Fumettilandia

Cinegatto

RECENSIONE: IL PRIORATO DELL'ALBERO DELLE ARANCE DI SAMANTHA SHANNON

Buongiorno readers,
finalmente uno dei romanzi più attesi dell'anno esce oggi in tutte le librerie e gli store online, siete curiosi di conoscere il mio parere? Allora non vi resta che leggere la mia recensione.

Il priorato dell'albero delle arance
di Samantha Shannon
 
                                                      
Genere: Fantasy
Editore: Monadori Oscar Vault
Prezzo: € 26,00 (ebook € 10,99)
Uscita: 20 Novembre 2019

La casa di Berethnet ha regnato su Inys per mille anni ma ora sembra destinata a estinguersi se la regina Sabran IX non si sposerà e darà alla luce una figlia. I tempi sono difficili, gli assassini si nascondono nell'ombra della corte. A vegliare segretamente su Sabran c'è Ead Duryan, adepta di una società segreta che, grazie ai suoi incantesimi, protegge la sovrana. Ma la magia è ufficialmente proibita a Inys...
RECENSIONE

Parto subito da una premessa, non fatevi spaventare dalla mole del libro, nonostante siano più di ottocento pagine infatti la storia scorre che è una meraviglia e in pocchissimo tempo vi troverete già a metà libro.
L'autrice vi renderà subito protagonisti della storia già dai primi capitoli, rendendo la trama, grazie al suo ritmo incalzante, a volte forse anche troppo, accattivante e interessante.

Il finto attentato avrebbe dovuto convincere Sabran di essere in mortale pericolo, farla sentire esposta alla minaccia di Yscalin e del Senza Nome. Secondo il piano di Truyde, lo spavento avrebbe persuaso la regina a entrare in trattative con l’Oriente. Non ci voleva un genio per capire che qualcosa era andato storto: nella messinscena si erano infiltrati individui che nutrivano un odio sincero per la Casata di Berethnet. Una di loro, Bess Weald, la cui abitazione di Riva Sovrana era stata trovata piena di libelli dei vati della rovina, aveva ucciso Lievelyn. Nella mischia avevano perso la vita anche parecchi innocenti Servitori della Verità, oltre che un certo numero di guardie cittadine, due Cavalieri Protettori e Linora Payling;
Dalle mie precedenti recensioni, ormai avrete capito che amo i POV e... udite, udite, qui ci saranno ben quattro personaggi ad alternarsi il punto di vista: Tané, orfana seiikinese cresciuta in una Casa dell’Apprendimento, dove è stata addestrata per entrare a far parte dei Guardiani dei Mari, Ead Duryan, damigella alla corte della regina Sabran Berethnet di Inys, che scopriremo poi maga e assassina assoldata proprio dal Priorato dell’albero delle Arance per proteggere la Regina, il nobile Arteloth “Loth” Beck, erede della provincia dei Prati, ricca regione a nord di Inys ma anche amico di Ead e la Regina, e per finire Niclays Roos, anatomista e alchimista originario del Libero Stato di Mentendon dal passato misterioso.

Quattro personaggi apparentemente scollegati tra di loro ma che in realtà, si ritroveranno insieme ad affrontare l'antica lotta tra il bene e il male che in questo caso può essere facilmente identificata nell' immenso wyrm rosso generato da un accumulo di sidennel nucleo terrestre, Senza nome, uno dei draghi di fuoco, che minaccia costantemente di creare il caos e conquistare l’umanità.

Copia fornita dalla Casa Editrice

È vero i nomi e luoghi da ricordare sono tanti e forse all'inizio ho anche fatto un po' di fatica ma nel complesso la storia mi ha entusiasmato moltissimo soprattutto per il world building che è stato curato dall'autrice in ogni dettaglio. Sarete infatti catapultati nelle terre immaginarie del Priorato dell’Albero delle Arance a cui l'autrice ha tratto volutamente ispirazione da alcune parti del mondo.
Troveremo infatti la nazione ispirata al Giappone, Seiki, o Inys, una nazione ispirata all’Inghilterra medievale. Insomma Samanta Shannon ha sicuramente dimostrato di riuscire a catturare attraverso la sua penna gli amanti di fantasy.

Avventura, magia, sentimenti, combattimenti, colpi di scena e tanto altro ancora, vi attenderanno tra  le pagine di questo fantastico libro e se non è bastata la mia recensione a convicervi, che ne dite della meravigliosa copertina?
Perchè leggere Il priorato dell'albero delle arance? Perchè la determinazione e la forza dei personaggi femminili, renderanno il romanzo ancora più intrigante e interessante.




4 commenti

  1. Ne ho sentito parlare di questo libro e finalmente è uscito anche in italia... bè dopo aver letto la recensione... veramente fatta bene... credo che lo acquisterò grazie

    RispondiElimina
  2. Quando eri convinta che un libro uscisse il 26 novembre e sei già in ritardo sul prenderlo XD
    Probabilmente è l'uscita che aspetto di più, potrebbe sconvolgermi la tbr *^*

    RispondiElimina

Powered by Blogger.