Fumettilandia

Cinegatto

BLOGTOUR: PERFIDE DI BALESTRUCCI FANCELLU ROBERTA E LOPUTYN - 2° TAPPA

Buongiorno readers,
grazie ad un'iniziativa molto carina oggi sono qui per presentarvi un libro splendido con delle illustrazioni meravigliose che vi mostrerà, venti ritratti di donne Perfide... e si avete capito bene... siete curiosi? Non perdetevi allora anche l'approfondimento di oggi, come me infatti farete la conoscenza di Elly Kedward, la strega di Blair.


Perfide
di Balestrucci Fancellu Roberta e Loputyn
                                                      
Genere: Narrativa
Editore: Hop!
Prezzo: € 15,00
Pagine: 128
Uscita: 29 Aprile 2019


Servono più cattive di qualità! Nella letteratura per ragazzi ci sono otto volte più cattivi maschi che femmine. E le femmine sono quasi sempre solo streghe. La storia insegna, però, che ci sono sempre state donne davvero perfide. Questa è una raccolta di ritratti e storie di donne realmente vissute che hanno agito male, facendo della perfidia la loro arma prediletta, adoperata per avere o mantenere il potere, per vendicarsi, per resistere a coercizioni, per ottenere giustizia o per rispondere a una passione irrefrenabile. Erodiade e Salomé, Tomoe Gozen, Alice Kyteler, Lucrezia Borgia, Anna Bolena, La Monaca di Monza, Maria la Sanguinaria, Erzsébet Bathory, Le piratesse dei Caraibi, La strega di Blair, Jill la Squartatrice, Mary Ann Cotton, Madame Popova, Bonnie Parker, Elisabeth Nietzsche, Ilse Koch, Christine Keeler, Elena Ceau?escu, Elsa Maxwell, Mamma Ebe sono le 20 perfide raccontate in questo libro.
RECENSIONE + APPROFONDIMENTO


 LA STREGA DI BLAIR



Elly Kedward era una donna di origine irlandese che viveva nella piccolissima cittadina di Blair, nel Maryland (Stati Uniti). Viveva nel bosco di questa minuscola contrada che, all’epoca, contava non più di due strade e una manciata di case. Elly conduceva una vita tranquilla, viveva di quello che il terreno le offriva e conosceva i segreti delle piante officinali e delle capacità curative di queste. Viveva sola e senza figli. Nell’inverno del 1785, alcuni bambini del villaggio raccontarono ai loro genitori che Elly li aveva portati a casa sua e aveva estratto loro del sangue con strani strumenti.

Le credenze dell’epoca, le superstizioni e la paura delle streghe, portarono i cittadini di Blair a condannare senza processo e senza appello la donna. Andarono nella sua casa e la picchiarono. La legarono su un carretto e l’abbandonarono nel bosco in piena notte. Era febbraio.

Elly Kedward fu ritrovata cadavere, annegata nel torrente gelato, probabilmente mentre cercava di tornare a casa sua, dopo essere riuscita a liberarsi. Gli abitanti del villaggio si lasciarono alle spalle la vicenda senza alcun rimorso.

L’anno successivo, sparirono nel nulla sia i bambini sia gli adulti accusatori di Elly. Questo non fece che alimentare la credenza che, realmente, la donna fosse una strega e che una maledizione fosse ormai scesa sugli abitanti di Blair. Coloro che erano rimasti, abbandonarono spaventati il villaggio.

Sul finire del 1920, un uomo, Rustin Parr, si trasferì nel bosco di Burkittsville, per vivere in una sorta di autoesilio, in comunione con la natura. Per molti anni gli abitanti della cittadina lo vedevano solo quando egli si recava in città per fare provviste. Lo descrivevano come una persona comunque socievole e tranquilla. Durante il processo a suo carico, Rustin raccontò di come, per diversi anni, visse sereno nel bosco, in pace con se stesso. Intorno agli anni ’30 però, così racconta Rustin, le cose iniziarono a cambiare. Incontrava sempre più di frequente una donna nel bosco, senza riuscire ad avvicinarla. La donna era vestita con un mantello nero e sembrava seguirlo. Gli animali del bosco, abituati alla presenza di Rustin, iniziarono a tenerlo a distanza, spaventati.

Raccontò inoltre di aver iniziato a sentire una voce di donna, che la notte lo obbligava ad alzarsi e ad andare a dormire nei posti più inconsueti. Per Rustin non era possibile non ubbidirle.

Tra il 1940 e il 1941, Rustin rapì otto bambini e ne massacrò sette, sotto ordine della strega di Blair.

Una storia da brivido quella costruita intorno al nome di Elly Kedward, finzione o realtà? Chi lo sa...fatto sta che in questa bellissima raccolta di Roberta Balestrucci Fancellu e illustrata da Jessica Cioff, troverete tantissime "Perfide" che hanno avuto un ruolo molto importante sia nella realtà che nella letteratura.

Ho scelto di parlarvi di Elly Kedward perchè noi tutte amiamo il mito delle streghe ma come ci ha insegnato la storia, non sempre le donne "perfide" sono delle streghe.
In questa fantastica raccolta quindi, troverete storie e ritratti di donne realmente vissute e che hanno fatto del male sia per vendetta o sete di potere, usando esclusivamente come arma la Perfidia.

Accompagnati da illustrazioni meravigliose, all'interno di questo bellissimo libricino troverete 20 ritratti di: Erodiade e Salomé, Tomoe Gozen, Alice Kyteler, Lucrezia Borgia, Anna Bolena, La Monaca di Monza, Maria la Sanguinaria, Erzsébet Bathory, Le piratesse dei Caraibi, La strega di Blair, Jill la Squartatrice, Mary Ann Cotton, Madame Popova, Bonnie Parker, Elisabeth Nietzsche, Ilse Koch, Christine Keeler, Elena Ceau?escu, Elsa Maxwell, Mamma Ebe

Devo dire che grazie a questo piccolo gioiellino della Hop! ho potuto approfondire e in alcuni casi, conosce, storie di donne di cui non sapevo neanche l'esistena... un esempio? Mary Ann Cotton... Apprendere che fosse un'assassina seriale con più di 21 morti sulla coscienza, mi ha lasciato a bocca aperta!
Ma anche Jill la Squartatrice o Christine Keeler sono state delle storie che mi hanno affascinato, quindi che aspettate? Vi assicuro che vale proprio la pena di inserire nella vostra libreria questa splendida raccolta di Perfide.


Nessun commento

Powered by Blogger.