Fumettilandia

Cinegatto

GRAPHIC NOVEL: I GATTI DEL LOUVRE II DI TALYO MATSUMOTO

Hola readers,
pronti per la seconda puntata di una fantastica grahic novel che unisce il fascino surreale del museo parigino più famoso e amato del mondo alla vita misteriosa di un gruppo di gatti?

I Gatti del Louvre II
di Talyo Matsumoto

Genere: Graphic Novel
Editore: Bd Edizioni
Prezzo: € 20,00
LINK acquisto QUI

"Li chiamano i 'visitatori dei dipinti'. Li invidio davvero. Avrei voluto essere anch'io come loro... Ma non avevo mai sentito parlare di un visitatore felino, prima d'ora..." Dopo Tekkon Kinkreet e Go Go Monster, Taiyo Matsumoto celebra con un manga il museo più famoso del mondo, dove protagonisti silenziosi si aggirano per le splendide sale visitate da turisti dai cinque continenti.
RECENSIONE

Ricordate l'affascinante primo volume dei Gatti del Louvre? 
Un volume interamente a colori scritto e disegnato dal giapponese Taiyo Matsumoto, ci catapulterà all'interno di una storia misteriosa, surreale, drammatica ma anche molto poetica. Tra le mura del museo del Louvre infatti, non sono solo raccolti manufatti e dipinti centenari, ma anche tanti segreti come quello di bianco, un gattino che a quanto pare, riesce ad entrare all'interno dei quadri ma che, improvvisamente ha smesso di crescere.


Cecilè, una guida insoddisfatta, stanca di accompagnare ogni giorno turisti per le enormi stanze del Louvre, Patrick, un giovane guardiano appassionato più che di arte, delle persone che gremiscono il museo ogni giorno e l'anziano Marcel, un tipo molto particolare, solitario e che ama moltissimo il Louvre "notturno", hanno finalmente scoperto il segreto di bianco,  uno dei "visitatori dei dipinti".


Bianco infatti è rimasto piccolo perchè ancora non ha trovato la sua strada, continua a saltare da un dipinto all'altro, vivendo sia nel mondo reale che quello fantastico dei dipinti. È un gatto triste, infelice e depresso ma grazie all'incontro con Arietta, la sorellina dispersa di Marcel, finalmente riuscirà a capire a quale mondo appartiene veramente.


Anche questo secondo e ultimo volume, è stato curato nei minimi dettagli, i disegni sono così evocativi e magici che finirete per desiderare di vedere le tavole animarsi. L'ambientazione, quella del Louvre, è assolutamente sorprendente, e grazie agli umani e ai felini, avremo un visione del tutto unisuale del Museo.
I disegni semplici e dai colori unici, sembrano quasi infantili ma è proprio questa semplicità, a rendere le tavole ancora più magiche e misteriose vi ricordo poi che i gatti, quando sono tra di loro, sono raffigurati con dei tratti umani molto simili ai nostri.
Se amate i gatti come me, non potete assolutamente farvi sfuggire questi due volumi.


Nessun commento

Powered by Blogger.