Fumettilandia

Cinegatto

FUMETTILANDIA: UZUMAKI. SPIRALE 1 e 2 DI JUNJI ITO

Buongiorno readers,
è arrivato il momento di parlarvi di un'altra opera del maestro dell'horror, Junji Ito.
Siete pronti a teletrasportavi in Giappone a Kurouzu?
Nel primo capitolo faremo la conoscenza di Kirie Goshima e del suo ragazzo Shuichi alle prese con fenomemi misteriosi, mentre nel secondo episodio, per sfuggire all'incubo della spirale, Kirie cercherà di lasciare la città, lottando con tutte le sue forze, contro la maledizione. 


Uzumaki. Spirale 1+2
di Junji Ito


Genere: Manga
Editore: Edizioni Star Comics
Prezzo: € 16,00
LINK acquisto QUI

A Kurouzu, il paese in cui la studentessa delle superiori Kirie Goshima è nata e cresciuta, cominciano a verificarsi all'improvviso degli strani fenomeni: il vento crea mulinelli, gli steli delle piante si arrotolano e il fumo delle cremazioni disegna nel cielo un motivo a spirale... Finché anche gli esseri umani non cominciano ad assumere forme a spirale: i capelli si arricciano, i corpi si avvitano su se stessi, qualcuno si trasforma in una chiocciola. Per sfuggire alla maledizione, Kirie cercherà di andarsene, ma... ci riuscirà?

RECENSIONE


Eccomi nuovamente qui a parlarvi di un'altra opera del maestro Junji Ito e che dire, penso di potervi affermare che è veramente un genio dell'horror.
Attraverso le sue tavole e il suo tratto infatti, riesce sempre ad incutere nel lettore quel senso di ansia e angoscia che spesso solo i film, grazie a colonne sonore appropriate o ad effetti speciali sorprendenti, trasmettono.
Non c'è che dire il suo tratto è veramente geniale ma passiamo ora alla storia.

Kirie studentessa modello, è nata e cresciuta a Kurouzu e da sempre vive lì con i suoi genitori e la sorella più piccola, ultimamente però, nel piccolo paesino utopico del Giappone, iniziano ad accadere strani fenomeni inquietanti. Molti abitanti infatti sembrano vedere spirali ovunque, nei mulinelli creati dal vento, negli steli degli alberi o in semplici oggetti. Fino a qui niente di strano se non fosse che queste spirale sembrano avvolgere anche i corpi umani.
E il primo a subirne gli effetti, morendo proprio a causa delle sue ossessioni per le spirali, è il padre del ragazzo di Kirie, Shuichi, a cui in pochissimo tempo, muore anche la madre.


Più andiamo avanti con le pagine, e più ci rendiamo conto che è proprio questa forma, la spirale,  causa di tutti i fenomeni inspiegabili che stanno accadendo a Kurouzu. Assisteremo quindi a diverse storie raccapriccianti che vedranno sempre come protagonista Kirie ma che coinvolgeranno tutta la cittadina, come la coppia di innamorati la cui unione, impedita dalle rispettive famiglie, li porterà a fuggire a diventare un unico corpo a spirale.
Kirie sarà toccata anche da più vicino, prima con il padre che inizierà a produrre ceramiche a forma di spirali, per lo più urlanti e poi con la cugina che in procinto di partorire, diventerà un mostro ossessionato dal sangue umano.
La ragazza ormai terrorizzata è sempre più convinta di fuggire e abbandonare il suo piccolo paesino ma se la maledizione fosse legata proprio a lei?


Ho letteralmente amato questi due volumi sia per i disegni che per la storia, ma ciò che li rende così speciali, sono i volti dei personaggi che, non ci crederete, ma trasmettono veramente con i loro sguardi, ansia, angoscia e terrore.
Sicuramente non è un manga di genere splatter ma essendo un horror, anche qui non mancheranno quelle scene un po' più macabre e stomacanti.


I due volumi che compongono l'intera storia, si leggono veramente velocemente e con piacere soprattutto perchè i dialoghi sono brevi ma coincisi.
All'interno di entrambi i volumi troverete anche qualche pagina a colori che vi aiuteranno ancora di più a rendere l'idea.

Perchè leggere questi due fantastici volumi editi dalla Star Comics? Perchè anche nei libri apparentemente più semplici si nascondo profondi messaggi etici.


Storia: 9/10
Disegni: 10/10



Nessun commento

Powered by Blogger.