Fumettilandia

Cinegatto

IL TRONO DI PELLICOLE... HALLOWEEN PARTY!

“Pelle d’oca, stai attento … stai per prenderti UNO SPAVENTO!” Come dimenticare la sigla di Piccoli Brividi, la serie tv tratta dagli omonimi libri di R.L. Stine. O ancora “Qual è il tuo film horror preferito?”, direttamente da Scream di Wes Craven. Tanti i film che spaventano, alcuni molto altri poco, e altri ancora vengono ricordati solo per il disgusto del loro genere splatter, che ad Halloween però può far piacere. Se siete arrivati al 31 ottobre senza la minima idea di cosa vedere, ecco una serie di titoli da prendere in considerazione. E visto che la notte è lunga, perché non puntare direttamente su una saga?

HALLOWEEN PARTY


Halloween. Forse la saga più adatta in assoluto per celebrare la serata da dolcetto o scherzetto è quella che vede protagonista Michael Myers, l’assassino con la maschera bianca che uccide proprio nella notte delle streghe. Il primo film risale al 1978 sotto la regia di John Carpenter e con il volto di Jamie Lee Curtis come protagonista femminile a cui da allora si associa questa saga. Sono stati fatti molti film annessi da allora, ben 13 in totale per il momento; ma non sottovalutate il primo capitolo, che nonostante gli anni è considerato uno dei pilastri del genere, e ancora oggi è in grado di lasciarvi quel senso di inquietudine durante e dopo la visione. La storia dell’assassino, rinchiuso in un manicomio, lascia intendere da subito di fronte a chi lo spettatore si ritrova: un bambino di sei anni (all’epoca) che ha pugnalato la sorella Judith fino a ucciderla. Il primo capitolo mostra la fuga di Michael e la sua destinazione … che non sveliamo, non si sa mai qualcuno non l’avesse visto!

Saw. Altra saga, altra maschera bianca. Questa volta si tratta dell’enigmista più famoso del grande schermo, anche se i suoi quesisti non sono da settimana enigmistica, bensì tranelli e indovinelli che se non risolti portano alla morte. La saga di James Wan e Leigh Whannel è composta da otto titoli in cui alcune vittime vengono rapite e costrette a prendere delle decisioni per salvarsi la vita, a volte anche a scapito di altri. È claustrofobico, in particolare il primo capitolo che viene svolto quasi interamente dentro un vecchio bagno di un edificio. Anche qui, i suoi sequel non sono da meno, ma il primo, si sa, è sempre il primo. Se preferite perdere la pazienza di fronte all’impossibilità di agire, questa è la saga che dovete prendere in considerazione per la vostra notte di Halloween. 

Hellraiser. Ahhhh. Spettacolo. Quanti di voi leggendo questo nome hanno riattivato una serie di ricordi, magari legati a Notte Horror di Italia 1 (sì, il martedì dopo il Festivalbar, sigh)? Il demone con la faccia piena di spilli non ci ha fatto dormire, è inutile negarlo. Il primo film risale al 1987 ed è diretto da Clive Barker, anche autore del romanzo breve da cui è stato tratto il film. A seguire sono stati prodotti altri 9 titoli legati a Pinhead e gli altri Cenobiti, con l’immancabile scatola di Lamarchand, un simil cubo di Rubik che, una volta risolto, apre le porte al mondo del dolore.  In questa saga molti dei sequel sono stati apprezzati quanto e a volte più del primo, ma non vale per tutti. Il consiglio è sempre quello di vederla per intero, e farsi la propria personalissima idea. 

The Nightmare Before Christmas. Se vi siete spaventati solo leggendo i titoli precedenti, propongo anche qualcosa di molto più leggero per chiudere la lista, ma sempre in tema. Il film d’animazione Disney più dark di sempre, diretto da Henry Selick nel 1993 e ambientato nel mondo contrapposto al Natale, quello di Halloween. Jack Skeletron e gli abitanti di Halloween Town prendono vita dall’idea di Tim Burton che crea i personaggi in stop-motion, e tra canzoni e buoni sentimenti un po’ da rispolverare, realizza un iconico film perfetto per l’evento. 


Ricordo che nessun Halloween è ben celebrato senza almeno una zucca decorata per l’occasione e tanti, tanti dolcetti da mangiare sul divano durante la maratona! Buon Halloween!




2 commenti

  1. Rivedrei soprattutto l'ultimo, non solo perché bellissimo, ma perché gli altri durano un botto, tra capitoli e quant'altro :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho optato per il primo di Hellraiser! Rivedrò anche gli altri, ma non ho più la forza per le maratone XD

      Elimina

Powered by Blogger.