Fumettilandia

Cinegatto

FUMETTILANDIA: KIMBA IL LEONE BIANCO DI OSAMU TEZUKA

Gattolettoriiiii,
eccovi qui un altro fantastico cartone della nostra infanzia... ve lo ricordate il leoncino bianco che zompettava tra rocce e cascate? "Kimba il leone bianco, il Re della foresta..."



Kimba il leone bianco
di Osamu Tezuka


Genere: Fumetti
Editore: J-Pop
Prezzo: € 12,00
Collana: Osamushi Collection
LINK acquisto QUI
 
Africa. Metà del XX secolo. Dopo la morte del re della giungla Panja, il leone bianco Kimba, suo figlio, gli succede e cerca di continuare l'opera di unificazione del padre, con l'obiettivo di costruire un regno sicuro e pacifico per tutti gli animali incapaci di difendersi con le proprie forze dai soprusi dell'animale più aggressivo di tutti: l'uomo. Quest'opera, realizzata tra il 1950 e il 1954, è una delle più iconiche dell'intera bibliografia di Osamu Tezuka. La trasposizione cinematografica del 1966 ha ottenuto il Leone d'oro alla XIX Mostra del cinema per ragazzi di Venezia, e la serie televisiva (trasmessa in Italia nel 1977) resta una delle più amate di sempre.
RECENSIONE

Kimba, il leone bianco
regna ormai da tempo
nella gran foresta nera
Kimba come per incanto
ha fermato il tempo
più nessuno ha paura

Da piccola amavo follemente guardare in tv le avventure di questo coraggiosissimo leoncino bianco quindi immaginate la mia gioia quando ho ricevuto dalla J-pop il primo volume di questo fumetto.
Le mie emozioni però sono iniziate a cambiare già dai primi capitoli... è possibile che anche l'anime era così frivolo e ridicolo?
Mi sono infatti ritrovata tra le mani, un fumetto comico e a tratti demenziale... un leoncino bianco in pantalone che studia la lingua umana, coltiva piante, costruisce strade e ristoranti e in quattro e quattr'otto, mette su un'orchestra musicale da sogno con i suoi amici animali? Mmmh io sinceramente mi ricordavo più azione, più saggezza nel cartone o sbaglio?

Nel manga la storia parte con Panja, il re della savana, il padre di Kimba, che per proteggere il suo regno e gli animali che ci vivono, combatte con furbizia e intelligenza contro tutto e tutti.
È il diavolo bianco, l'animale imbattibile ma purtroppo un giorno, per salvare la sua compagna catturata dai soliti bracconieri senza scrupolo, Panja muore. Nelle pochissime pagine che susseguono la sua morte, perdiamo anche la sua compagna che fortunatamente, ingabbiata in una nave diretta a Londra, ha il tempo di partorire Kimba e di farlo fuggire dall'imbarcazione.
Non dopo molte difficoltà, Kimba finalmente sbarca in Arabia e incontra Kenichi, un giovane ragazzo che lo accoglie e lo accudisce, come fosse un tenero gattino. E sarà proprio grazie a Kenichi che Kimba avrà la possibilità di partire con lui e un gruppo di scopritori, per l'Africa.
Da questo momento in poi, iniziano le vere avventure del nostro amato leoncino bianco che si ritroverà ad intraprende un percorso di crescita difficoltoso e pieno di insidie.


Sicuramente tutta la parte legata alla vita di Kimba in Arabia e quella relativa al suo arrivo nella jungla, nell'anime non viene quasi mai menzionata se non, tramite qualche flash back ma nonostante questo, a parte il finale, che mi ha lasciato con diversi punti interrogativi e tanta curiosità, la storia raccontata nel manga, più frenetica e veloce del  cartone, non mi ha entusiasmato molto.
È pur vero però che rispetto al manga, che può essere letto da chiunque, l'anime è prettamente destinato ad un pubblico infantile, quindi magari, rapportandolo ad oggi, forse avrei trovato quello più scialbo... chissà!

In compenso però posso dirvi che i disegni sono favolosi, le tavole poi sono curate in ogni piccolo dettaglio, soprattutto quelle esplicative sulle origini dell'Africa e delle tribù.
Inoltre vengono evidenziati temi importanti, ricorrenti anche nell'anime, come il volore dell'amicizia, la morte, il senso del dovere, la rinascita e lo stesso cerchio della vita, tanto famoso nel Re Leone.

In conclusione non mi sento ancora di bocciare questo fumetto, perchè in fondo anche qui il messaggio è evidente... bisogna lottare e rispettare il prossimo per contribuire ad avere una vita e un mondo migliore, aspetterò quindi di leggere il seguito per farmi una idea definitiva.


Storia: 6/10
Disegni: 10/10


Nessun commento

Powered by Blogger.