Fumettilandia

Cinegatto

GATTO TV: LITTLE FIRES EVERYWHERE

Siamo sul finire degli anni Novanta, nella provincia americana. Shaker Heights, Ohio, ci appare subito come un set preconfezionato, ordinato e pulito come solo le costruzioni a tavolino sanno essere. Ed è proprio di questo che si tratta: non solo la cittadina sobborgo di Cleveland esiste veramente ed è stata creata per un preciso disegno sociale, ma è da qui che prende le mosse la serie.



Scheda Serie TV

Tanti piccoli fuochi è una miniserie televisiva tratta dal romanzo omonimo del 2017 di Celeste Ng. È ambientata a Shaker Heights, un sobborgo di Cleveland, Ohio, alla fine degli anni 90 e presenta Reese Witherspoon e Kerry Washington come madri di diversa estrazione socioeconomica.

RECENSIONE
 

Come un vero e proprio personaggio, infatti, Shaker si mostra per l’agglomerato di culture e benessere economico che è, ricco di autentiche opportunità che cullano la serena convivenza di tutti gli abitanti, a qualunque etnia essi appartengano. È l’incontro-scontro tra Mia Warren ed Elena Richardson a rimuovere progressivamente il velo di ipocrisia che protegge e isola la città, e lo fa esplorando modi differenti di vivere la maternità. 

 


Tratto dal best-seller di Celeste Ng, Little fires everywhere porta in scena le difficoltà di essere genitore, ma anche e soprattutto adolescente alle soglie del Duemila, tra sogni spezzati, legami rinnovati e un barlume di speranza che ogni cosa possa trovare la sua collocazione, per quanto inaspettata. Una miniserie che consiglio anche solo per le splendide interpretazioni di Reese Witherspoon e Kerry Washington, impossibili da imbrigliare nel cliché del buono che combatte il cattivo.

 


Nessun personaggio, infatti, può definirsi completamente positivo o negativo: come ognuno di noi, hanno un lato oscuro che può emergere in qualsiasi momento e lo spettatore ha il privilegio di assistere allo smascheramento di tutti coloro che si muovono sulla scena elitaria di Shaker.

 

 

Prima di augurarvi buona visione, vi lascio con qualche curiosità:
 
  1. Nel romanzo da cui è tratta la serie, l’autrice, Celeste Ng, ha volutamente mantenuto vaga e indefinita l’etnia di Mia Warren. Durante un’intervista rilasciata da Kerry Washington nell’aprile 2020, l’attrice ha dichiarato che Celeste Ng le ha confessato di aver sempre pensato a Mia come a un personaggio di colore, ma di non essersi sentita in grado di svilupparlo su carta in maniera adeguata, scegliendo piuttosto di non rendere esplicita la questione.
  2. La produttrice esecutiva e regista Lynn Shelton è venuta a mancare nel 2020, appena tre settimane dopo il rilascio dell’ultimo episodio della serie.
  3. Mentre sono dal parrucchiere, Elena (Reese Witherspoon) suggerisce alla figlia ribelle Izzy (Megan Stott) di farsi un taglio alla Rachel di Friends. Curiosamente, Reese Witherspoon ha interpretato la sorella minore di Rachel in Friends e ha recitato di nuovo con Jennifer Aniston in The morning show (2019).
  4. A vent’anni esatti da Cruel Intentions (1999), Joshua Jackson (Bill Richardson) e Reese Witherspoon (Elena Richardson) tornano a lavorare insieme, questa volta come marito e moglie.
  5. Il romanzo da cui è tratta la serie è stato scoperto da Reese Witherspoon in persona prima ancora della pubblicazione. Poco dopo la sua uscita, lo ha scelto per il suo club di lettura e in breve è diventato un best-seller. Successivamente, è stata sempre Reese Witherspoon a consegnare il libro nelle mani di Kerry Washington, con la quale ha tramato per renderlo una miniserie, affidandone l’adattamento per lo schermo a Liz Tigelaar.
 

Nessun commento

Powered by Blogger.