Fumettilandia

Cinegatto

RECENSIONE: IL SEGRETO DELLA SPEZIALE DI SARAH PENNER

Buongiorno Gattolettori,
e buon lunedì, oggi voglio iniziare la giornata parlandovi di un bellissimo libro pieno di mistero e intrecci tutti al femminile.



Il segreto della speziale
di Sarah Penner
                                                      

Genere: Narrativa
Editore: Harper Collins
Prezzo: € 18,00 (ebook € 9,99)
Pagine: 416
Uscita: 7 Ottobre 2021 

 


Regola n. 1 Il veleno non deve essere mai usato contro un’altra donna.
Regola n. 2 Il nome dell’assassina e della sua vittima devono sempre essere registrati nel libro della speziale.
Nascosta nei vicoli della Londra settecentesca, la piccola bottega di una speziale è frequentata da una clientela inusuale. Le donne di tutta la città sussurrano fra di loro il nome della misteriosa Nella, che vende veleni difficili da rintracciare e che possono essere usati contro gli uomini che le opprimono. Le regole sono poche ma ferree: il veleno non deve essere mai usato contro un’altra donna; il nome delle vittime e delle assassine verrà per sempre conservato nei registri della bottega.
Eliza ha solo dodici anni quando entra dalla porta con l’insegna di un orso per richiedere, su ordine della sua padrona, un potente veleno. Da subito capisce che quel mondo magico, fatto di boccette di vetro, erbe odorose e ingredienti oscuri, è fatto per lei. E chiede alla speziale di poter diventare la sua assistente. Ma sarà proprio un errore di Eliza a sconvolgere il delicato equilibrio del piano di Nella e a scatenare terribili conseguenze che avranno eco nei secoli a venire.
Nella Londra di oggi, una ragazza americana appassionata di storia, Caroline Parcewell, trascorre il suo anniversario di nozze in solitudine, fuggendo dai demoni che la perseguitano. Non si aspetta certo di ritrovare, nascosto nelle acque del Tamigi, un indizio che può essere la chiave per spiegare la serie di delitti irrisolti perpetrati due secoli prima. Eppure, le spire del veleno della speziale sono ancora pericolose, e qualcuno potrebbe non sopravvivere…
RECENSIONE

 

Tra i vicoli più nascosti di una Londra settecentesca, potrete scorgere la bottega di Nella, una speziale, nonchè una donna al quanto misteriosa. Nella infatti sembra vendere nella sua piccola bottega, dei veleni molto particolari, difficili da rintracciare e usati soprattutto contro uomini molesti e oppressori.
Se si vuole acquistare nella bottega di Nella però, bisogna assolutamente rispettare due regole fondamentali: il veleno non deve essere mai usato contro un’altra donna; il nome delle vittime e delle assassine verrà per sempre conservato nei registri della bottega.

 

Quando Eliza, una ragazzina di soli dodici anni, su commissione della sua padrona, entra nella piccola bottega, rimane affascinata da quel mondo così particolare fatto di ampolle, erbe e ricette segrete. Nel giro di poco riesce a diventare l'assistente di Nella e tra le due si instaura fin da subito, un rapporto quasi come tra madre e figlia. Eliza sembra proprio nata per quell'ambiente ma un suo errore, innescherà una serie di eventi capaci di far crollare quel mondo così perfetto e magico.

 

Ritornando ai giorni nostri invece faremo la conoscenza di Caroline Parcewell, un'americana appassionata di storia che dopo un matrimonio andato in frantumi, ha bisogno di rimettere insieme i pezzi della sua vita. Proprio per questo Caroline vola a Londra dove qui, invece di festeggiare il suo decimo anniversario, si imbatte per caso in un indizio portato alla luce dal Tamigi, una vecchia ampolla. Sarà proprio grazie a questa fiala che Caroline si ritroverà a scavare e a indagare su alcuni delitti irrisolti del passato, un mistero lungo quasi duecento anni.


 

Ho adorato questo libro soprattutto perché amo le storie che hanno due linee temporali diverse come quelle che tanto amo leggere di Kate Morton. In un unico romanzo infatti ci ritroveremo a seguire due storie, quella di Nella e Eliza ambientata in una Londra settecentesca e quella ai giorni nostri di Caroline.
Saremo subito coinvolti dal susseguirsi degli eventi di queste storie e anche se ci ritroviamo in presenza di numerosi personaggi, sarà inevitabile puntare i riflettori solo su queste tre donne.


Ogni personaggio, in particolar modo le protagoniste, sono state ben descritte e caratterizzate. Si vede anche che l'autrice, Sarah Penner, per questo libro, ha svolto un grosso lavoro di ricerca soprattutto per quanto riguarda l'uso dei veleni. Unica pecca che non mi ha permesso di dargli cinque stelline è il finale troppo frettoloso. Sono rimasta sulle spine per  gran parte del libro e invece sul finale, la parte che a mio avviso doveva essere più corposa, è stata liquidata in pochissime pagine... peccato, ciò non toglie però che Il segreto della Speziale è stata veramente una lettura coinvolgente. 


 
Se cercate un libro misterioso, dolce e a tratti commovonte in cui si evince soprattutto la forza della donna,  Il segreto della Speziale è quello che fa per voi.
 



Nessun commento

Powered by Blogger.