Fumettilandia

Cinegatto

IL TRONO DI PELLICOLE: SAILOR MOON - ANIME

Più di un anno fa abbiamo rispolverato il manga di un cult come Sailor Moon (https://ilsalottodelgattolibraio.blogspot.com/2019/10/il-trono-di-pellicole-anni-90-sailor.html). Oggi è arrivato il momento di parlare dell’anime che ci ha appassionato negli anni ’90, consigliandovi un rewatch delle cinque stagioni di Sailor Moon disponibili in Italia dopo i diritti sbloccati… affrettatevi!



SAILRO MOON - ANIME


La mamma di Sailor Moon, Naoko Takeuchi, non ha mai gradito particolarmente la serie animata prodotta da Toei Animation, la quale è stata oggetto di censure, stravolgimenti di trama e cambiamenti di stile poco apprezzati. Noi, che nel 1995 – data di trasmissione del primo episodio in Italia – eravamo solo bambini, non potevamo essere a conoscenza dello scontento della Takeuchi, né della storia originale del manga, sicuramente più profonda. E in fondo, non ce ne sarebbe importato nulla. Perché quel cartone animato, le sigli di Cristina D’Avena, i mille gadget della Giochi Preziosi, erano il nostro mondo, e ancora oggi il ricordo di tutto questo è più vivo che mai. Ripercorriamo insieme le cinque stagioni della nostra amatissima serie!

 

SAILOR MOON



La prima serie di Sailor Moon è composta da 46 episodi e si incentra sul risveglio delle cinque guerriere principali e di Milord, alla ricerca della principessa Serenity e del Cristallo d’argento. Bunny è una ragazzina sbadata e piagnucolona, la cui vita cambia in seguito all’incontro con una gatta parlante, Luna. Donandole una spilla che le permette di trasformarsi in Sailor Moon, Luna spiega alla nuova paladina della giustizia che veste alla marinara il suo compito: trovare le altre guerriere Sailor, proteggere la Terra e salvare la principessa della Luna. Nell’arco della prima stagione, Amy, Rea, Morea e Marta verranno trovate da Bunny e Luna, e ognuna di loro riattiverà i propri poteri. Marta, alias Sailor Venus, è stata la prima a risvegliarsi e a mettersi sulle tracce di Serenity, aiutata dal suo gatto parlante Artemis. Nel corso della stagione, le guerriere Sailor dovranno combattere contro il Regno delle tenebre, i nemici alla ricerca del cristallo d’argento guidati dalla Regina Periglia. I loro attacchi puntano a sottrarre l’energia vitale degli esseri umani sfruttando dei mostri, e a consegnare l’energia alla loro unica sovrana, la Regina Metallia. Svelate le rispettive identità, Marzio (Milord) e Bunny ricorderanno il loro passato: Bunny è la principessa della Luna Serenity, Marzio il principe della Terra Endymion. Quando Regina Periglia, invidiosa della Luna e del potere di Serenity, si insidiò nei cuori dei fragili esseri umani assetati di potere, la guerra tra la Luna e la Terra si risolse con la sconfitta di Silver Millennium, ovvero del regno argentato. Ma la Regina Serenity, madre della piccola principessa, pervasa dal dolore per la morte della figlia e degli abitanti del suo regno, riuscì a salvare il Cristallo d’argento, sacrificando la sua stessa vita e permettendo a tutte le guerriere e al principe Endymion di rinascere sulla Terra. La nuova battaglia si combatte dunque nel presente e, in seguito alla caduta di tutte le guerriere e di Milord, Sailor Moon si ritroverà da sola ad affrontare la Regina Metallia, riuscendo a sconfiggerla e perdendo la sua stessa vita. Bunny, Amy, Rea, Morea, Marta e Marzio scelgono di rinascere nella speranza di potersi incontrare di nuovo, e tornano sulla Terra senza la memoria di ciò che è accaduto.  

