RECENSIONE AUTORE EMERGENTE: I TUOI OCCHI SONO QUI

Buon pomeriggio Gattolettori,
è arrivato il momento della nostra Simon che oggi ci parlerà di un libro intenso, emozionante, dolce...
I tuoi occhi sono Qui di M.S.


 I tuoi occhi sono qui
di M.S.

Genere: Romance
Prezzo:
€ 6,66 (€ 2,99 ebook)
Editore: Self Publishing
Pagine: 194
Pubblicazione: Maggio 2017

Michòl, detta Giò, è una donna che ha sempre contato sulla propria avvenenza fisica, sia nel lavoro che negli insoddisfacenti rapporti sentimentali.
Ma tutto questo è drasticamente, drammaticamente cambiato.
Dave è sempre stato un uomo timido, riservato, che ha conquistato quella che lui ritiene la perfezione fisica. rinunciando a una vita emotiva già intensa e appagante.
Sono i rispettivi figli, Roan e Thomàs, a farli incontrare.
Per anni questi ragazzi hanno pagato il prezzo degli errori dei propri genitori, dei drammi che non sono riusciti a superare e che ancora li tormentano.
L'amicizia tra i due ragazzi nasce sui banchi di scuola. Saranno loro due a creare le condizioni perché i propri genitori, per fortuna o per un innato sesto senso, possano incontrarsi.
Scatterà così la scintilla perché tutte le loro vite possano veramente cambiare.
RECENSIONE

Giò e Dave sono due individui feriti nel profondo, disillusi, arrabbiati, doloranti. Non si conoscono, non conoscono le loro storie e mai avrebbero pensato, chiusi nel loro dolore, che presto le loro vite sarebbero cambiate...

Lei passa le sue giornate nascosta in casa, restaurando delle tele rovinate, come se quelle tele fossero il suo viso, o in moto, coperta da un casco per nascondersi. Ovviamente ci sono anche le corse nel parco, sempre di notte però, per non farsi vedere ma alcune volte, nascosta da una maschera, la si può trovare in una camera da albergo a fare sesso con uomini che non l'hanno mai vista in volto.

Giò si aggiustò il cappellino sulla fronte, ben attenta a coprire il più possibile il proprio volto. Come di consuetudine aveva messo anche la bandana scura, per coprire la parte bassa del volto e l'orecchio deformato. Rimanevano scoperte le cicatrici sulle guance...

Lui invece è sempre al lavoro nel suo studio medico o a casa con una figlia che non riesce nemmeno più a chiamarlo papà dal giorno dell'incidente. E proprio a causa di questo, ogni giorno, porta avanti a fatica, un rapporto conflittuale con lei, pieno di silenzi, pensieri inespressivi, problemi che sembrano irrisolvibili, entrambi con una energia smorzata, spenta.

Mi fa male guardarla. E forse lei lo sente. Per questo mi evita da troppo tempo. La vitalità che conoscevi e cha hai cresciuto, si è lenamente spenta. Fatica a parlarmi e persona a guardarmi degli occhi...

Tommy il figlio di Giò, Roan la figlia di Dave...
Saranno questi due ragazzi così caparbi e determinati, ma allo stesso tempo anche molto fragili, a capire che, due esseri tormentati come i propri genitori, potrebbero reciprocamente aiutarsi, trovando, magari, il mondo di riemergere dal buio più profondo in cui sono caduti.
Fanno di tutto per farli incontrare e quando questo, finalmente avviene, il lettore sarà travolto da tutta la potenza, la commozione, le emozioni e la paure che aleggiano intorno a queste due figure.
Al centro però ci saranno sempre loro, i figli, che alla fine tireranno le fila di questo incontro/scontro.

Rotte tutte le barriere, demolite le mura, Giò ricomincerà a respirare, a sentirsi libera di sentire l'aria fresca sul viso, di liberarsi dal dolore che si è portata dentro per tutti questi anni. Lo stesso Dave che finalmente riuscirà a trovare un altro amore, diverso, reale...unico.

La maschera ormai era sollevata. Dave la buttò a terra, Le gli poggiò entrambe le mani sul volto bagnato, Michol sentì i palmi caldi di lui, sulle proprie guance. Li sentì. Li sentì veramente. Distinse le falangi e il suo calore. Non c'erano più cicatrici, solchi, ferite. Era lei. Sentii tutto sul proprio volto.

Si capisce che l'autore ha voluto scavare a fondo nell'animo dei personaggi; Raccontato in terza persona, ho sentito come se il tempo, dilatato, scandisse ogni momento del racconto.
Un viaggio nella sofferenza di quattro persone che ormeggiate a riva, decidono di levare l'ancora e salpare con coraggio verso il mare aperto.
Un romanzo intenso, scritto bene, anche se intriso di cupezza, è stata proprio questa infatti, che a tratti, mi ha fatto sentire un po' la mancanza di una sottile vena di leggerezza nei personaggi.

Mi ha colpito però in positivo soprattutto tutta la parte del TACCUINO, Bellissima! L'inizio della storia di Dave con sua moglie...
Un taccuino condiviso, senza saperlo, da due persone che nonostante non si conoscano, non parlano la stessa lingua e non si capiscono, si raccontano... raccontano il loro incontro... iniziato come un gioco ma che lentamente, prenderà le sembianze di una storia preziosa e unica.





Nessun commento

Powered by Blogger.