Fumettilandia

Cinegatto

RECENSIONE: FAIRY OAK. LA STORIA PERDUTA DI ELISABETTA GNONE

Buongiorno readers,
se avete amato anche voi le gemelle Fairy Oak, ho una bellissima notizia per voi, per festeggiare il loro quindicesimo anniversario, da oggi in libreria e in tutti gli store online, le troverete nuovamente alle prese con una bellissima avventura.



Fairy Oak
La storia perduta
di Elisabetta Gnone
                                                    

Genere:
Narrativa x ragazzi
Prezzo: € 17,10
Editore: Salani
Uscita: 22 Ottobre 2020

Il tempo è passato e molte cose sono cambiate a Fairy Oak, e così capita di immelanconirsi riguardando vecchie fotografie davanti a un tè, ricordando vecchi amici e grandi avventure.Ma quando i ricordi approdano all'anno della balena, i cuori tornano a battere e i visi a sorridere. Che anno fu! Cominciò tutto con una lezione di storia,proseguì con una leggenda e si complicò quando ciascun alunno della onorata scuola Horace McCrips dovette compilare il proprio albero genealogico.Indagando tra gli archivi, le gemelle Vaniglia e Pervinca, con gli amici di sempre, si mettono sulle tracce di una storia perduta e dei suoi misteriosi protagonisti. E mentre il loro sguardo ci riporta nella meravigliosa valle di Verdepiano, si consolidano vecchie amicizie, ne nascono di nuove, si dichiarano nuovi amori e si svelano sogni che diventano realtà. Età di lettura: da 8 anni.
RECENSIONE

 

I primi amori non si scordano mai ed ecco finalmente ritrovare le gemelle Vaniglia e Pervinca di Fairy Oak. Quanto mi sono mancate...
Il tempo però è passato anche per loro, e vederle sposate, con figli e addirittura nipoti è stato veramente un colpo al cuore. Ma oltre a me anche le gemelle si sono lasciate trascinare dalla malinconia e dai ricordi ed è per questo che, sfogliando delle vecchie fotografie davanti ad un tè, sono ritornate in quegli anni magnifici, quando ancora bambine, ne combinavano di tutti i colori.


Tutto inizia con una materia scolastica... Si sa che i ragazzi non amano molto la storia ma basta saperli prendere per il verso giusto che il loro entusiasmo non tarda ad arrivare. 
Illuminata Foresta la supplente del severo Professore Absenzio Enormous, chiede ai ragazzi di ricostruire la storia della propria famiglia, la classe
della onorata scuola Horace McCrips non poteva che esserne contenta. Pervinca e Vaniglia da subito entusiste di dar vita al loro albero genealogico, decidono di ampliare gli studi nella biblioteca di Fairy Oak ed è qui che, scavando tra gli archivi, le ragazze e gli amici di sempre, vengono a conoscenza di una fantastica storia, l'esistenza di una Balena legata ad una lontana leggenda.

 

La curiosità delle ragazze, la sparizione di un cane, il nascere di nuovi amori, di nuove amicizie e alleanze e le lunghe giornate trascorse ad osservare l'orizzonte per scovare la balena, farà si che anche in questa nuova avventura ci ritroveremo ad amare la meravigliosa valle di Verdepiano e a desiderare di trovare anche noi una storia perduta...


Elisabetta Gnone anche questa volta, attraverso la sua penna esperta e infallibile, ha dato vita ad una storia avvincente, coinvolgente e sensazionale.
Come è solito fare inoltre, attraverso le sue parole, ha donato ai piccoli lettori, qualche insegnamento di vita molto interessante e istruttivo. Naturalmente non si parlerà solo di avventure e misteri da risolvere, ma anche di primi amori che, con la crescita dei ragazzi, è normale veder sbocciare.
Anche la scelta di proseguire la storia su due linee temporali è stata abbastanza avvincente ma... ebbene sì c'è un ma... per quanto mi riguarda, nonostante i ricordi di Pervinca e Vaniglia me le abbiano fatto reincontrare, sapere che zia Tomelilla o altri personaggi "saggi" incontrati nei primi volumi non ci sono più, mi ha fatto un po' rattristare. È vero prima o poi un ciclo doveva terminare ma non potevano essere tutti eterni?


Le radici dei popoli sono come le radici degli alberi: consolidano il terreno per le generazioni future. E ogni storia perduta, o dimenticata, può contenere molte verità.

Detto ciò, in conclusione le gemelle e Fairy Oak, riescono ogni volta a stupire e a creare quella atmosfera magica che solitamente solo la Disney ha... quindi visto che Natale si sta avvicinando, che ne dite di farlo trovare sotto l'albero di qualche bambino/ragazzo/adulto?

8 commenti

  1. Eh si, anch'io ho avuto un colpo al cuore quando ho letto e capito quanto tempo fosse passato... tristezza, ma anche tenerezza... si anche per me dovevano essere tutti eterni!
    Abbiamo pensato le stesse cose...pazienza... detto ciò sono contenta di averti coinvolta in questo viaggio e grazie <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vediiii perché in fondo siamo ancora delle tenere bambinone ahahahah
      Grazie mille per avermi coinvolta :-)

      Elimina
  2. Bella recensione! Rileggere di Pervinca e Vaniglia nonnine, mi ha fatto tenerezza. E' stato bello viaggiare con loro nel mondo dei ricordi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo ma vederle così adulte... uhhh ma quanto siamo invecchiate anche noi? AHhaha

      Elimina

Powered by Blogger.