GRAPHIC NOVEL: POSSIAMO ESSERE TUTTO DI FRANCESCA CECI E ALESSIA PULEO

Hola readers,
oggi voglio iniziare questa giornata parlandovi di una bellissima graphic novel che parla di integrazione per abbattere gli stereotipi e i pregiudizi.



Possiamo essere tutto
di Francesca Ceci - Alessia Puleo



Genere: Graphic Novel
Editore: Tunuè
Prezzo: € 12,50
LINK acquisto QUI

Una storia di integrazione per abbattere gli stereotipi e i pregiudizi. Un graphic novel sulle seconde generazioni, contro ogni discriminazione. Realizzato in collaborazione con Amnesty International, il graphic novel racconta la storia della famiglia Fares, di origine marocchina e di religione islamica, ormai trasferita in Italia da molti anni. Ne fanno parte il padre Salim, la madre Nur, le figlie Raya e Amal e il figlio minore Hadi, l’unico ad essere nato a Roma. Le due sorelle Raya e Amal vivono sul filo continuo e instabile dell’equilibrio tra i due mondi. Raja ha ventidue anni e sogna di aprire una libreria tutta sua. Amal ha diciassette anni, ha deciso di portare il velo e ama il teatro e l’arte moderna. Hadi ha undici anni e ancora non sa che non basta nascere in un paese per esserne cittadino. I tre fratelli, insieme ai genitori immigrati dal Marocco a Roma quindici anni prima, vivono in equilibrio tra le due culture, quella di origine marocchina e quella di crescita italiana, in bilico tra la religione familiare e la libera scelta, sospesi tra ciò che la società si aspetta da loro e ciò che loro sentono di essere, a cavallo tra un'identità a metà e molteplice allo stesso tempo.
RECENSIONE

Possiamo essere tutto lettori miei, è una graphic novel di altissimo livello! Attraverso la narrazione di Francesca Ceci e le illustrazioni di Alessia Puleo, viene infatti trattato un tema delicato e purtroppo ancora molto comune ai giorni nostri, ovvero la difficoltà di integrazione per degli emigrati o per la così detta seconda generazione, figli nati nel paese ospitante.

Protagonisti di questa storia sono la famiglia Fares, di origine marocchina e di religione islamica, che trasferitasi in Italia da diversi anni per cercare di creare più possibilità per i propri figli, continuano a non sentirti accettati da un Paese, ancora oggi, surclassato dai pregiudizi e dagli stereotipi. La famiglia è composta dal padre Salim, la madre Nur, le figlie Raya e Amal e il figlio minore Hadi, l’unico ad essere nato a Roma.

 

Raya e Amal ormai delle giovani donne vorrebbero trovare il modo di realizzare i propri desideri ma a quanto pare la burocrazia Italiana non viene in loro aiuto.
Raya, la più grande, vorrebbe tanto aprirsi una libreria al femminile tutta sua, ma si dovrà scontrare molto presto con l'iter Italiano: permessi e finanziamenti, non vengono rilasciati senza una cittadinanza. Amal ha scelto di onorare la propria religione portando il velo, ma spesso, sia dai suoi compagni che da dei semplici sconosciuti, viene guardata e additata come fosse un alieno. Hadi il piccolo di casa, convinto che basti essere nato in un Paese straniero per ottenerne la cittadinanza, sarà subito smentito.


 

Possiamo essere tutto, è una graphic novel breve ma intensa. Una graphic novel coinvolgente, poetica, vera e pungente.
Una graphic novel in cui vengono messe a confronto due culture diverse e nonostante il rispetto per entrambe, si viene semplicemente giudicati ed etichettati per la propria religione.
Possiamo essere tutto, vi darà una visione di entrambi le parte, vi permetterà di capire alcune scelte... 


Certamente non posso dirvi che si tratti di una graphic novel come tante, non affronta un argomento semplice da digerire e che già i telegiornali mettono in evidenza ogni giorno ma perché per una volta, dopo aver affrontato la lettura di questo piccolo gioiellino non vi fermate a riflettere?

Nessun commento

Powered by Blogger.