Fumettilandia

Cinegatto

IL TRONO DI PELLICOLE: SEX EDUCATION TORNA SU NETFLIX

I nostri liceali nuova generazione preferiti sono tornati con la terza stagione di Sex Education in streaming su Netflix! Ne parliamo in modo spoiler free:



SEX EDUCATION TORNA SU NETFLIX

Raramente ci troviamo qui a parlare di un telefilm, ma ogni tanto succede che il piccolo schermo riesce a parlare a tutti in modo universale e attualissimo.  Sex Education è uno di questi, un prodotto semplicissimo e intelligentissimo, perché separa totalmente la generazione di Dawson's Creek  - in cui gli adolescenti iniziavano timidamente a parlare di sesso, di amore e di argomenti "adulti"- con la più moderna generazione protagonista del telefilm. Ma la domanda è: in un mondo che corre e cambia velocemente, Sex Education riesce ad essere lo specchio della società?




Non sono un'adolescente 2021, e per questo motivo non posso affermare con certezza che Sex Education rispecchi esattamente i pensieri, la mentalità, i problemi e i desideri dei teenager di oggi. Ma posso dire che affronta temi importanti e comuni a tutti. Smaschera anche gli adulti, che non sono poi né completi né maturi, spesso incapaci di affrontare i problemi o semplicemente di gestire le proprie vite; parla della varietà delle personalità esistenti, della confusione nella crescita, dell'identità sessuale, dell'amore e dell'amicizia, della scoperta, del sesso, dell'insicurezza verso sé stessi e verso gli altri. La necessità di identificarsi e di differenziarsi è da sempre parte di noi, ma in un mondo globalizzato che ci rende soggetti a tantissime nuove culture, mode e passioni, abbiamo un'ampia scelta d'ispirazione e di identificazione. Un po' il concetto di non poter essere ciò che non si conosce. I nostri orizzonti si sono ampliati e abbiamo finalmente capito che ognuno ha il diritto di essere ciò che sente di essere. Assolutamente nel rispetto altrui, ovviamente. 




E proprio questi ragazzi incarnano, a mio avviso, i valori positivi di ciò che ho appena detto. Pretendono di essere sé stessi, e con ciò intendono amare qualcuno a prescindere dal genere, vestirsi con ciò che li rispecchia, combattere per ciò in cui credono. Bocciati i comportamenti violenti sempre e per sempre, promossi tutti coloro che cercano il modo per far capire quanta varietà di personalità esistono al mondo. Se Maeve è una delle menti più brillanti della scuola, va aiutata, non espulsa; se Otis ha un dono, che è quello di aiutare la gente con le sue parole, va indirizzato verso la strada giusta; se Erik ha una personalità esplosiva ed è felice di sottolinearla con grasse risate, trucchi sfavillanti e vestiti coloratissimi, va ammirato - e il suo personaggio è anche la migliore delle compagnie - ; se Adam è consapevole dei suoi limiti, ma si sforza per superarli, va aiutato e preso come esempio positivo. 




Nelle stagioni precedenti abbiamo visto quanto la mente dei ragazzi sia indirizzata verso il sesso, le apparenze, le preoccupazioni per il futuro e la ricerca dell'amore. Adesso, nella terza serie, ci troviamo davanti a ragazzi più maturi e forse più uniti, che sanno di dover combattere per far valere il loro diritto di essere sé stessi. E ci troviamo davanti ad adulti che spesso diventano un ostacolo, senza capire quando è il caso di fermare un comportamento sbagliato e quando, invece, va incoraggiato. In conclusione, è vero, Sex Education enfatizza il tema del sesso, ma parla pur sempre di adolescenti...ciò che fa è però molto più grande: tocca tanti punti su cui vale la pena riflettere, sia da giovani che da grandi. 



                                    

1 commento

  1. Ho adorato le prime due stagioni, da poco ho iniziato la terza e sono alla terza puntata se non sbaglio. Sicuramente è un telefilm un po' spinto con il sesso ben evidente, ma secondo me rispecchia perfettamente i pensieri degli adolescenti. A quell'età il sesso è l'unico chiodo fisso. Oggi non lo so, anch'io ormai ho superato di molto quell'età... oggi i genitori sono di mentalità più aperta... quindi credo che ai giovani d'oggi le cose vadano molto meglio anche grazie ad internet. Ma l'argomento ha i suoi lati negativi ovviamente, comunque questa serie è bellissima e Gillian sempre favolosa!

    RispondiElimina

Powered by Blogger.