Fumettilandia

Cinegatto

RECENSIONE: DIARIO DI UN RAGAZZO INVISIBILE DI HELENE VIGNAL

Buon pomeriggio miei piccoli lettori,
dopo Passare col rosso e Troppa fortuna Camelozampa pubblica in Italia Diario di un ragazzo invisibile, dell'autrice francese Hélène Vignal, nota per una narrativa dai temi impegnati.


Diario di un ragazzo invisibile
di Hélène Vignal


Genere: Narrativa per ragazzi
Editore: Camelozampa
Prezzo: € 9,90
Pagine: 112
Uscita: 10 giugno 2022

Vivien ha una famiglia numerosissima, dove il più delle volte nessuno si accorge di lui, spesso viene dimenticato in giro, passa inosservato… È proprio come se fosse invisibile! Questo non lo rattrista per niente, anzi lo convince di avere effettivamente un dono! Come un vero ricercatore, decide allora di appuntarsi con precisione scientifica ogni episodio che possa confermare la sua tesi. Quale ragazzino non vorrebbe avere il superpotere dell’invisibilità? Età di lettura: da 11 anni.
RECENSIONE
 
Il romanzo, destinato ad un pubblico preadolescenziale è uscito a giugno e le sue caratteristiche riflettono la sensibilità della casa editrice: alta leggibilità, carta ecologica, formato tascabile; insomma, perfetto anche per letture estive sotto l'ombrellone.


Il racconto è in prima persona: a parlarci è il giovane Vivien alla ricerca, come la maggior parte dei suoi coetanei - ovvero coloro a cui si rivolge - del suo posto in famiglia. La grande, caotica e bizzarra famiglia Moujoud. Famiglia per la quale il ragazzo talvolta si sente invisibile ma, lungi dal crucciarsi per questo, lo porterà a convincersi di possedere il dono dell'invisibilità.


Quello che piuttosto lo tormenta è l'incapacità di controllarlo e, seguendo il codice d'onore di chi possiede dei poteri, si adopera per raggiungere questo obiettivo, annotando in un registro dati ed esperimenti che dimostrino la sua ipotesi. La sua invisibilità è e deve rimanere un segreto per gli altri, almeno fino a quando...

Un romanzo che sa parlare ai giovanissimi- in maniera ironica e un po' scanzonata- dei loro piccoli, grandi problemi e convinzioni.



Nessun commento

Powered by Blogger.