RECENSIONE: BODACIOUS. IL GATTO PASTORE DI SUZANNA CRAMPTON

Buongiorno readers,
ormai lo avrete capito il mio amore smisurato per i gatti quindi mi basta vederne uno in copertina che mi fiondo a leggere il libro anche se... non sempre rispettano le mie aspettative!

Bodacious
Il gatto pastore
di Suzanna Crampton 
                                                      

Genere: Narrativa x ragazzi
Prezzo: € 18,00 (ebook 8,99)
Editore: Harper Collins
Uscita: 21 novembre 2019

Per molti versi, Bodacious è un gatto come gli altri, indipendente, schizzinoso e molto sicuro di sé. Niente gli piace come appallottolarsi e sonnecchiare vicino alla cucina Aga. Ma diversamente dagli altri suoi simili ha un lavoro piuttosto bizzarro: è un gatto pastore. Questo commovente memoir è la cronaca degli alti e bassi della vita nell'idilliaca campagna irlandese, con tutto ciò che questo implica: svegliarsi all'alba, lavorare sodo, intrattenere gli altri animali della fattoria e avere a disposizione cibo da far venire l'acquolina in bocca. Con le sue stesse parole (miagolando, per essere precisi), Bodacious ripercorre un anno della sua vita di gatto pastore, raccontandoci la propria esperienza nel radunare il gregge, le storie sulla stagione dell'accoppiamento, e le incredibili avventure che ha vissuto.
RECENSIONE

Questa storia molto particolare, a tratti lenta e noiosa, in altri commovente e strappalacrime, inizia quando Jaszia, la fioraia da cui si era recata la "Pastorella", la nostra autrice, Suzanna Crampton, gli propone di andare a dare un'occhiata all'insolito gatto che da un po' di giorni si era rifuggiato nei pressi del negozio di copriwater all'ultima moda.

Come sono solita dire "niente è per caso" e da quel preciso momento, Bodacious, così chiamato  proprio per indicarne l'audacia e regalità, diventerà a tutti gli effetti un abitante/lavoratore della fattoria Pecora Nera, il gatto pastore.
Bodacious, maestoso, intelligente, astuto e caparbio, diventa fin da subito il vero sovrano della fattoria. Attraverso l'accurato punto di vista di Badaciuos, avremo quindi la possibilità di sperimentare la vita di un gatto, e che gatto, all'interno di un'azienda agricola: splendide albe, ovaiole, lavoro duro, imprevisti, nascite, animali singolari, cibo delizioso e un paesaggio idilliaco.


Al fianco della Pastorella anche due gatti, quattro cani e tutti gli animali da fattoria ma sarà solo Badacious, a mostrarci le bellezze ma anche le fatiche di chi ha scelto questo stile di vita.

Suzanna Crampton ci regala un memoir tenero, divertente e simpatico dedicato al suo super gattone, diventato famoso soprattutto per aver salvato un ovino dall'ipotermia. 
È un libro diviso in quattro parti, le quattro stagioni: primavera, estate, autunno, inverno, proprio ad indicare che se sei un allevatore e un agricoltore, si lavora in qualsiasi periodo dell'anno.

Attraverso Badacious apprenderemo ogni storia, quella riguardante i trovatelli della casa, i lavori svolti, gli incidenti, le problematiche ecc.
E forse, devo dire che è stato proprio questo lato un po' prolisso e ripetitivo a farmi ogni tanto spalancare la bocca in uno sbadiglio.
Fortunatamente l'ho trovato anche abbastanza divertente e commovente, sopratutto le parti relative al finale che mi hanno toccato così nel profondo da farmi scendere qualche lacrima.

Come tutti i gatti, Bodacious ha scelto di condividere la sua vita con la "Pastorella", di immolarsi, nonostante la sua piena libertà, per la sua umana. 
Salutarlo è stato veramente triste in fondo, ci eravamo affezionati alle sue avventure.


2 commenti

Powered by Blogger.