Fumettilandia

Cinegatto

IL TRONO DI PELLICOLE... EMILIA CLARKE

Hola readers,
eccoci qui con un altro appuntamento della nostra rubrica "Il trono di pellicole" in cui vi ricordo, la nostra Annalisa ci parlerà di gossip, ricorrenze, eventi ecc... che riguardano il mondo dello spettacolo e non solo... Siete pronti a cantare tanti auguri a Emilia Clark, l'ispiratrice di questa rubrica?

BUON COMPLEANNO...
EMILIA CLARKE

Emilia Clarke è cresciuta nel Berkshire insieme ai genitori ed al fratello.
Comincia a recitare all'età di undici anni, dopo che la madre la porta a vedere una rappresentazione di Show Boat, un musical per la cui realizzazione lavorava suo padre (morto di cancro il 10 luglio 2016), tecnico del suono. Dal 2000 al 2005 frequenta la St Edward's School ad Oxford e poi, dopo essere stata rifiutata alla Royal Academy of Dramatic Art, alla London Academy of Music and Dramatic Art e alla Guildhall School of Music and Drama, si iscrive al Drama Centre dell'University of the Arts London, dove si laurea nel 2009.

Dal 2007 al 2009 recita in numerosi spettacoli al Drama Centre come Wild Honey, Pygmalion, The Changeling, Emilia Galotti, Awake and Sing, A Midsummer Night's Dream, La pulce nell'orecchio, The Hot l Baltimore, The Government Inspector e Hamlet. Nel 2009 recita inoltre in Sense, per la Company Of Angels. Sempre nel 2009 recita in un episodio della serie televisiva Doctors e nel film per la televisione Triassic Attack - Il ritorno dei dinosauri; nello stesso anno recita in una campagna pubblicitaria televisiva per l'organizzazione senza scopo di lucro Samaritans, dal titolo Lisa's story.

Nello stesso anno ottiene il ruolo di Daenerys Targaryen nella serie televisiva fantasy Il Trono di Spade, sostituendo Tamzin Merchant, che aveva recitato nell'episodio pilota originale[9]. Per questo ruolo ha ricevuto tre nomination agli Emmy Award come miglior attrice non protagonista in una serie televisiva drammatica (nel 2013, nel 2015 e nel 2016) e ha vinto lo Scream Award 2011 come miglior performance rivelazione femminile.
Emilia Clarke in una campagna pubblicitaria per Dior nel 2015

Nel 2013 è protagonista a Broadway, nel ruolo di Holly Golightly, del musical tratto da Colazione da Tiffany, affianca Jude Law in Dom Hemingway della BBC e interpreta Sarah Connor in Terminator Genisys, film della serie di Terminator. Lo stesso anno viene scelta come protagonista di The Garden of Last Days per la regia di James Franco[17] ma il progetto naufraga dopo l'abbandono al progetto da parte di Franco per divergenze con la produzione.

Nel settembre 2014 la scrittrice Jojo Moyes, autrice del romanzo Io prima di te, ha comunicato con un tweetche l'attrice avrebbe vestito i panni di Lou Clark, la protagonista femminile del romanzo, nell'omonima trasposizione cinematografica.Sempre nel 2014 i lettori della rivista AskMen l'hanno votata "donna più desiderata del mondo", mentre l'anno successivo la rivista Esquire l'ha nominata "donna più sexy del mondo".

Nel novembre 2016 Clarke è entrata nel cast come protagonista femminile di Solo: A Star Wars Story nel ruolo di Qi'ra, film legato alla saga di Guerre stellari e incentrato sulla vita di Ian Solo. Il film è uscito negli Stati Uniti il 25 maggio 2018. Nel 2017 è stata scelta da Dolce & Gabbana come testimonial del profumo The One per la regia di Matteo Garrone (mentre il collega de Il Trono di Spade Kit Harington viene scelto per la versione maschile del prodotto). Lo spot viene per la prima volta mandato in onda il 1º settembre 2017
She’s our Queen. Oggi più che mai. Festeggia 33 anni uno dei volti più apprezzati negli ultimi anni sia al cinema che, soprattutto, in tv. Conosciuta come la Madre dei draghi, Emilia Clarke ha vestito i panni di Daenerys Targaryen per parecchi anni sul set del Trono di Spade; non solo fire and blood, Emilia è stata Sarah Connor in Terminator Genisys, Louisa Clark in Io prima di te, Qi’ra in Solo: A Star Wars Story, ed è pronta a farci piangere nel titolo dal trailer strappalacrime Last Christmas, al cinema in Italia dal 14 Novembre. La Clarke è apprezzata anche per la sua forza lontano dal set: i due aneurismi celebrali che l’hanno colpita durante le riprese di GOT, non hanno fermato questa forza della natura che, dopo un lungo periodo di silenzio, ha deciso di parlarne per dare forza a chi si è trovato nella stessa - o simile - brutta situazione.

Non ha mai nascosto la paura che si prova ogni giorno dopo un’esperienza di questo tipo: non sapere se si hanno le forze necessarie, se possa capitare nuovamente, dubitare di poter fare ciò che prima sembrava semplice. Nel caso della Clarke, la sua più grande paura era non essere più in grado di recitare. Ci ha dimostrato che il suo talento non fa che crescere, e noi fan di questa guerriera non possiamo che sapere quanto sia meritato tutto il bene e l’apprezzamento che ha intorno. Ma come festeggiarla oggi? Semplice, parlando di lei, la regina che ha dato lo spunto al logo simbolo della rubrica.


Chi può essere all’altezza di Daenerys Targaryen? Si è chiesto Tyrion una volta. Nessuno, probabilmente. Distruttrice di catene, madre dei draghi, khaleesi, a capo di un esercito di Dotraki, colei che libera i popoli dalla schiavitù … e ci fermiamo qui, tralasciando (almeno per oggi) le ultime puntate dell’ottava stagione di GOT. Il personaggio interpretato da Emilia Clarke ha colto la potenza, la bellezza, la forza e la “magia” dell’originale scritto da George R. R. Martin. Capelli d’argento, due grandi occhi blu e la determinazione di chi vuole cambiare il mondo.

Non è di certo una donna a cui sono state risparmiate le sofferenze, essendo stata venduta, abusata, raggirata da una strega che le ha portato via figlio e marito. Da sola, è stata in grado di arrivare più in là di chiunque altro, ed Emilia questo lo sa bene: più volte ha ribadito quanto Daenerys sia stata e continuerà ad essere un grande esempio per le donne, che non si arrendono, che continuano a rialzarsi e a lottare. I suoi tre draghi, Drogon, Viserion e Rhaegal, tatuati nel polso, non l’abbandoneranno mai, e noi non possiamo che ringraziarla per aver dato vita a un personaggio femminile così delineato e potente, e augurarle di cuore un felice compleanno, accendendole le candeline: DRACARYS!



2 commenti

  1. Al cinema ancora non ha espresso il suo massimo, mentre in tv e in Game of Thrones sì, deve trovare il film giusto, spero presto ;)

    RispondiElimina

Powered by Blogger.