Fumettilandia

Cinegatto

RECENSIONE: IL POPOLO DEI NOTTURNI DI BENJAMIN READ E LAURA TRINDER

Buongiorno readers,
come state? Questa domanda andrebbe abolita di lunedì mattina vero? Che ne dite allora di iniziare la giornata con un pizzico di magia? Venite con me e vi farò scoprire una Londra mai vista...

Il popolo dei Notturni
di  Benjamin Read - Laura Trinder
 
                                                      
Genere: Narrativa per ragazzi
Prezzo: € 17,00 ebook 8,99
Editore: Mondadori
Uscita: 9 giugno 2020

Esiste un luogo a Londra in cui la magia non è scomparsa e il tempo si è fermato, cristallizzato nel dodicesimo rintocco del Big Ben, il più famoso orologio di tutti i tempi. Solo il Popolo dei Notturni vi ha accesso, e pochi eletti del Reame del Giorno che allo scoccare della mezzanotte possono varcarne i confini. Ma quando i genitori di Emily scompaiono dopo aver ricevuto delle strane lettere, è proprio lì che la portano gli indizi. Al colmo dell'incredulità, Emily giungerà a un magico ufficio postale, e da lì si addentrerà nelle strade di una Londra vittoriana popolata da inquietanti mostri e creature fatate. Dove sono finiti i suoi genitori? Quale segreto lega loro, e lei , a quel luogo assurdo? Inseguita da un terrificante orso mutaforma che le dà la caccia, Emily potrà contare solo sul suo fidato porcospino e sulla sua proverbiale boccaccia per ritrovarli. Non sa che qualcuno li ha rapiti, qualcuno che minaccia l'equilibrio dell'intero mondo magico e ha bisogno anche di lei per attuare il suo piano malvagio... Età di lettura: da 10 anni.
RECENSIONE

Siete proprio sicuri di conoscere tutto ciò che riguarda i vostri genitori? Sono le persone di cui ci fidiamo di più, gli unici che, pur facendoci irritare e arrabbiare spesso e volentieri, sono le sole che riescono a comprendere i nostri stati d'animo solo dal timbro della voce.
E se neanche conoscessimo perfettamente il loro passato, in fondo che ci sarebbe di male?
Credo niente, se non fosse che, da un giorno all'altro, potreste scoprire di essere quasi imparentati con Harry Potter,  non ci credete? Allora seguitemi che voglio presentarvi una persona.

Emily è un'adolescente come tante altre, saccente e irrequieta, a causa del suo carattere difficile non ha amici ma ha invece, un rapporto complicato con la madre, che non fa altro che metterla in imbarazzo davanti ai suoi compagni frugando nella spazzatura. Durante l'ennesimo litigio però, viene spedita in camera, in punizione, dal padre. Dal quel momento cari lettori, tutto assumerà una velocità sconvolgente... la ricezione di una lettera, la scomparsa della madre prima e poi quella del padre, l'incontro con un zio particolare e il susseguirsi di eventi inspiegabili che la porteranno a scoprire una verità impensabile.

Rimasta sola in casa, il suo unico indizio è la Posta di Mezzanotte, l'ufficio del padre ma a quanto pare, sembra un luogo inesistente, o forse no? Eppure il suo papà "noioso" per una vita ha detto di lavorare alla Posta di Mezzanotte, era solo una bugia? Ma ecco che proprio durante gli ultimi rintocchi della Mezzanotte, Emily, inseguita da un Orso (si avete capito bene) si ritroverà ad attraversare una porta che la catapulterà in una versione alternativa della nostra Londra, una Londra vittoriana congelata nel tempo, dove vivono un sacco di strane e selvagge creature magiche. Emily si ritroverà così sola, (dai non facciamola troppo tragica con lei c'è un piccolo e normalissimo porcospino), a dover salvare sia i suoi genitori che l'intero mondo magico. Si avete capito bene, perché a quanto pare Emily appartiene anche al mondo magico - ve lo avevo detto io mai fidarsi dei genitori - ed è, udite udite, l'unica persona in grado di fermare il piano malvagio di una degli abitanti del popolo notturno.
Riuscirà la nostra protagonista a trovare i suoi genitori e a capire cosa sia un Puca?

Il popolo dei notturni è una storia, scritta a quattro mani, avvincente e con un worldbuilding veramente interessante e nonostante la scrittura sia alquanto sempliciotta con i punti salienti che sembrano risolversi in un attimo, ricordo comunque che si tratta di un libro per ragazzi, la storia ha il suo fascino e la sua magia e vi assicuro che non potrete fare a meno di fare il tifo per Emily e divertirvi. La vastità dei personaggi poi è talmente varia che non smetterete di conoscere persone... incontrerete normali londinesi ma anche vampiri, orsi demoniaci e persino entità che sono la personificazione del linguaggio e della musica, insomma ce ne sarà veramente tutti!

Benjamin Read e Laura Trinder grazie alle loro penne, ci hanno permesso di viaggiare tra due mondi fantastici: uno reale e l'altro magico ma soprattutto ci hanno mostrato che a volte bisogna provare a comprendere i grandi invece di attaccarli per ogni minima stupidaggine in cui ci sentiamo contrariati soprattutto perché... se fossimo inghiottiti anche noi in un'altra dimensione?
Il finale della storia poi ci lascia con diversi punti interrogativi che sono quasi sicura che molto presto rivedremo la nostra Emily.


Nessun commento

Powered by Blogger.