RECENSIONE: LA VERITA' È CHE NON TI ODIO ABBASTANZA DI FELICIA KINGSLEY

Hola readers,
nonostante sia sabato e fuori si sta scatenando il mondo, non potevo perdermi l'occasione di parlarvi dell'ultimo libro di Felicia Kingsley. Dire che è stata una lettura divertente ed emozionante è troppo riduttivo quindi che ne dite di leggero il mio pensiero?


La verità è che non ti odio abbastanza
di Felicia Kingsley
 
                                                      
Genere: Romance
Prezzo: € 10,00 (ebook 5,99)
Editore: Newton Compton Editori
Uscita: 4 Novembre 2019

Lexi è una principessa, non delle favole, ma dell’Upper East Side. La sua vita perfetta da facoltosa ereditiera di un impero finanziario scorre tra feste esclusive e shopping sfrenato nel quartiere più lussuoso di New York. A ventisette anni ha già la certezza di un futuro luminoso, di aver vinto la partita, almeno finché un affascinante sconosciuto non le cambia le carte. Il principe azzurro? No, è Eric Chambers, detective di punta dell’FBI, che sta indagando su una truffa miliardaria in cui è coinvolta la famiglia Sloan, venuto a spodestarla dal suo trono. Tanto attraente quanto ruvido e poco disponibile, Eric la reputa viziata e superficiale, e la tratta con distacco e indifferenza. Tra i due è subito guerra. Con tutti i suoi beni confiscati, Lexi si ritrova in mezzo a una strada da un giorno all’altro, ma lei non ha nessuna intenzione di rimanerci. Anzi! Se Eric le ha tolto tutto, dovrà essere lui ad aiutarla e Lexi non accetterà un no come risposta, almeno finché non sarà riuscita a riabilitare il nome della sua famiglia, anche perché lei sarebbe una preziosa risorsa per le indagini. Riusciranno l’ereditiera che cuoce i toast usando il ferro da stiro e l’integerrimo detective di Brooklyn a collaborare senza scannarsi? O senza… innamorarsi?
RECENSIONE

«Non ho Saturno contro! Ho tutto il sistema solare!».
Anonimo su Twitter»>
Ed eccomi qui a parlarvi del nuovo libro della Kingsley che, come la scorsa volta, mi ha fatto fare nuovamente le due di notte e... non sto affatto esagerando. Vi starete chiedendo "ma tu non hai un cavolo da fare"? La risposta è no, ma se incontri una multimilionaria carismatica, divertente e pasticciona che, da un giorno all'altro, si ritrovata povera e a dover dormire in un ripostiglio per le scope per "gentile" concessione di un affascinante, per non dire sexy, detective del FBI, tenebroso e presuntuoso, ecco qui che le ore piccole sono giustificate.

Lexi Sloan principessa dell'Upper East Side viene infatti coinvolta, insieme al padre, in una truffa miliardaria, architettata dall'amato zio. Ad indagare sulla sparizioni di milioni di soldi e sulla fuga dello stesso zio, viene chiamato Eric Chambers, detective di punta dell’FBI della sessione White Collar.
Si sa che nell'alta società, l'immagine è alla base di tutto e quando il nome degli Sloan viene riportato su ogni tipo di testata giornalistica associato alla parola truffa, in un batti baleno Lexi si rtrova senza amiche, ragazzo, soldi e una casa in cui vivere.
E cosa c'è di meglio se non bussare alla porta di chi ti ha rovinato la vita?

Ed ecco qui che tra Eric e Lexi inizia una rocambolesca non convivenza in cui una ragazza viziata e superficiale, a detta di Eric, imparerà, oltre che a cucinare toast, usando il ferro da stiro, che i soldi, senza persone vere che ti circondano, non sono poi così importanti.
Nonostante Saturno Contro, i suoi beni confiscati e l'indisponente ma affascinante Eric, riuscirà Lexi a riaccreditare il suo cognome e a smascherare la truffa ai danni della sua famiglia?


Lo stile di Felicia Kingsley fresco, frizzante e divertente, che ho avuto modo di conoscere già in Due cuori in affitto, è riuscito ancora una volta a tenermi incollata all'interno libro.
Lexi e Eric sono due personaggi irresistibili: caparbi, testardi e arroganti ma allo stesso tempo anche, gentili, fuocosi e premurosi. La Kingsley li ha caratterizzati così bene, che ad un certo punto ho quasi sperato di vederli in qualche rivista di gossip... ovviamente parlo soprattutto per Eric ehehe.

Prima di lui pensavo di aver visto e capito tutto, ma dopo mi sono resa conto di essere arrivata a ventisette anni quasi vergine. Mi ha reso libera, selvaggia e donna. E non credo che nessun altro ci riuscirà come ci riesce lui
Per ogni suo libro letto, la Kingsley non fa che scalare la vetta dei miei autori preferiti, se poi oltre a parlare di scandali, alta società e innamoramenti vari mi viene inserito anche un pizzico di mistery e giallo, allora la vetta è quasi assicurata.

«L’amore è cieco, perché si deve andare al di là delle apparenze, oltre la superficie. L’amore non deve vedere, deve sentire»
Perchè leggere "La verità è che non ti odio abbastanza"? Perchè oltre a svegliarvi la mattina come uno zombie visto che farete sicuramente le ore piccole per finirlo, detestare l'autrice per avervi fatto innamorare di un potenziale sex symbol "inesistene", comprare gli orsetti gommosi dell'haribo e desiderare assolutamente un armadio con un bar all'interno, vi farete tante di quelle risate che quando arriverete alla parola fine, vi sentirete un po' tristi e soli...


1 commento

  1. Se finisce bene non aveva davvero Saturno Contro!!! Ma se può servire per dare speranza alla lotta astrale...lo leggerò sicuramente ! :)

    RispondiElimina

Powered by Blogger.