RECENSIONE: THE ONES. LA PROFEZIA DEI PRESCELTI DI VERONICA ROTH

Buongiorno readers,
se anche voi siete fan di Veronica Roth, non potete assolutamente perdervi il suo nuovo libro che potrete trovare in tutti gli store online e librerie.

The Ones
La profezia dei prescelti
di Veronica Roth
 
                                                      
Genere: Distopico
Prezzo: € 19,90 (ebook 9,99€)
Editore: Mondadori
Uscita: 21 luglio 2020

Fin dalla sua prima comparsa, l'Oscuro non ha fatto che generare panico e caos. Entità malefica incredibilmente potente, ha provocato eventi catastrofici capaci di radere al suolo città intere e spezzare migliaia di vite innocenti.
Gli unici in grado di sconfiggerlo, a quanto scritto in una profezia, potrebbero essere cinque ragazzini, Sloane, Matt, Ines, Esther e Albie, i Prescelti. Prelevati dalle loro case da un'agenzia governativa, vengono sottoposti a un training durissimo in cui viene insegnato loro l'uso della magia, indispensabile per affrontare la missione che li attende. La lotta con l'Oscuro prosegue per anni, ma alla fine ne escono vincitori.
Tutto il mondo a questo punto può tornare piano piano alla normalità... tutti tranne loro, soprattutto Sloane, che più dei compagni fatica a rimettersi in sesto. I segreti che nasconde non solo la tengono agganciata al passato ma la allontanano inevitabilmente dalle sole quattro persone al mondo in grado di capirla.
Subito dopo la celebrazione del decimo anniversario della gloriosa vittoria sull'Oscuro che vede ancora una volta riuniti i cinque Prescelti, accade l'impensabile: uno di loro muore. E quando i restanti quattro si riuniscono per celebrarne il funerale, fanno una tremenda scoperta: hanno commesso il grave errore di sottovalutare l'Oscuro. Il suo obiettivo finale, infatti, è sempre stato molto più grande di quanto loro, il governo e persino la profezia avessero previsto, e questa volta resistergli potrebbe costare a Sloane e ai suoi compagni molto più di ciò che hanno ancora da dare...
RECENSIONE

Sloane, Matt, Ines, Esther e Albie, cinque adolescenti dai caratteri completamente diversi, sono stati prelevati dalle loro case da un'agenzia governativa, perchè i Prescelti. A quanto pare infatti secondo un'antica profezia, potrebbero essere gli unici in grado di sconfiggere l'Oscuro, un'entità malefica e potente capace di distruggere il mondo.
Proprio per questo motivo, ad ognuno di loro, vengono affidati degli artefatti, armi magiche, per l'esatezza. Oggetti leggendari capaci di incanalare la magia a chi ne fosse stato predisposto: Il ramo d'oro, il Corno di Himdall, le Freikugeln, le pallottele magiche e l'Ago di Koschei.

Dopo anni di duri allenamenti, perdite, incidenti e lunghi insegnamenti per imparare a controllare la propria magia, i cinque ragazzi sembrano finalmente aver sconfitto l'Oscuro. Ma ognuno di loro, pur cercando di ritornare alla normalità porta ancora, seppur invisibili, i segni della battiglia, soprattutto Sloane, la solitaria del gruppo e Albie, fatto prigioniero per un giorno insieme alla ragazza, dall'Oscuro.

La storia inizia proprio con la celebrazione del decimo anniversario dalla sconfitta dell'Oscuro. Matt il capogruppo, è anche deciso a chiedere la mano di Sloane, ma la morte improvvisa di uno dei cinque ragazzi, rimette in gioco la loro relazione, ma sopratutto li mette davanti ad una triste verità, chi sono diventati? I ragazzi però non possono neanche lasciarsi andare alla disperazione per la perdita del proprio amico che si ritrovano a dover affrontare una nuova minaccia ancora più potente della prima. Si ritroveranno così a dover affrontare nuovamente l'Oscuro ma questa volta in un universo parallello differente dal loro mondo.

La magia non era un’arma e neanche una fonte di energia immorale; era un’infezione. Ovunque arrivava, la gente moriva, i posti imputridivano e l’ordine delle cose veniva sovvertito, a volte in modo irreparabile. Ma non c’erano altre armi contro la magia sviluppata dalla ARIS se non la magia stessa.
Veronica Roth dimostra ancora una volta di saper catturare e ammaliare i suoi lettori e se ho iniziato la lettura di questo nuovo libro con un po' di ansia scottata ancora dalla serie Divergent, alla fine mi ci sono chiusa come un riccio. Piano piano infatti che venivano svelati i retroscena dei cinque ragazzi legati al passato, la mia curiosità si è fatta sempre più viva e quando sono iniziati ad entrare in scena i mondi paralleli, non so voi ma io amo le teorie quantistiche, la lettura è diventata scorrevole e coinvolgente.

«Secondo una teoria della fisica quantistica esiste un numero infinito di esiti possibili per ciascun evento, e ognuna di queste possibilità genera un universo differente. Pensalo come… una biforcazione della strada. Tu hai la possibilità di percorrere entrambe le direzioni, per cui esiste un universo in cui hai scelto di andare a sinistra e un altro universo in cui hai scelto di andare a destra. Slo sta dicendo che la biforcazione della strada che porta da una parte a Genetrix e dall’altra alla Terra è avvenuta non molto tempo fa.»
Non voglio soffermarmi oltre sullo stile narravito o sulla trama del libro, ma vi state chiedento perché leggere The Ones. La profezia dei prescelti? Perché se amate i fantasy e lo sci-fi stile Divergent, e vi piace assaporare il passato di una storia attraverso documenti top secret, articoli di giornali,  rivelazioni scottanti e interviste un po' come la serie Illuminae, allora questa nuova serie è proprio quello che fa per voi. Certo se il finale fosse stato meno frettoloso e non avessi incrociato gli Zombie di The Walking dead sarebbero stati sicuramente cinque gattini pieni, ma sono sicura che apprezzerete tantissimo questo primo libro.

Nessun commento

Powered by Blogger.