Fumettilandia

Cinegatto

IL GATTO PETTEGOLO: IL SUCCESSO DEI RETELLING MITOLOGICI

Buongiorno readers,
da qualche anno a questa parte (grazie anche al successo su #BookTok), i retelling mitologici hanno iniziato ad attirare l’attenzione dei lettori. Su ilLibraio.it Valentina Ghetti, insegnante e booktoker, consiglia alcuni titoli che, partendo da storie classiche, danno voce a personaggi marginali o visti tradizionalmente sotto una cattiva luce. Dai libri più celebri come “La canzone di Achille” e “Circe”, passando per la saga di Percy Jackson, “La casa dei nomi” di Colm Tóibín, “Cassandra” di Christa Wolf e molti altri


IL SUCCESSO DEI RETELLING MITOLOGICI





Retelling mitologici, chi li ama, chi non leggerebbe altro, chi li ritiene i libri più inutili mai scritti (punto di vista che sto ancora cercando di comprendere).

È innegabile però, che da qualche anno a questa parte i retelling mitologici abbiano iniziato ad attirare l’attenzione dei lettori diventando quasi un genere letterario (dal punto di vista commerciale).

Sicuramente sono un punto fermo sul BookTok, soprattutto poiché è impossibile parlare di BookTok senza menzionare La canzone di Achille. È stato proprio il caso editoriale legato a questo libro a portare l’attenzione degli editori su una piattaforma che, in quel momento, era conosciuta grossolanamente come “l’app dei balletti”.


È il 2011, The song of Achilles, un retelling che verte intorno al legame tra Achille e Patroclo durante tutta la loro vita, entra nella classifica delle novità più vendute del New York Times. L’autrice è Madeline Miller, docente di greco e latino, laureata alla Brown University in Lettere Classiche, che sin dagli anni del liceo sviluppa un interesse nel raccontare l’epica classica dal punto di vista di coloro che una voce non ce l’avevano mai avuta: dai personaggi femminili, ai protagonisti incastrati nello stereotipo di eroi forzuti e mascolini (o teneri cuginetti).
 
In Italia, La canzone di Achille debutta come un long seller (vendite nella norma ma costanti nel tempo) fino a quando, nel 2021, su TikTok il titolo viene inserito in una lista di “libri per piangere”. La canzone di Achille scala le classifiche superando le nuove uscite più attese e diventando un romanzo che non ha bisogno di presentazioni.
 
A guadagnare maggiormente dal successo dell’opera prima di Miller sono Circe (2018), il suo secondo libro e la novella Galatea, uscita in Italia nel 2021 in una meravigliosa edizione illustrata pubblicata da Sonzogno.
 

Il primo titolo interessante è italiano, si tratta de La splendente (Feltrinelli) di Cesare Sinatti che narra l’Iliade dal punto di vista della sua “causa”, la regina Elena di Sparta.

Sempre sulla scia della famiglia spartana passiamo a Clitemnestra, la storia della madre che vive per vendicare l’assassinio della figlia Ifigenia è raccontata nel romanzo La casa dei nomi (Einaudi, traduzione di Giovanna Granato) di Colm Tóibín.

Quando si parla di retelling e di voci inascoltate non si può fare a meno di citare l’opera nata dalla penna magistrale di Christa Wolf, Cassandra (e/o, traduzione di Anita Raja).

 

CONTINUA LA LETTURA DELL'ARTICOLO

Allora che cosa ve ne sembra? Vi ho incuriosito? 

Nessun commento

Powered by Blogger.