Fumettilandia

Cinegatto

PROGETTO INFANZIA: CHI VIVE NEL BOSCO? DI OKSANA BULA

Buongiorno miei piccoli e grandi lettori,
oggi la nostra amica Eliana ci parlerà di un bellissimo libro educativo targato Jaca Book.



Chi vive nel bosco?
di Oksana Bula



Editore:
Jaca Book
Prezzo: € 16,00

La vita nel bosco è molto movimentata. Succede un po’ di tutto. Il ghiro vuole dormire a tutti costi, gli piace il silenzio e non vuole essere disturbato. Vorrebbe immergersi nei ricordi di famiglia e della sua adorata mamma, che ora non c’è più. Ma a quanto pare sembra proprio impossibile riuscire a starsene tranquilli: tra volpi, scoiattoli e il canto degli uccelli non si può chiudere occhio. Meglio uscire e far provviste per il lungo inverno! Inizia un viaggio pieno di scoperte, accompagnato da un diario in cui mamma ghiro aveva annotato ogni tipo di informazione sulle creature che popolano il bosco. Il ghiro, all’inizio un po’ dubbioso, si abbandona al piacere della scoperta. Il bosco sta cambiando i suoi colori. Il verde lascia spazio al marrone, al rosso e all’arancione. Il ghiro passeggia tra giovani faggi (hanno solo 100 anni!), querce, larici, abeti (con il loro legno si fabbricano violini che suonano una dolce melodia!) e noccioli (sono i primi a fiorire nel bosco in primavera). Per non parlare delle creature si nascondono in questo ambiente fitto e intricato: bombi, topi, lombrichi, scoiattoli, gazze, lepri e volpi (che tutti chiamano le code rosse). E quando si alza un fumo nero e le fiamme divampano, il ghiro scopre una comunità di amici solidali tra loro. Insieme riusciranno a salvare il loro amato bosco? Età di lettura: da 4 anni.
Recensione

 

Jaca Book è una casa editrice davvero interessante e questo albo ne è la dimostrazione.
Chi vive nel bosco? può essere considerato un albo divulgativo per la sua capacità di veicolare contenuti di scienze, storia, educazione civica accostando il piacere della bellezza del racconto ad un contenuto che potremmo definire enciclopedico.

Risguardi meravigliosi, pieni di foglie, ci immergono sin da subito nell'atmosfera di un bosco autunnale, in cui un vecchio tasso brontolone, tra un battibecco con i giovani scoiattoli coderosse e ricordi d'infanzia, ci guida alla scoperta dei suoi tesori.
 

Supportati dalle conoscenze di botanica del tasso, attraverso le bellissime illustrazioni, possiamo esaminare le differenze tra le pigne dell'abete e quelle del pino, tra un albero deciduo e un sempreverde, tra le foglie del pioppo tremulo e quelle dell'ontano.
La sua passione per le piante è evidente sin dalla copertina, dove appare intento nella lettura di un erbario, un quaderno che ancora dopo tanti anni custodisce con cura, in cui la mamma raccoglieva le informazioni, nonché ricordi di famiglia.

Non mancano i riferimenti alle differenze generazionali tra la giovinezza, sinonimo di inesperienza, irruenza e leggerezza e la vecchiaia, sinonimo di pedanteria, saggezza e maturità.
Gli scoiattoli si prendono gioco del tasso, disturbando la sua quiete tirando pigne nel suo giardino ma proprio una di quelle pigne mette in allarme il vecchio saggio, che si precipita nel punto dove sono state raccolte.
La passeggiata del tasso si conclude al margine del bosco. Nel campo incolto è stato appiccato un incendio ed il tasso si adopera insieme agli altri animali a spegnerlo.
E qui un ammonimento, un richiamo al senso civico ma soprattutto alla responsabilità delle proprie azioni.


"Sarebbe bene che si insegnasse a tutti a non accendere fuochi quando non è necessario...
Hanno bruciato l'erba secca- e questo cosa provoca? Tutte le volte che succede molti di noi muoiono. E poi, uno strato di terra fertile scompare nel vento. Chi pensa a questo?
"
Un libro che vale davvero la pena di sfogliare, leggere e risfogliare, per cercare particolari nuovi di volta in volta tra le tavole ricche di colori e sfumature.

 

Nessun commento

Powered by Blogger.