Fumettilandia

Cinegatto

FUMETTILANDIA: YONA LA PRINCIPESSA SCARLATTA DI MIZUHO KUSUNAGI

Hola readers,
questo mese finalmente sono quasi riuscita a recuperare tutti i fumetti che ancora stavano aspettando di essere letti dal Lucca Comics... me ne manca ancora qualcuno e poi mi sarò messa in paro con tutto eheheh.
Oggi vi voglio quindi parlare di Yona la principessa scarlatta una storia ricca di colpi di scena e avventura.


YONA
la principessa scarlatta
di
Mizuho Kusanagi


Genere: Shoujo
Editore: Star Comics
Prezzo: € 4,50

Yona è l’unica figlia dell’imperatore di Kouka, amata e viziata, è abituata ad ogni sorta di lusso. La principessa ha una cotta per suo aitante cugino Soo-won, e le sue giornate trascorrono serene, disturbate solo dalla sua insolente guardia del corpo, il generale Son Hak. La ragazza decide di rivelare i suoi sentimenti al padre, per far benedire una possibile unione col cugino, ma il genitore si oppone fermamente. Ciononostante, dopo aver ricevuto un meraviglioso regalo per il suo sedicesimo compleanno dall’amato, la principessa vuole tentare nuovamente di convincere il genitore. Ma prima che possa conferire col padre, il perfetto mondo della protagonista viene distrutto per sempre: Soo-won assassina il monarca, per succedergli al trono, così Yona, con il cuore spezzato, è costretta a fuggire con Son Hak e darsi alla macchia.

RECENSIONE


Durante il Lucca Comics per caso mi sono ritrovata tra le mani questo manga dai toni caldi... infatti sono stata subito colpita dalla copertina per non parlare poi dei disegni interni ma, stranamente, l'ho accantonato nella pila dei fumetti da leggere con calma.
In questi giorni me lo sono ritrovato davanti e ho deciso di iniziarlo, bhè che dire... me ne sono completamente innamorata!

Fatemi dire subito che Yona la principessa scarlatta, si è rivelata una lettura strepitosaaaa e considerate che era dai tempi di Marmelade boy che un fumetto non mi prendesse cosi.
Ma veniamo a noi... Yona è una giovane principessa dai capelli scarlatti, essendo l'unica figlia dell'imperatore di Kouka, il Re Il, è sempre stata abituata ad ottenere tutto, amata e viziata quindi, passa le sue giornate tra la ricchezza e il lusso del Castello.

Attratta fin da piccola dal cugino Suwon, Yona decide di rivelare i propri sentimenti al padre, affinchè lui possa benedire la loro unione ma con sua grossa sorpresa, il padre si oppone. E' il giorno del suo sedicesimo compleanno e Yona vuole provare a tutti i costi a convicerlo del suo amore ma... purtroppo la ragazza non sembra aver fatto i conti con il desiderio ardente di potere che spinge gli uomini a commettere azioni atroci. E proprio dalle mani del suo amato Suwon, Yona vede partire la spada che ucciderà il Re, suo padre.
Il mondo perfetto della principessa Yona sarà così distrutto per sempre e lei in preda al dolore, alla delusione e all'incredulità, si ritroverà a fuggire dal castello con il generale Son Hak, la sua fedelissima e indisponente guardia del corpo.


I due ragazzi inseguiti dalle guardie di Suwon, prima si rifuggeranno nella tribù del vento, proprio la terra natia del generale Hak e poi su indicazione del padre/nonno di Hak, Son Mundok, si incammineranno alla ricerca del potete sacerdote, l'unico in grado di indicare la giusta via alla principessa.
E sarà proprio il sacerdote (non immaginerete mai con che tipo imbranato avrete a che fare), trovato dopo una pericolossima caduta, a mettere al corrente Yona della leggenda del Drago Rosso e degli altri guerrieri dragoni.
Yona, Hak e Yun, il giovane assistente del sacerdote dai tratti femminili e che si definisce spesso un "bel ragazzo", si metteranno alla ricerca disperata di questi guerrieri. Sono solo le fantomatiche farneticazioni di un sacerdote o realmente un Drago Rosso, decise di scendere sulla Terra per stare con gli umani e portar loro la pace? Creò realmente il regno di Kouka diventandone il primo Re?

Sarà proprio l'incontro con Ki-ja, la reincarnazione del Drago Bianco, un ragazzo timido e di bell'aspetto il cui potere del drago risiede nella sua mano destra, a togliere definitivamente ogni dubbio alla principessa e Hak...
Se poi ci aggiungete anche una sconvolgente verità ovvero che Yona è l'incarnazione di re Hiryuu, il potente Drago Rosso, allora capirete da soli che per i nostri personaggi e noi lettori, si prospetta un'avventura fantastica e piena di insidie.


Yona la principessa scarlatta più che uno Shoujo infatti lo definerei, visto l'andamento della storia, più un vero e propro Fantasy, capace di stupire, emozionare e coinvolgere chi se lo ritroverà tra le mani. I disegni dell'autrice, Kusunagi, sono sorprendenti, il tratto è così morbido e pulito che non si può fare a meno di amare ogni tavola.
Talmente sono belli che gli faccio passare anche i "fuori onda", i commenti inutili dell'autrice sparsi qui e li... ma sono solo io a trovarli così stupidi?

Per ora mi fermo qui perchè ho letto solo i primi tre volumi ma credetemi, sono bastati a farmi capire di voler portare avanti la serie, certo, all'orizzonte si prospettano già ventinove volumi e la serie a quanto pare è ancora in corso in Giappone ma farò un piccolo sforzo nel pazientare perchè questo manga, merita veramente di essere seguito.
Tra avventure, risate e momenti "dolci",  Yona la principessa scarlatta saprà soddisfare sia il pubblico femminile che quello maschile.


Storia: 9/10
Disegni: 9/10

3 commenti

  1. Sembra proprio una bella serie con una storia solida; anche a me da un pò fastidio quando nella storia si intromettono dei commenti ironici, credo proprio sia un loro stile culturale perchè in molti manga i personaggi, anche quelli più cupi, vanno "fuori personaggio" con queste esclamazioni però continuano a farmi storcere un pò in naso perchè è come se smontassero il flusso narrativo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si sono allucinanti...le autrici giapponesi non hanno tutte le rotelle apposto aahahha
      Comunque te lo cinsiglio è carinissimo ;-)

      Elimina

Powered by Blogger.