Fumettilandia

Cinegatto

RECENSIONE AUTORI EMERGENTI: PENSIERI BONSAI DI MARIA SERENA MASTRANGELO

Hola Gattolettori,
come ogni giovedì ecco qui la recensione della nostra carissima Simon che oggi ci parla di un libro molto poetico, Pensieri Bonsai di Maria Serena Mastrangelo

Pensieri Bonsai
di Maria Serena Mastrangelo
                                                   

Genere: Narrativa
Editore: Edizioni del Faro
Prezzo: € 22,00
Pagine: 236
Uscita: 31 Agosto 2018

La raccolta di riflessioni psicologiche nasce dall'esperienza dell'autrice, sia personale che, soprattutto, lavorativa, come psicoterapeuta relazionale da oltre trent'anni. Gli scritti sono pensati per essere fruibili a un pubblico trasversale, curioso del funzionamento emotivo e relazionale dell'uomo; non suggeriscono soluzioni, ma puntano a incuriosire e a guardare oltre le apparenze dei comportamenti umani. La forma è volutamente sintetica, funzionale a una lettura veloce; ciò non impedisce di ritornare sullo spunto incontrato e soffermarsi a riflettere: a quel punto, il tempo della sosta diventa soggettivo. Come perle colorate di una collana, dove non c'è né inizio né fine, si può cominciare a leggere da un punto qualsiasi. L'ispirazione per questa raccolta nasce dall'idea del bonsai, un piccolo albero che racchiude in sé tutta la profondità di scritti più articolati e più lunghi.
RECENSIONE

Riflettere: considerare pensando con attenzione e scrupolo.

Ogni frammento di questo libro è un pensiero consapevole dell'autrice, approfondito, faticato, meditato e combattuto, condito da poesie, frasi, pensieri di grandi uomini e donne della letteratura e non solo.

Cerco sempre di non dare scontato ciò che è intorno a me, le persone che ho accanto e persino me stessa, la mia salute, le sicurezze che ho... Se do per scontato chi sono, non potrò mai sorprendermi.

La cosa toccante di questo libro è il mettersi in gioco a nudo, svelare la propria vita intima, familiare, psicologica, lavorativa... questo fa l'autrice.
Offrire con generosità agli altri la sua esperienza, le sue passioni, i pensieri, anche i più reconditi.
Pensieri facili e ostici ma nello stesso tempo, diretti e schietti, per questo restituiscono calore, accoglienza, condivisione, solidarietà, apertura, con un linguaggio semplice, chiaro, quotidiano discorsivo, l'autrice non si pone proprio il problema della forma linguistica, il pensiero esce fuori così come lo si pensa, senza abbellirlo, volutamente.

Bisogna arrivare a tutti!
Un libro che fa riflettere, meditare, tornare sui propri passi, avvicinarsi, che ci rispecchia, fa indugiare su pensieri inespressi, pensare a pensieri a cui non pensiamo, o se ci pensiamo ci allontaniamo, lamenti, nascosti, che non vogliamo avere, con cui non vogliamo scontrarci - batterci - affaticarci.

Evitare la difficoltà, l'attrito, la paura, nell'immediato ci da un gran sollievo, ma dopo un po' ci fa sentire fragili e incapaci.

Le foto di spaccato familiare, intimo, fanno pensare ad una persona che ha viaggiato molto, conosciuto svariati usi e costumi, incontrato persone, umanità, intrecciato rapporti sempre in modo aperto, solare, socievole senza pregiudizi o chiusure.
Una donna che mette la propria vita sotto la lente di ingrandimento e al vaglio degli altri. Per gli altri.

Importante l'attaccamento ai luoghi della vita, che hanno segnato l'infanzia, l'adolescenza, la giovinezza, la maturità, punti di riferimento questi stessi luoghi, le radici messe a fondo, in loro.
Un albero con le sue radici, il tronco, i rami, le foglie che spinge il lettore a fermarsi, nella quotidiana folle corsa, a fermarsi e pensare.

Nel bel mezzo dell'invero ho scoperto che vi era in me un'invincibile estate
Albert Camus


Nessun commento

Powered by Blogger.