Fumettilandia

Cinegatto

AUTORI EMERGENTI RECENSIONE: IL VESTITO A FIORI CREMISI DI STEFANO PIETRO SANTAMBROGIO

Hola readers,
ve lo avevo detto che piano piano sarebbero arrivate sul blog tantissime novità eheehhe... Una tra queste la collaborazione con la fantastica Simon, mia cugina che ogni giovedì, attraverso le sue recensioni, vi farà scoprire il libro di un autore emergente!


Il vestito a fiori Cremisi
di Stefano Pietro Santambrogio

Genere: Giallo
Editore: Lettere Animate
Prezzo: € 10,00 (ebook € 2,99)
Pagine: 142
Uscita: 7 Febbraio 2017

In un paese della ricca e conformista Brianza in una calda e ventosa giornata di maggio la tredicenne Giovanna Tagliabue scompare nel nulla. Il brigadiere capo Antonio Cosentino si mette sulle sue tracce. Nulla però è come sembra in superficie e il fango nascosto in fondo alle vite dei protagonisti affiora inesorabile.
RECENSIONE

Antonio Cosentino, brigadiere capo nella caserma dei carabinieri di un paese della Brianza, è un uomo tranquillo, abitudinario forse un pelino insoddisfatto e mentre in una calda sera di maggio, era nel suo ufficio a rimuginare sui pro e i contro della sua vita, arriva una telefonata che gli scombussolerà per sempre la sua placida vita.

...i suoi pensieri furono bruscamente interrotti. L'impersonale suoneria del telefono si sovrappose al tintinnìo del cucchiaino sulle pareti della tazzina in cui vorticava un caffè ormai freddo. Dall'altra parte del telefono avvertì la voce di quella che sembrava una giovane donna. Il suo tono era quello di una persona disperata tanto che non ebbe neanche il tempo di formulare il solito: pronto, carabinieri...
Giovanna, una ragazzina di 13 anni è scomparsa.
Da questo momento Cosentino si metterà sulle sue tracce con forza, determinazione, intuito, andando pure contro il suo superiore Fasano, una persona svogliato, incompetente e raccomandata. E anche quando tutti gli indizi sembreranno protendere in una falsa direzione, Cosentino, esperto ed arguto, non si accontenterà mai delle scontate conclusioni. Così sarà proprio grazie a lui che i veli di vecchi segreti di una famiglia brianzola, apparentemente felice, verranno svelati.

Cosentino decise che era arrivato il momento. Fece due rapidi passi in avanti, il braccio proteso per afferrare la pistola, ma l'arma era già finita nella mano sbagliata. In quel millesimo di secondo, Cosentino realizzò di aver fatto male i suoi calcoli. Un'esplosione rimbalzò violenta sulle pareti della stanza. Poi il buio.
Un romanzo agile, veloce, scritto bene, che fa entrare subito nella trama e ti trattiene. Forse solo verso la fine il libro è stato un po' troppo precipitoso, ma nell'insieme è stata una godibilissima lettura, fluido ed accattivante, un romanzo breve ma che condensa in sé tutti i passaggi e gli aspetti di un giallo.
Ho apprezzato molto la figura di Cosentino, all'apparenza docile e pacato, ma dotato di grande autodeterminazione e tenacia. Mi ha tenuto in piacevole compagnia, "donne over 40 attenzione!! Vi affezionerete a questo affascinante brigadiere capo che vi trascinera' nel suo mondo!" sarebbe bello poterlo conoscere veramente...!



Nessun commento

Powered by Blogger.