Fumettilandia

Cinegatto

RUBRICA: LIBRI VS FILM - MISERY NON DEVE MORIRE

Hola Gattolettori,
oggi sono qui per presentarvi la carinissima Rubrica dedicata ai libri e ai film, che da gennaio 2022 troverete nuovamente attiva sul blog. Se amate i libri e le loro trasposizioni cinematografiche non potete che seguirci...
Una volta al mese, infatti, come da calendario, io e il mio braccio destro Annalisa, metteremo a confronto un libro e il suo corrispettivo film... Vi piace l'idea?


Misery non deve morire


LIBRO VS FILM

Un accenno di trama

Libro:
Paul Sheldon, un celebre scrittore, viene sequestrato in una casa isolata del Colorado da una sua fanatica ammiratrice. Affetta da gravi turbe psichiche, la donna non gli perdona di aver “eliminato” Misery, il suo personaggio preferito, e gli impone tra terribili sevizie di “resuscitarla” in un nuovo romanzo. Paul non ha scelta, pur rendendosi conto che in certi casi la salvezza può essere peggio della morte…

 
 
 
Film: 
Tratto da un romanzo di Stephen King, con la regia di Rob Reiner. Misery è la creatura letteraria di uno scrittore, Paul Sheldon, che ha avuto enorme successo proprio in virtù di quel personaggio. Lo scrittore sta raggiungendo la sua villa in montagna e ha un incidente d'auto. Così deve ricorrere all'aiuto di un'infermiera, Annie. La donna, grande fan di Sheldon, quando viene a sapere che il personaggio di Misery sta per morire, comincia a boicottare l'uomo in tutti i modi, arrivando anche alle più crudeli forme di violenza. 
 

Differenze tra libri e film

 
Sonia: Avete presente il detto i libri sono più belli dei film? Ecco Misery non deve morire è proprio uno di quei casi! Ovviamente nulla da togliere al film che è assolutamente magnifico ma l'ansia, l'angoscia e la paura emotiva che ti mette il film è assolutamente indescrivibile. Ancora è impressa nella mia mente lo spezzarsi delle sue ossa, Stephen King infatti è talmente descrittivo che vi sembrerà di avvertire anche i sapori o gli odori di quella casa. Nel libro siamo praticamente relegati dentro alla stanza in cui è stato fatto prigioniero Paul mentre ovviamente nel film per ovvie ragioni, si cambia spesso scenografia.

Annalisa: ho letto il libro e ho visto il film, in più adoro Stephen King! Sarò di parte, ma ho apprezzato sia il libro sia la sua trasposizione cinematografica: da una parte abbiamo una scrittura geniale, che ti cattura e che ti porta dentro la mente di Annie, dentro l'angoscia di Sheldon e dentro la stanza/prigione; dall'altro lato abbiamo un effetto in stile "La finestra sul cortile" data dall'impossibilità del protagonista - e dunque dello spettatore - di fuggire da una situazione, di alzarsi e scappare, trovandosi costretto a essere parte di una storia di cui farebbe volentieri a meno. In più, Kathy Bates è incredibile nel ruolo di Annie Wilkes, grazie al quale ha vinto l'Oscar come Miglior attrice protagonista nel 1990.

Personaggi


Sonia: Paul Sheldon è la povera vittima di questa storia. L'autore che si è permesso di eliminare Misery, la protagonista dei suoi libri, viene sequestrato in una casa isolata del Colorado da una sua fanatica ammiratrice. A differenza del film, di Paul percepiamo tutto, è lui infatti il narratore della storia e quando traspare nei suoi pensieri quel velo di pazzia, anche noi lettori veniamo trascinati in questa turbina psicologica. Sicuramente nel libro abbiamo un Paul più ribelle e non mansueto come nel film.

Annalisa: James Caan è lo scrittore Paul Sheldon, vittima nel film come nel libro. Il suo personaggio è inizialmente lusingato dalle attenzioni della fan, ma ben presto capirà che l'ossessione di Annie per lui e per i suoi libri non ha nulla di cui andare fieri. Inizierà per lui un cammino difficile, tra la paura di essere ucciso, il dover trovare una soluzione per scappare e la consapevolezza di quanto non tutte le sfaccettature del successo siano apprezzabili!
 

 
Sonia: Annie è ovviamente il personaggio chiave di tutta la storia. Con freddezza e quasi naturalezza, riesce ad infliggere del male ma soprattutto ogni volta che è presente, mette ansia e terrore. È un personaggio inquieto, folle ma che spesso appare controllato. Sicuramente Kathy Bates  la interpreta divinamente.

Annalisa: Kathy Bates è Annie, almeno in questo film. La sua interpretazione è impeccabile, riesce a conciliare un faccino apparentemente dolce e con gli occhi azzurri con una mente ossessiva e folle. La morbosità per lo scrittore e i suoi libri è la molla che fa scattare la pazienza e l'aggressività di Annie che, come viene suggerito nel film, vive una vita solitaria, con le uniche gioie della sua casa, della sua quotidianità in cui è molto presente Sheldon attraverso i romanzi. Kathy Bates ha vinto sia l'Oscar sia il Golden Globe per la sua interpretazione di Annie, ed è stata inserita dall'American Film Institute al 17º posto nella classifica dei 50 migliori cattivi del cinema statunitense: un motivo decisamente valido per guardare il film!

Pareri personali

Sonia: Stephen King è un genio, se non fosse che il più delle volte è troppo prolisso nelle sue descrizioni, starei perennemente a leggere i suoi libri. Ho amato alla follia questo libro e l'ho praticamente divorato. Purtroppo già conoscevo la storia perché anni fa ho visto il film, ma credetemi con tutto il rispetto della pellicola del 1990 diretta da Rob Reiner con la sceneggiatura di Stephen King e William Goldman, il libro è mille volte meglio il film.
 
 
Annalisa: ho apprezzato entrambi perché mi hanno tenuto incollata alla poltrona. Il libro paradossalmente è più cruento del film stesso, nelle sue descrizioni di violenza fisica e psicologica; inoltre ha il tempo di esplorare tutto, cosa che è quasi sempre impossibile in una pellicola. 


 
Vi ricordiamo i prossimi appuntamenti:
 

Febbraio - Noi siamo infinito - 25/2/22
Marzo - Il codice Da Vinci - 28/3/22
Aprile - La storia infinita - 26/4/22
Maggio - Enola Holmes - 26/5/22
Giugno - Orgoglio e Pregiudizio - 27/6/22
Luglio - Assassinio sul nido - 25/7/22
Agosto - La custode di mia sorella - 29/8/22
Settembre - L'Amore bugiardo - 26/9/22
Ottobre - Nightbooks Racconti di paura - 27/10/22
Novembre - Piccoli Brividi - 25/11/22
Dicembre - Un bambino chiamato Natale - 19/12/22
 
 

Allora ci fate compagnia?
Buone letture e Buona visione da Sonia e Annalisa

2 commenti

  1. Come sempre ho visto solo il film, un gran film ;)

    RispondiElimina
  2. Ho letto il libro ma non ho mai visto il film temendo appunto il confronto, anche se mi incuriosisce l'interpretazione di Kathy Bates di Annie, che è quasi leggendaria *^*

    RispondiElimina

Powered by Blogger.