 

SAILOR MOON – LA LUNA SPLENDE



La seconda serie è composta da 43 episodi ed è divisa in due parti: la prima vede le guerriere affrontare i due alieni Anna e Ale; la seconda è il proseguimento della storia principale. Anna e Ale sono gli unici sopravvissuti della loro specie, due alieni che, sotto le sembianze dei due terrestri Francois e Michelle, si nutrono dell’energia degli esseri umani per far crescere l’albero dell’oscurità. Attraverso delle carte generano delle creature per raggiungere il loro scopo. Luna e Artemis sono costretti a restituire la memoria alle cinque guerriere per fronteggiare la nuova minaccia. Scelgono di non coinvolgere Marzio, permettendogli di vivere una vita normale. Al suo posto un misterioso Cavaliere della Luna proteggerà Sailor Moon, per poi scoprire in seguito che si tratta di una proiezione della coscienza di Marzio, che sparirà una volta riacquistata la memoria. Anna e Ale si innamorano di Bunny e Marzio, sviluppando un sentimento di odio e gelosia verso i rivali. Svelate le rispettive identità, i due alieni vogliono sacrificare la vita di Bunny e Marzio per alimentare l’albero dell’oscurità, che invece uccide Anna, accusandola di aver sviluppato insieme ad Ale sentimenti negativi e di distruzione. L’albero dell’oscurità spiega poi che vi era un tempo in cui non esisteva altro che lui e l’oceano. Dopo ere di solitudine, creò altre creature con cui condividere la sua esistenza. Ma presto svilupparono l’intelligenza, la furbizia e l’egoismo, riempirono mente e cuore di odio, di sete di potere e di vendetta, fino ad annientarsi uccidendosi tra loro. Anna ed Ale furono gli unici a sopravvivere, ma credettero di aver bisogno di energia sottratta agli essere umani per sopravvivere. Tutto quello di cui avevano bisogno era, invece, il loro amore. Con il potere di Sailor Moon, l’albero dell’oscurità viene purificato e rinasce come germoglio, ridando la vita ad Anna. Comprendendo di aver bisogno solo l’uno dell’altra, Anna ed Ale lasciano la Terra per ricostruire un futuro di pace.

Nella seconda parte, Chibiusa arriva sulla terra dal futuro. Alla ricerca del cristallo d’argento, inizialmente le sue intenzioni non sono chiare, tanto da scatenare una forte reazione in Bunny che non si fida di lei. Nel corso della storia, si scopre che Chibiusa è la figlia di Serenity ed Endymion, colpevole di aver preso il cristallo d’argento su Silver Millennium e di aver causato la sua possibile fine. Il regno lunare è stato infatti attaccato dalla Luna nera guidata dal Saggio, che riesce a manipolare la mente di Chibiusa trasformandola nella Lady Nera. Sailor Pluto, guardiana dello spazio e del tempo, trasporta le guerriere nel futuro, a Crystal Tokyo, dove vedono con i loro occhi Serenity immobile avvolta in un cristallo. Capiscono adesso il senso di colpa di Chibiusa, la sua disperazione e il suo dolore tanto grande da averla trasformata nella Lady Nera. Le guerriere unendo le loro forze riescono a sconfiggere il Saggio, salvando Chibiusa e il futuro.

 


