Fumettilandia

Cinegatto

REVIEW PARTY: LA TUA ULTIMA BUGIA DI RACHEL ABBOTT

Hola readers,
ed eccomi qui con la seconda uscita della giornata, sempre targato Piemme e sempre un thriller, sono qui per parlarvi di La tua ultima bugia che da oggi potrete trovare in libreria e su tutti gli store online.


La tua ultima bugia
di Rachel Abbott
                                                       

Genere: Thriller
Editore: Piemme
Prezzo: € 19,90 (ebook € 5,49)
Pagine: 365
Uscita: 12 Marzo 2019

La casa di Marcus North appare come un luogo magnifico e spaventoso a Evie, la prima volta che vi mette piede. Immensa, affacciata su una scogliera, una stupenda vetrata dopo l'altra. Peccato che sulla costa occidentale dell'Inghilterra il vento e il grigio la facciano da padroni: ma anche così, davanti a lei si apre uno spettacolo. Per Marcus, però, le cose sono molto diverse. Quella casa è legata per sempre al ricordo della prima moglie, Mia, e di ciò che accadde al piano di sotto, dove la palestra e la piscina ormai sono chiuse da tempo. E dove lui non mette più piede. Ma adesso c'è Evie, un nuovo, luminoso amore che cancellerà il buio del passato. Almeno così la vede lui. Non la pensa così Cleo, la sorella di Mark. Non le piace Evie, come del resto non le piaceva Mia. E quando Mark comincia ad allontanarsi, Evie a restare sempre più spesso sola con la sua bambina in quella immensa casa, e Cleo a cercare di capire che cosa c'è davvero tra il fratello e la sua nuova donna, pian piano le verità che ciascuno nasconde verranno a galla. E, come avrà modo di scoprire la detective King - la stessa che accorse quando Mia cadde dalle scale, e che adesso si troverà di fronte, in quella stessa casa, a una scena spaventosa -, l'ultima bugia sarà la più terribile.
RECENSIONE

Quindi è così che finisce. Adesso è tutto chiaro: dovrò scegliere tra ucciderti e morire. Certe morti sono inevitabili. Altre si possono prevenire. E poi ci sono tragedie con una forza propria, che una volta innescate travolgono tutto, causando un dolore dopo l’altro. Sì. È ora di finirla.
Con questo prologo ha inizio la storia che vede come protagonisti, Mark, Cleo e Evie, un thriller psicologico oscuro, inquietante, pieno di inganni, bugie, morti e vendette. Non c'è che dire, un inizio molto importante...che ci permette subito di intuire che Rachel Abbott sa come catturare l'interesse del suo lettore!

Mark ancora sta soffrendo per la prematura morte della sua prima moglie, Mia, quando nella sua vita arriva Evie, un nuovo e luminoso amore, pronto a contrastare l'oscurità del passato. I due iniziano a frequentarsi, si conosco, si amano e a sancire il loro amore arriva una bambina, Lulu.
Tutto sembra procedere per il meglio se non fosse per quegli strani e frequenti incidenti che vedono spesso Evie come protagonista, il ricordo costante poi dell'inquietante morte di Mia, non fanno altro che rovinare la tranquilla atmosfera dell'immensa e spettacolare casa. Inoltre Cleo, la sorella di Mark non sembra nutrire molta simpatia per Evie ma del resto, non ce l'aveva neanche per la defunta moglie.


Cleo è sospettosa, non riesce a capire cosa ci sia davvero tra il fratello e la sua nuova donna e quando Evie viene trovata pugnalata accanto al corpo senza vita di Mark, tutto diventa estremamente circospetto.

Era cominciato tutto con piccoli atti crudeli. Un piede teso, un ginocchio che si schiantava sul terreno. Poi ci aveva preso gusto. Gli episodi erano diventati più frequenti, le azioni più brutali. E, a ogni gesto spietato, il piacere non faceva che aumentare Sì. È ora di finirla.
L'autrice abilmente ha costruito un'intrigante storia su questi enigmatici personaggi... nessuno è chi dici di essere, tutti mentono, tutti hanno qualcosa di spaventoso da nascondere.
Rachel Abbott tramite le loro storie, trascinerà il lettore in un viaggio fatto di bugie e manipolazioni in cui, solo alla fine, riusciremo ad emergere da questa spaventosa vicenda.
Non ho mai letto niente di questa autrice ma sono rimasta piacevolmente colpita dalla sua capacità narrativa, la sua abilità nel coinvolgere il lettore anche nelle scene più lente come quelle del processo.

Il libro infatti lo si può tranquillamente dividere in tre parti rilevanti: l'omicidio, il processo e la rivelazione finale,  e ognuna è riuscita in egual modo a catturarmi e ad incuriosirmi.
Non so voi poi, ma personalmente amo i libri che partono dal finale mettendo subito il lettore sull'attenti e La tua ultima bugia è uno di questi...solo attraverso ponderati indizi, piano piano saremo messi a conoscenza dell'intera storia.
 
Ogni personaggio è stato studiato alla perfezione, ognuno ha la sua rilevanza ai fini del romanzo e tutti mi hanno aiutato ad entrare all'interno della storia soprattutto la Detective, Stephanie King.
In un susseguirsi di colpi di scena e rivelazioni, La tua ultima bugia vi trascinerà all'interno di una storia tormentata, intrigante e avvincente. 
In quanti si lasceranno manipolare da tutte queste bugie?

Nessun commento

Powered by Blogger.