RECENSIONE AUTORE EMERGENTE: PRIGIONIERA DI SARA ALLIONE

Buongiorno Gattolettori,
come tutti i giovedì eccomi qui con l'appuntamento dedicato alle recensioni della nostra Simon che oggi ci farà conoscere Milena.

Prigioniera
di Sara Allione

Genere: Narrativa
Editore: Giovanelli Edizioni
Pubblicazione: 10Aprile 2018

Milena è una ragazza di dodici anni, timida, ha appena cambiato scuola e fatica ad interagire con i compagni. Si sente continuamente inadatta, esclusa, impossibile da comprendere.Spesso perde conoscenza e le maschere, che nel tempo si è costruita per dare l'immagine di ragazza adeguata e al meglio di sé, si vanno poco a poco sgretolando.I genitori e i compagni cominciano a crederla “pazza” e forse anche lei stessa comincia a pensarlo. Alcuni oggetti, infatti, le provocano visioni e, durante gli stati di incoscienza, incontra una bambina, simile a lei, che vive in lei. È l'altro suo Io. È lei allo specchio, una è parte dell'altra, una è prigioniera dell'altra.Forse, il confidarsi con qualcuno potrebbe alleviare le sue difficoltà, ma Milena non si fida di nessuno. Non si fida degli adulti, non si fida dei genitori, non si fida della psicologa e continua a mentire andando sempre più in pezzi.Valery è il primo legame positivo, il primo che non ha il potere di sminuirla o indebolirla. Valery è la prima persona che non la fa sentire “pazza”, la prima che creda in lei e a cui lei possa dare autentica fiducia.Con Valery e Nathan, incontrato a Spes, un paese vicino, Milena trova la forza di iniziare un viaggio interiore alla ricerca di sé, fatto di pace e di risposte sicure. Scoprirà, così, un passato dimenticato, seppellito e cancellato perché estremamente doloroso.Milena ritroverà, infine, la sua storia e, con questa, se stessa e la tanto agognata libertà.
RECENSIONE

Avevo una bambina e tante stanze segrete nel cervello, alcuni oggett mi provocavano delle pecie di visioni, i miei compagni mi deridevano e mi schernivano, ero scappata due volte di casa e in una avevo coinvolto una bambina scozzese, mi sentivo continuamente inadatta ed esclusa e probabilmente ero pazza.
Milena è una ragazzina particolare, un po' scontrosa, sempre sulle sue, ma anche fumantina e intraprendente. A tratti in trance, perde conoscenza e vede cose insolite, entra in un mondo inconsueto dove incontra una presenza importante, forte ma anche scomoda e il dialogo tra loro è grande...conflittuale... tenero.
Sono questi incontri che tengono la fila dello stato d'animo di Milena, perchè la rendono confusa, vulnerabile.

Nella scuola in cui si è trasferita da poco, viene vista dai suoi compagni, prima come un'estranea, "strana" poi come una minaccia.
Viene bullizzata, provocata, aggredita, ma Milena non ci stà e reagisce a queste provocazioni con grande determinazione.

Quando tutto sembra andare a rotoli e Milena si sentirà sempre più smarrita con un solco dentro di lei che scaverà sempre più nel profondo, ecco che due ritrovati amici, originali, buffi, stravaganti, l'aiuteranno a portare a termine un'importantissima missione: scoprire chi sia veramente.
Grazie ad un biglietto trovato proprio da Milena, inizieranno una ricerca che li porterà a scovare nel passato, ormai lontano, di questa strana ragazzina, e la loro amicizia sarà determinante.

Era così che ci si sentiva ad avere un'amica? Una compagna di viaggio simile ad un diario segreto che però ti capiva? Mi piaceva. Ero sempre stata solo io, diversa, incompresa e incredibilmente sola in mezzo all'intera umanità: chi tentava di rompere il mio guscio se ne pentiva amaramente, ma decisi che potevo essere io a frantumare quelle barriere che tanto mi facevano soffrire...
Nel finale una figura prorompente, Artù, il cane tanto amato in passato dalla ragazza, le farà ricordare tutto e finalmente Milena capirà chi è, e perchè dentro di lei vivono due persone.

Una storia piacevole, scorrevole, a tratti toccante, interessante, che guarda al mondo dell'adolescenza, mondo sempre così difficile, delicato, conflittuale.
Un racconto pieno di temi importanti, dalla realtà scolastica con i suoi pro e i suoi contro, all'amicizia, alla divesità, ai rapporti famigliari, al bullismo.

Mi è piaciuta questa ragazzina che, malgrado viva una vita interiore a dir poco complicata, è pronta ad aiutare chi è in difficoltà, che si arrampica sugli alberi e scavalca finestre, è coraggiosa e curiosa.
Divertenti sono anche i suoi amici improbabili quanto sorprendenti, che bello avere degli amici così!
Uno spiraglio di luce rivolto a tutti quei ragazzi che si sentono soli... tutti possono trovare dei veri amici....e un cane!








Nessun commento

Powered by Blogger.