SAILOR MOON E IL CRISTALLO DEL CUORE



La terza serie è composta da 38 episodi e vede la comparsa delle guerriere del sistema solare esterno. L’esercito del silenzio composto dallo scienziato Tomoe, Kaolinite e dalle Cinque streghe sono alla ricerca dei cristalli/talismani presenti nei cuori puri degli esseri umani. Una volta trovati e riuniti i tre talismani, sarà possibile evocare la coppa lunare e un messaggero in grado di portare il silenzio e la distruzione nel mondo. Sailor Pluto questa volta viene affiancata da altre due guerriere, Sailor Neptune e Sailor Uranus, rispettivamente Milena e Heles, le quali non vogliono collaborare con Bunny e le altre, ma procedere senza ostacoli alla ricerca dei talismani per evitare il risveglio di Sailor Saturn, guerriera della distruzione. La figlia del professor Tomoe, Ottavia, una ragazza molto fragile e con problemi di salute, fa amicizia con Chibiusa, rimasta sulla terra per diventare una guerriera Sailor. Si scopre in seguito che a causa di un’esplosione nel laboratorio dell’istituto Mugen, Ottavia venne ferita mortalmente e che il padre strinse un patto con un’entità malvagia, Germatoid, pur di salvarla. Donata la propria anima, Tomoe si mise alla ricerca della coppa lunare, in grado di creare un ponte tra la Terra e la Nebulosa tau – pianeta di origine di Germatoid – in grado di permettere l’avvento del messia del silenzio, Faraone90. Connessa a Despota9, un’entità distruttiva che ha bisogno di energia per rinascere, Ottavia non è a conoscenza del sacrificio del padre né del pericolo che potrebbe causare il suo risveglio. I tre talismani vengono ritrovati con grande sorpresa delle Sailor: sono sempre stati nelle mani delle guerriere del sistema solare esterno, a loro insaputa. Lo specchio, la spada e la gemma riuniti permettono la comparsa della Coppa lunare che trasforma Bunny in Super Sailor Moon. I nemici continuano a rubare i cristalli del cuore per dare energia a Despota9, che viene risvegliata con il cristallo del cuore di Chibiusa. Lasciato il corpo di Ottavia e, tramite un inganno, Despota9 si impossessa della Coppa lunare, permettendo l’arrivo sulla Terra di Faraone90. Quando i ricordi di Ottavia riaffiorano, Sailor Saturn viene risvegliata proprio nel corpo di Ottavia, distruggendo con la sua forza Faraone90. Ottavia perde la vita rinascendo nel suo corpo, da bambina, tra le braccia di suo padre.

 


SAILOR MOON E IL MISTERO DEI SOGNI



La quarta serie è composta da 42 episodi e vede la comparsa di Pegasus e del Dead Moon Circus sotto la guida della Regina Nehellenia. In passato, la regina Nehellenia vide riflesso in uno specchio il suo terribile futuro, causandole la paura di invecchiare, della solitudine e covando invidia e rancore verso la bella principessa della Luna. Così decise di prendere energia dai sogni degli esseri umani, e di trovare il Cristallo d’oro, necessario per mantenere la sua magnificenza. Il Cristallo era custodito dal principe Helios, guardiano dei sogni dell’umanità, che riuscì a scappare dalle grinfie della Regina scindendo il suo spirito dal corpo, e trasformandosi nel cavallo alato Pegasus. La Regina Serenity punì Nehellenia rinchiudendola nel suo stesso specchio e confinandola nella Luna spenta. Nehellenia riuscì però a proiettare la sua paura in Zirconia, la quale ha il compito di riportare la Regina dall’altra parte dello specchio. Per farlo sfrutta il Dead Moon Circus e il Trio Amazzonico prima – esseri a metà tra uomini e animali – e il Quartetto Amazzonico poi – bambine con grandi poteri. Nehellenia, stanca dei continui fallimenti e voltafaccia dei suoi alleati, s’impossessa da sola del Cristallo d’oro e trova Pegasus custodito nei sogni di Chibiusa. Una volta fuori dallo specchio, però, le guerriere Sailor aiutate dal Quartetto Amazzonico le portano via il Cristallo, condannando il corpo di Nehellenia a invecchiare. La Regina torna nello specchio, ma non per molto tempo.

 


