Fumettilandia

Cinegatto

PROGETTO INFANZIA: CHIUDI IL BECCO DI SIBYLLE DELACROIX

Buongiorno miei piccoli lettori,
la nostra mamma Eliana oggi ci farà conoscere una storia molto delicata ed emozionante che ha come protagonista una bambina e il suo primo giorno di scuola.

 


Chiudi il becco
di Sibylle Delacroix - Marie Lafrance
 
 

Editore:
Terre di Mezzo
Prezzo
: € 15,00
Uscita:
19 settembre 2019

È il primo giorno di scuola di una bambina. Vorrebbe fare nuove amicizie ma un uccellino giallo che le si posa su una spalla glielo impedisce, sussurrandole all'orecchio in ogni momento cosa fare o cosa dire, diventando sempre più grande ed ingombrate, tanto da isolarla rispetto ai compagni. Una storia di condizionamento sociale, che ricorda alcuni dei diritti fondamentali dei bambini.

RecensionE
 
Chiudi il becco di Sybille Delacroix, edito da Terre di Mezzo, è un albo delicato che con i toni prevalenti del bianco e nero, mitigati da sfumature giallo-arancio, restituisce tutta la profondità di questa storia, narrata in prima persona, che racconta di come l'amicizia a volte possa essere un valido rimedio contro le insicurezze e le paure.

I cambiamenti non sono sempre facili da gestire e così, quando la piccola protagonista si presenta nella nuova scuola (senza nemmeno il suo orsetto perché ormai nella cartella non ci entrava più), la timidezza fa da contraltare alla voglia di farsi dei nuovi amici. Timidezza che viene fuori bene dalle tavole di Sybille, che raccontano il senso di solitudine della bambina che ha voglia di farsi degli amici ma è una faccenda complicata.
 
 

Per fortuna, a tenerle compagnia, arriva un uccellino apparentemente innocuo, la cui presenza, però, diventa sempre più ingombrante, generando nella bambina un senso di inadeguatezza che cresce al crescere dell'uccello e le impedisce non solo di socializzare ma anche di far sapere agli altri di avere un problema.
A casa le cose vanno decisamente meglio; l'uccellino resta fuori dalla finestra, forse è per questo che nessun adulto interviene nella narrazione. 
 
 
La soluzione viene offerta alla piccola protagonista da una compagna di classe che, accortasi della sua difficoltà, le tende la mano, aiutandola a silenziare il fastidioso uccellaccio.
Da quel momento in poi il problema scompare ma non ne esce minimizzato; nel suo complesso l'albo rende bene l'idea che per superare un problema, per quanto possa essere grande, a volte abbiamo soltanto bisogno di qualcuno che ci capisca e che ci stia vicino. Qualcuno come un amico.



Nessun commento

Powered by Blogger.