Fumettilandia

Cinegatto

GRAPHIC NOVEL: KAFKA. DIARIO DI UN DISPERSO DI MAURO FALCHETTI

Buon pomeriggio Gattolettori,
quanti di voi sono stati catturati alle superiori dalla lettura della Metamorfosi di Fakfa? Io l'ho adorato anche se a quel tempo molti passaggi non mi erano stati chiari invece adesso, grazie anche a questa graphic novel tutto torna.



Kafka
Diario di un disperso
di Mauro Falchetti - Luca Albanese
 

Genere: Graphic Novel
Editore: Becco Giallo
Prezzo: € 18,00
LINK acquisto QUI

Eccolo, Franz. Franz dal volto fanciullo, un giunco fasciato in abiti turchini. Franz il sorridente, il nevrastenico, il ritardatario, il buon amico. Franz digiunatore, ipocondriaco e nemico della medicina. Franz l'ossessivo che mastica 100 volte il boccone. Franz, sognatore e colpevole. Il masochista, l'ignavo perfezionista atterrito dalla completezza. Franz il mutaforma e i suoi Doppi, disallineato e isolato, passivo e parassita. Franz, eterno e sadico fidanzato. Franz: l'angelo e il vampiro che, tra quattro mura, cerca l'Indistruttibile nella notte. Kafka. Kafka il leguleio, costruttore di mondi-macchine, Kafka il golem creato da un padre padrone, Kafka l'ebreo. Franz Kafka, l'osservatore, che scrive di notte per comprendere come facciano gli altri a vivere i loro giorni.
RECENSIONE

Questa volta se vi aspettate una biografia a fumetti dedicata a Frank Kafka, sbagliate di grosso. In questa grapich novel infatti Kafka, sarà  la vostra guida verso un viaggio filosofico tra i suoi scritti e quella che è stata una vita tormentata e piena di ossessioni.


I veri protagonisti di questa storia infatti, sono i tanti volti e le tante sfaccettature della personalità di Kafka. Fran Kafka è sorridente, nevrastenico, ritardatario ma è anche disallineato e isolato, passivo e parassita, digiunatore, ipocondriaco e nemico della medicina. Sicuramente la figura di Kafka, è una figura tormentata. Influenzato infatti dalla presenza di un padre padrone e da quella religiosa, Kafka era ebreo, non vive serenamente e nei suoi scritti è frequente imbattersi in una forma di crisi psicologica.

Ormai avrete capito la mia passione per le graphic novel e anche se questa volta mi aspettavo un prodotto completamente diverso, devo dire che mi sono appassionata lo stesso alla storia narrata da Mauro Falchetti e illustrata da Luca Albanese. Sicuramente ho potuto capire perché nei libri di Kafka (purtroppo ho letto solo la Metamorfosi e il Processo) si respirano a pieni polmoni temi e archetipi di alienazione, brutalità fisica e conflittualità genitori/figli. I suoi personaggi, proprio come lui, sono in preda all'angoscia esistenziale e vittime di trasformazioni mistiche.
 

Le tavole poi sono così semplici ma d'impatto che è veramente un piacere sfogliare le pagine di questa graphic novel. Tra spunti riflessivi e drammi esistenziali, il lettore sarà trascinato in una bellissima storia emozionante e ricca di ricordi.

Nessun commento

Powered by Blogger.