisso

LIBRO VS FILM

Un accenno di trama

Libro
Sono le cinque meno dieci esatte. Il lago s’intravede all’orizzonte: è una lunga linea di grafite, nera e argento. L’uomo che pulisce sta per iniziare una giornata scandita dalla raccolta della spazzatura. Non prova ribrezzo per il suo lavoro, anzi: sa che è necessario. E sa che è proprio in ciò che le persone gettano via che si celano i più profondi segreti.
E lui sa interpretarli. E sa come usarli. Perché anche lui nasconde un segreto.
L’uomo che pulisce vive seguendo abitudini e ritmi ormai consolidati, con l’eccezione di rare ma memorabili serate speciali.
Quello che non sa è che entro poche ore la sua vita ordinata sarà stravolta dall’incontro con la ragazzina col ciuffo viola. Lui, che ha scelto di essere invisibile, un’ombra appena percepita ai margini del mondo, si troverà coinvolto nella realtà inconfessabile della ragazzina. Il rischio non è solo quello che qualcuno scopra chi è o cosa fa realmente.
Il vero rischio è, ed è sempre stato, sin da quando era bambino, quello di contrariare l’uomo che si nasconde dietro la porta verde.
Ma c’è un'altra cosa che l’uomo che pulisce non può sapere: là fuori c’è già qualcuno che lo cerca. La cacciatrice di mosche si è data una missione: fermare la violenza, salvare il maggior numero possibile di donne. Niente può impedirglielo: né la sua pessima forma fisica, né l’oscura fama che la accompagna.
E quando il fondo del lago restituisce una traccia, la cacciatrice sa che è un messaggio che solo lei può capire. C’è soltanto una cosa che può, anzi, deve fare: stanare l’ombra invisibile che si trova al centro dell’abisso.

Film
Lago di Como, un luogo che "se ci butti una cosa se la prende". Un addetto alla raccolta dei rifiuti colleziona spazzatura perché "la spazzatura non mente". Alla sera fa il giro dei locali notturni, nascosto dietro un parrucchino e un paio di baffi finti, e adesca prostitute, tutte bionde e tutte over 60. Una voce maschile da dietro una porta verde gli dice quello che deve fare: compreso punirsi ogni volta che ha sbagliato. Una madre cerca di proteggere le donne del luogo dalla violenza maschile e ogni tanto rivede l'ex marito, un insegnante che vorrebbe che lei lasciasse la loro ex casa coniugale. Una tredicenne con un ciuffo viola ha un rapporto conflittuale con "un padre d'acciaio e una madre distratta", e rischia di cadere nelle maglie insidiose della Rete. Questi personaggi finiranno per portare a compimento un complicato disegno del destino, che parte dall'assunto che "il Male è un cerchio".

Differenze tra libri e film

 
 
Sonia
Partendo dal presupposto che tutto ciò che esce dalla penna di Donato Carrisi per me è Bibbia... vedere il film è stata una sfida, avevo paura che le mie aspettative (alte proprio per il libro) potessero non essere ripagate e che la trasposizione cinematografica non sarebbe stata all'altezza del film. Ma più di una volta Carrisi stesso ha dichiarato che i suoi libri nascono con un'idea "cinematografica", come fossero veri e propri copioni. Fortunatamente quindi tutto ciò che mi ero immaginata attraverso le sue accurate descrizioni nel libro, le ho ritrovate nel film.
Il film è assolutamente fedele al libro, tanto che è facile ritrovare anche qualche battuta del romanzo. Sicuramente alcuni dettagli, che con la lettura ho tralasciato o perso, sono saltati evidenti con il grande schermo.
L'ambientazione poi è stupefacente, rispecchia nei minimi particolari quella descritta nel libro soprattutto la casa del protagonista.
 
Annalisa 
 Anche questa volta il film sembra essere stato pensato originariamente come un prodotto per il cinema. Sappiamo che è la trasposizione cinematografica di un libro, ma la mente di Carrisi evidentemente lavora già in entrambe le direzioni, su carta e su schermo. Più degli altri film tratti dai suoi libri, Io sono l'abisso regala dialoghi e pensieri letterari, precisi, definiti. I personaggi sono ben strutturati e la tensione rimane fino all'ultima scena, così come le sorprese di trama a cui lo spettatore è sottoposto. 
 


Personaggi


Sonia:  Come nel libro anche nel film, Carrisi ha voluto tenere volutamente celati i nomi dei personaggi proprio per far sì che entrassimo in tutto e per tutto in sintonia con loro. I personaggi, soprattutto il protagonista, l'uomo spazzatura, è caratterizzato alla perfezione tanto che io me lo immaginavo proprio come l'attore del film.
 
“Le persone dicono bugie, ingannano. La spazzatura no, la spazzatura non mente”,

Annalisa: Si vedono dei personaggi diversi, ognuno di loro è spezzato per il suo vissuto, breve o lungo che sia. Ci sono dei fantasmi a cui devono dar conto, e ognuno di loro cerca di andare avanti. Dall'uomo della spazzatura, che si sente invisibile, alla ragazzina dal ciuffo viola così piccola e con una vita già così complicata, alla donna che vuole aiutare le altre donne. Tutti personaggi ben caratterizzati e definiti che mandano avanti da soli le due ore di film.
 

 

Pareri personali

 
Sonia: In conclusione devo dire che, rispetto ad altri libri portati sul grande schermo, Io sono l'abisso, è un film pienamente riuscito, grazie soprattutto alla regia dello stesso Donato Carrisi; quella magia e quella tridimensionalità che spesso non può essere raggiunta da un libro è tutta lì, percepibile nella sua versione cinematografica.
Io che ho letto il libro "purtroppo" non ho avuto grandi sorprese, ma tu Annalisa, che hai visto solo il film, cosa ne pensi?

Annalisa: Ho preferito questa trasposizione cinematografica rispetto alle altre tratte dai libri di Carrisi, più coinvolgente e interessante. Le sorprese ci sono state, così come gli spunti di riflessione!
 
 
Marzo - Wonder- 28/3/23
Aprile - Fallen - 26/4/23
Maggio - Enola Holmes - 26/5/23
Giugno - Orgoglio e Pregiudizio - 27/6/23
Luglio - GGG - 25/7/23
Agosto - Shutter Island - 29/8/23
Settembre - I segreti di Silente - 26/9/23
Ottobre - L'uomo di neve - 27/10/23
Novembre - Piccoli Brividi - 24/11/23
Dicembre - Canto di Natale e altri racconti - 19/12/23


1 commento

  1. Io spero solo che non sia come gli altri due, il film intendo, che non mi piacquero..

    RispondiElimina

Powered by Blogger.