Fumettilandia

Cinegatto

GRAPHIC NOVEL: ABE SADA. IL FIORE OSCENO DI MICHELE BOTTON E PIETRO SARTORI

Hola readers,
se siete amanti del Giappone e delle storie che ci sono intorno alle Geisha allora non potete assolutamente perdervi questa fantastica graphic novel.


Abe Sada
Il fiore osceno 
di Michele Botton - Pietro Sartori

Genere: Graphic Novel
Editore: Becco giallo
Prezzo: € 18,00
LINK acquisto QUI

Abe Sada (Tokyo, 1905 - data di morte non conosciuta), settima di otto figli e adolescente ribelle, dopo aver subito violenza sessuale da parte di uno studente universitario a soli quindici anni, viene avviata alla carriera di geisha dalla famiglia. Divenuta in seguito una prostituta, nel 1936 viene condannata per l’omicidio e l’evirazione del suo datore di lavoro e amante Kichizō Ishida, presso cui era impiegata come cameriera. Pur avendo scontato la sua pena, lo stigma sociale la accompagna in ogni suo tentativo di reinserimento nella società, costringendola infine a far perdere le proprie tracce. La storia di Abe Sada ha dato vita in Giappone a un acceso dibattito pubblico sul sessismo della nazione e ha ispirato diversi libri, film e opere teatrali in tutto il mondo.
RECENSIONE

Nella mia ignoranza, il mondo Geisha mi ha sempre affascinato. Le ho sempre ritenute delle figure inarrivabili, oserei dire anche quasi ancestrali ma dopo la bellissima graphic novel narrata da Michele Botton e illustrata da Pietro Sartori mi sono resa conto della dura e triste verità: le geisha non sono altro che delle donne sfruttare e spinte alla prostituzione già da adolescenti.

Attraverso questa meravigliosa graphic novel, conoscerete la storia di Abe Sada, una bellissima e elegantissima Geisha che spinta dall'amore e dalla gelosia, ha ucciso il suo amante.
Abe Sada settima di otto figli, è sempre stata una bambina ribelle e piena di entusiasmo ma dopo aver subito violenza, tra l'altro mai punita, a soli quindici anni da parte di uno studente universitario per cui si era invaghita, Abe Sada viene mal vista da tutti, come se la colpa fosse stata sua.

La famiglia, vergognandosi dell'accaduto, decide di affidarla ad una "scuola" geisha avviandone così la "carriera" da prostituta. Passano gli anni e Abe Sada diventa una donna bella e ricercata ma stanca della sua vita e dell'impossibilità di innamorarsi di qualcuno, decide di lasciare quel mondo e tentare fortuna altrove.

Inizia a lavorare nel locale di Kichizo e Otoku Ishida, un piccolo ristorante con delle camere in affitto, ed è qui che inizia a provare quel sentimento morto anni prima durante la violenza subita.
Abe Sada si innamora così del suo datore di lavoro, Kichizo Ishida, il quale ricambia molto volentieri l'attenzioni della ragazza. I due diventano amanti nonostante Kichizo sia sposato da anni.
Abe Sada però non vuole assolutamente dividere il suo uomo con un'altra, anche se questa c'era prima, e per paura di perderlo, uccide Kichizo, venendo condannata sia per l'omicido che per l'evirazione del suo datore di lavoro.
 
Una storia forte, drammatica, in cui la donna diventa un oggetto di piacere e la violenza viene vista come punizione di un carattere ribelle e non come una violazione da punire.
Cosa sia accaduto a Abe Sada dopo aver scontato la sua pena non si sa, fatto sta che la sua storia ha aperto un grandissimo dibattito pubblico sul sessismo in Giappone.

 

Nessun commento

Powered by Blogger.