Fumettilandia

Cinegatto

DJ KLAUDIA: FINALMENTE IRAMA E BENTORNATO LIVE!

Buongiorno readers,
a tre anni di distanza dal suo “Plume Tour” e dopo due posticipi causa pandemia, finalmente Irama inaugura la stagione dei live con quattro appuntamenti attesissimi.
Dopo la data zero a Mantova, il 26 aprile approda a Roma per proseguire verso Napoli e concludere a Milano questo minitour, nell’attesa di quello estivo che partirà il 1° luglio e lo vedrà protagonista nelle maggiori località marittime d’Italia.
Sono stata alla data di Roma, e ve la voglio raccontare!

FINALMENTE IRAMA E BENTORNATO LIVE!
 
Sono le 21.00, il palazzetto è gremito di gente impaziente, in attesa di vivere il primo live dopo tanto, troppo tempo.
Venti minuti di ritardo (accademici ma forse un po’ troppi) e le luci si spengono, l’adrenalina sale e quando le urla riempiono ogni spazio ha ufficialmente inizio il concerto.
Irama finalmente sale sul palco ed è con il brano “Sogno Fragile” che decide di aprire il tour, seguito da “Mediterranea” che infiamma il pubblico e lo fa scatenare senza riserve.  Seguono “Cinque gocce” e “Luna Piena” ed è qui che fa la sua apparizione l’amico e collega Rkomi. Insieme funzionano e si divertono portando una bella energia sul palco.
 
 
Il cd nuovo la fa da padrone (“Goodbye”, “Una cosa sola, “Baby”, “Una lacrima”, etc.) ma senza dimenticare il passato (“Non mollo mai”, “Bella e Rovinata”, “Crepe” e “Dedicato a te”). Non potevano mancare le hit (“Nera” e “Arrogante”) e tantomeno i singoli sanremesi come “La ragazza con il cuore di latta” e “La genesi del tuo colore”. “Un giorno in più” è uno dei brani simbolo del cantante, che emoziona e commuove ogni volta, complice anche l’intensità con cui Irama la interpreta.
Regala un momento quasi teatrale quando intona in sequenza “Yo quiero amarte, “È la luna” e “Moncherie” trasportandoti quasi ad un altro concerto.

Non poteva mancare “Ovunque Sarai” brano che ha spopolato all’ultimo Festival di Sanremo. Il palazzetto viene illuminato dalle torce di tutti i presenti, creando un’atmosfera perfetta per un brano che continua ad emozionare dopo mesi. Incanta dalla prima nota ed è impossibile rimanerne indifferenti.
 
Irama è un artista completo, totalmente a suo agio sul palco, intrattiene per due ore di puro spettacolo e lo fa con una naturalezza che quasi non ti aspetti. Un animale da palcoscenico che ti trasporta totalmente nel suo mondo discografico e personale e lo fa attraverso le sue canzoni, aspetto fondamentale per un’artista. 

Si percepisce la necessità che ha di stare su quel palco, perché cantare è il suo modo per avvicinarsi al pubblico ed esprimere sentimenti che le parole non riescono a fare.

Possiamo finalmente dire di essere tornati, incollati alla transenna, nel mezzo del parterre o comodamente seduti sugli spalti; siamo sempre lì, pronti a godercela perché per due ore non esiste altro.
La prima esperienza live dopo due anni sicuramente non si dimentica, ma siamo pronti a vivere tutte quelle che verranno perché c’è tanto da recuperare.
Viva la Musica, Viva il live e Viva l’Arte sempre!

@Foto e Video di Claudia Censi

Nessun commento

Powered by Blogger.