Fumettilandia

Cinegatto

RECENSIONE: IL TEMPO DI UN LENTO DI GIULIANO SANGIORGI

Buongiorno gattolettori,
oggi ho l'immenso piacere di parlarvi di un libro di cui la storia mi ha letteralmente toccato il cuore. Uscito l'11 maggio per Einaudi Editore, Il tempo di un lento di Giuliano Sangiorgi.



Il tempo di un lento
di Giuliano Sangiorgi
                                                      

Genere: Narrativa Editore: Einaudi
Prezzo: € 16,62 (ebook € 9,99)
Pagine: 250
Uscita: 11 maggio 2021

L'attimo in cui all'improvviso si cresce, una volta per tutte. Dura il tempo di un lento, e da lì non c'è ritorno. Giuliano Sangiorgi scrive un romanzo di formazione, dallo stile personalissimo, che sorprende il lettore e lo cattura con il ritmo melodico, mai identico, di una storia tenera e dolorosa, affascinante e commovente. Una storia di desideri e di colpe, di mancanze e di sogni. La storia del legame indissolubile tra padri e figli. «Eppure era l'unica cosa che volevo: vivere di musica, perché la musica mi aveva dato un amore, un tempo, e adesso mi stava dando un'altra chance, per fare la vita che sognavo da bambino»
RECENSIONE

 

Chi mi segue da un po' sa che ho sempre decantato ai quattro venti il mio amore per la musica dei Negramaro e per la voce celestiale di Giuliano Sangiorgi. Quindi sì, potreste anche pensare che, davanti al suo libro, potrei non essere poi tanto obiettiva, ma... non è così. Vi posso assicurare che sarei obiettiva anche se il mio autore preferito, Donato Carrisi, toppasse un suo libro.

 

Fatta questa premessa posso affermare con assoluta sincerità che questa storia mi ha letteralmente toccato l'anima. Il tempo di un lento è infatti un romanzo dolce, emozionante, energico ma allo stesso tempo drammatico, doloroso e commovente.

 

Tutto ha inizio con il gioco più ambito dagli adolescenti: il gioco della bottiglia, l’unico in grado di farti strappare il biglietto definitivo verso l'adolescenza! Il protagonista di questa storia è Luca, un ragazzo di tredici anni innamorato della musica. Pur vantandosi con i suoi compagni di aver già baciato, le sue labbra non hanno mai incontrato quelle di una ragazza, fino al momento in cui quella bottiglia non si è fermata verso Maria Giulia. Compagna di classe di Luca, Maria Giulia è una ragazza riservata, schiva, un’adulta in miniatura con cui tutti hanno quasi paura a rapportarsi, eppure... galeotto fu quel bacio. Dopo un'estate di contemplazione e di bellissimi versi dedicati, tra i due esplode l'amore. Un amore così forte da portare Luca e Maria Giulia, complici la spensieratezza di quell'età e la fase dell'innamoramento, ad una scelta inconsueta, prettamente egoista e assolutamente dolorosa. I due decidono di scappare da casa per passare le festività insieme.    
È il 23 Dicembre 1984 e il treno che li doveva portare al Nord non arriverà mai a destinazione.

 

L'attimo in cui all'improvviso si cresce, una volta per tutte. Dura il tempo di un lento, e da lì non c'è ritorno.

 
Da questo momento in poi il libro prende una piega inaspettata e mentre vi state ancora disperando per la sorte di Luca e Maria Giulia, vi ritrovereto presto a fare la conoscenza di due personaggi altrettanto interessanti: un giovane italiano emigrato in America per realizzare il proprio sogno, ovvero diventare un musicista di successo; e Gennaro, un uomo dilaniato dal dolore del suo passato che, improvvisamente, trova uno spiraglio di speranza grazie a due occhi stampati su un giornale di musica Jazz.


Il tempo di un lento è un romanzo che parla di amore, l'amore assoluto, che non riguarda solo una giovane coppia etero e non, ma è un amore infinito, un amore incondizionato, puro, quello che unisce un genitore al proprio figlio. Giuliano Sangiorgi grazie alla sua scrittura così poetica, melodica e intensa, ci mostra entrambi i lati di questo amore.


Il suo stile, così coinvolgente e naturale, ci trascina all'interno di una storia fatta di sogni, mancanze, desideri, colpe, pazzia e normalità in cui tutti, hanno un ruolo essenziale che indica l'importanza di quell'amore: Amore che vieni, Amore che vai, Amore che torni.

 

Perché leggere Il tempo di un lento? Perché in questa quotidianità così surreale, in cui siamo sempre di corsa, sempre arrabbiati e poco propensi a dedicarci al prossimo o ai nostri cari, dobbiamo capire che in fondo basta poco per far sorridere qualcuno... basta il tempo di un lento!

 

Sperando di farvi cosa ho pensato anche di creare una piccola playlist con le bellissime canzoni che troverete all'interno del libro. Ve la lascio qui così magari potete accompagnare la vostra lettura con la playlist.



Nessun commento

Powered by Blogger.