Fumettilandia

Cinegatto

GATTO TV: TINY PRETTY THINGS

Ciao Gattolettori,
altro giro, altra serie che appartiene al genere thriller psicologico/drammatico. Siete pronti per tuffarvi all'interno di un'accademia di danza?



Scheda Serie TV


TINY PRETTY THINGS è ambientata a Chicago, nella prestigiosa accademia di danza “Archer” dove gli alunni fanno di tutto (letteralmente) per diventare la stella della scuola diretta dalla severa e rigida – anche se avrà rapporti intimi con alcuni allievi – Monique DuBois (Lauren Holly).

RECENSIONE
 
Ammettiamolo, c’è un binomio a cui nessuno può resistere ed è quello tra adolescenza e balletto. Chi storce il naso ha probabilmente più di qualcosa da nascondere. E si dà il caso che lo stesso valga per ciascun* ragazz* della prestigiosa accademia Archer di Chicago, da cui prende le mosse Tiny Pretty Things. 
 

Come definire questa serie se non un crossover di generi: abbiamo l’elemento thriller, certo, ma anche tanto amore, relazioni familiari e d’amicizia, intrighi, sesso, droga e disturbi alimentari, tutto in pieno stile Young Adult. E poi c’è il balletto. Ecco, forse la danza è l’elemento che spicca sul resto, l’unico veramente degno di nota. Sì, perché se questi ragazzi giovanissimi sono delle promesse nella loro disciplina e incantano con le loro coreografie, lo stesso non può dirsi delle loro interpretazioni; così come i buchi di trama non rendono giustizia all’altissima qualità del ballo che viene mostrata. 
 

Assistiamo, infatti, al lento dipanarsi di una storia che fa acqua da tutte le parti, con evoluzioni improvvise e ingiustificate nei rapporti tra i personaggi, plot twist dal retrogusto amaro e cambiamenti di rotta indifendibili. Ma torniamo all’apertura di questa recensione: nessuno può resistere al binomio tra adolescenza e balletto. Quindi, nonostante i difetti macroscopici finora elencati, alla domanda “Vale la pena di guardare Tiny Pretty Things?” la risposta non può che essere “Sì!” E, personalmente, non vedo l’ora che esca la seconda stagione perché ho bisogno di sapere!
 
E adesso vi lascio con qualche curiosità:

    1. La serie è basata sull’omonimo romanzo Young Adult di Sona Charaipotra e Dhonielle Clayton.
    2. Gli attori sono tutti veri ballerini, che interpretano le coreografie senza bisogno di controfigure.
    3. Kylie Jefferson (Neveah Stroyer) è una ballerina contemporanea, attrice e coreografa, nonché la più giovane allieva mai accettata alla prestigiosa accademia di danza Debbie Allen.
    4. Brennan Clost (Shane McRae) ha rivelato di essere stato vittima di bullismo ai tempi della scuola.
    5. Bayardo De Murguia (Ramon Costa) sebbene interpreti un celebre coreografo nella serie, in realtà non vanta trascorsi nel balletto, bensì nello sport. Per questo, ha rivelato in un’intervista che calarsi nella parte è stata una vera sfida per lui. 

    Nessun commento

    Powered by Blogger.