PETALI DI STELLE PER SAILOR MOON



La quinta serie è composta da 34 episodi e vede la conclusione dell’intero arco narrativo, ricollegando a una sola entità tutti i nemici finora sconfitti dalle guerriere. Regina Nehellenia viene liberata dallo specchio da un’entità misteriosa, Galaxia, che le offre vendetta nei confronti di Sailor Moon. I primi episodi della serie vedono nuovamente le guerriere scontrarsi con Nehellenia che, impotente di fronte all’immensa bontà di Sailor Moon, ottiene una seconda possibilità e rimedia ai suoi errori, mettendo definitivamente da parte odio e rancore. La vera minaccia è però Galaxia, guerriera Sailor decisa a impossessarsi dei Semi di stella e a governare l’intera galassia risvegliando Chaos, un tempo da lei stessa imprigionato. Tre misteriosi personaggi fanno il loro ingresso in questa serie: i Three Lights, gruppo musicale composto da Seya, Taiki e Yaten che nascondono una doppia identità. Si tratta delle Sailor Starlights, gemelle di Seya, Taiki e Yaten in grado di trasformarsi e combattere. Provenienti dal pianeta Kinmoku, cercano la loro principessa in seguito alla distruzione della loro casa da parte di Galaxia. Fa la sua comparsa anche ChibiChibi, una bambina piombata improvvisamente nella vita di Bunny, in stile Chibiusa. Il primo Seme di stella di cui s’impossessa Galaxia è quello di Marzio, in volo verso gli Stati Uniti dopo aver vinto una borsa di studio. Il Seme di Marzio è però quello del principe della Terra, e così Galaxia è già in grado di controllare il pianeta. Continua la sua ricerca dei Semi più puri, facendo nel frattempo scontrare le quattro Veneranti – guerriere Sailor ai suoi servigi, ma manipolate dai bracciali simili a catene nei loro polsi e dunque rese schiave – con le guerriere Sailor e le Starlights. Nella battaglia finale, Galaxia s’impossessa dei Semi di stella di tutte le guerriere Sailor e degli abitanti della Terra, lasciando Sailor Moon e le Starlights a combattere da sole. Si scopre che in passato Sailor Galaxia fu in grado di sconfiggere Chaos, ma per farlo dovette imprigionarlo nel proprio corpo. Da qui, la sua malvagità prese sempre più possesso della guerriera, a tal punto che per salvare almeno un parte di sé dovette rinunciare al suo Seme di stella, ovvero alla speranza che adesso si trova in ChibiChibi. Sailor Moon si rifiuta di combattere contro Chaos, riconoscendo che nel suo nemico è ancora presente una parte di Galaxia, la vera guerriera rimasta intrappolata per troppo tempo in quel corpo. Il Seme di stella di Sailor Moon risplende di una luce abbagliante e, avvicinandosi a Chaos, Bunny riesce a prendere la sua mano infondendo quel calore che solo l’amore può dare. Galaxia sente il tepore e riesce finalmente ad abbandonate la sua prigione, costringendo Chaos ad andare via. L’anime si chiude con il saluto delle guerriere e di Marzio alle Starlights e alla loro principessa, sono pronte a tornare sul loro pianeta. E ovviamente, con la promessa d’amore eterno al chiaro di Luna tra Bunny e Marzio.

Nelle cinque stagioni non si abbandona mai l’idea che l’amore può tutto. L’eterna bontà, speranza, coraggio e il grande cuore di Bunny sono i protagonisti, in una ferma convinzione che con questi valori si supera qualunque male. Il suo mondo ruota attorno alle amiche e all’amato Marzio, in un crescendo di eventi che portano Bunny a maturare e a prendere sempre più il suo posto nel mondo. La spiritualità giapponese è presente sia nel manga che nell’anime, con i concetti fondamentali della tradizione. Ancora oggi non posso che concordare con Testolina buffa, ammirare la sua parsimonia e la sua fede. E soprattutto dire che è vero, tutto ciò di cui abbiamo bisogno è avere accanto a noi le persone che amiamo e che ci amano. E non bisogna perdere mai la speranza, così come ci dice lei nel dialogo finale con Galaxia:

“Tu credi veramente che Chaos sia stato sconfitto? Dovremo temerlo ancora o siamo riuscite a scacciarlo definitivamente?”
“Io credo che anche lui finalmente sia tornato nella sua dimora.”
“E dimmi, quale sarebbe?”
“Tu non lo immagineresti, ma vive nei nostri cuori.”
“Quello che mi dici è davvero terribile.”

“No. Basta non perdere la speranza. Noi dobbiamo fidarci del prossimo e non smettere mai di sperare, è la cosa fondamentale. Nella nostra coscienza il bene e il male esisteranno sempre, basta seguire i buoni consigli.”






                                         

2 commenti

  1. Ommammma mia ma pensa che è da un po' che mi frulla in testa la voglia di riguardarmi tutta la serie! So che è uscito il remake, più fedele al manga (che ho letto e adorato)... ma hai ragione, noi figli degli anni Novanta non possiamo non amare la prima, censurata, imprecisa versione! Grazie per questo tuffo nel passato! Ora vado a capire come si può andarla a guardare legalmente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente manga e anime anni '90 forever! Crystal ben fatto, ma la nostra Bunny non era così bambolina di cristallo xD

      Elimina

Powered by Blogger.