Fumettilandia

Cinegatto

GRAPHIC NOVEL: MASSIMO TROISI DI TOMMASO VITELLO E LUCA ALBANESE

Hola readers,
per gli appassionati del cinema italiano, oggi sono qui per parlarvi di una bellissima graphic novel, una biografia a fumetti, del grandissimo Massimo Trosi, che da domani potrete troverete in tutte librerie e gli store online.

Massimo Troisi
di Tommaso Vitello - Luca Albanese


Genere: Graphic Novel
Editore: Becco Giallo
Prezzo: € 18,00
LINK acquisto QUI

Il 4 giugno 1994, a solo 41 anni, se ne andava Massimo Troisi, pochi giorni dopo le faticose riprese de Il Postino , la pellicola che gli diede il successo internazionale tanto atteso. Che fosse sul palco del teatro parrocchiale, sul grande schermo o in diretta sulla RAI il "comico dei sentimenti" ha sempre saputo far sorridere i cuori del pubblico grazie a una recitazione timida ma autentica. Ad accompagnarci nel racconto della sua vita c'è Ugo, un appassionato di cinema e teatro il cui padre mette il cuore nel suo lavoro, proprio come quell'attore visto in TV.

RECENSIONE

Se non avete mai avuto modo di conoscere e amare un grandissimo attore, sceneggiatore e regista come Massimo Troisi, allora non potete assolutamente farvi scappare la lettura di questa meravigliosa graphic novel di Tommaso Vitiello e Luca Albanese.

In questa biografia a fumetti infatti viene ripercorsa tutta la carriera artistica di Massimo Troisi, morto prematuramente il 4 giugno 1994, per una malformazione cardiaca, a soli pochi giorni dalla fine delle faticose riprese de Il Postino un bellissimo capolavoro del cinema italiano.

Nonostante il suo modo timido, puro e autentico di approcciarsi al pubblico, Massimo Troisi, sia in Teatro, al Cinema che in televisione, ha sempre saputo far sorridere il suo pubblico portandolo a girare anche all'estero. 
Come soli pochi artisti sanno fare, Troisi si è sempre rifiutato di indossare un "maschera" ed è riuscito ad ammaliare il suo pubblico solo ed esclusivamente con il suo vero Io e il suo talento.
Ci scherzava anche sopra sul suo carattere dicendo: “da ragazzo i miei continui e disinteressati slanci di altruismo mi diedero la fama di buono. Da grande quella di fesso”. In una parola, Massimo era puro, e sapeva portare questi suoi punti di forza nelle sue opere, renderle alla portata di tutti. 

"Ma che vita mi aspetta se la gente ride quando dico le cose?"
Ad accompagnarci in questo bellissimo viaggio conoscitivo sulla carriera di Massimo Troisi, ci sarà Ugo, un appassionato di cinema il cui padre è morto proprio per un problema al cuore come l'attore Napoletano.
Tommaso Vitello e Luca Albanese ci hanno così regalato un affascianante documentario a fumetti della vita di uno degli attori più importanti del panorama italiano.
Le tavole tutte a colori, ci mostreranno la caparbietà e la tenacia di questo grandissimo interprete.


Il 3 giugno 1994 segna la data dell'ultimo ciak, e poche ore più tardi, il 4 giugno, Massimo ci lascia. Strano destino il suo che, come il suo protagonista, non ha potuto vedere il successo scaturito dalla sua fatica. Ma l'intento di lasciare qualcosa di grande e importante era chiaro.


Nessun commento

Powered by Blogger.