RECENSIONE: ABBIAMO UN BACIO IN SOSPESO (IO E TE) DI RICCARDO BERTOLDI

Buongiorno readers,
se credete al destino e al colpo di fulmine, allora non potete assolutamente perdervi questo bellissimo libro di Riccardo Bertoldi.

Abbiamo un bacio in sospeso
(Io e Te)
di Riccardo Bertoldi 
                                                  

Genere: Narrativa
Prezzo: € 18,00 (ebook 9,99)
Editore: Rizzoli
Uscita: 4 febbraio 2020

Leonardo fa il fotografo, ha trent'anni, gli occhi timidi di chi parla poco e una ferita al cuore che non riesce a rimarginare. Ogni giorno prende il treno per andare al lavoro e sulla carrozza numero 2 incontra il sorriso di Sara, che illumina per un attimo le sue giornate. Qualche volta, però, la paura di amare supera il coraggio di osare. E così, per Leonardo, quella sconosciuta che ascolta musica e scrive su un diario dalla copertina rossa diventa un modo per fantasticare: cosa accadrebbe se finalmente si facesse avanti e decidesse di sfidare il destino? Reduce da una lunga storia, Leonardo è tornato a Verona, la sua città, e ha ritrovato la vita che lì aveva lasciato. Un nuovo amore non era nei piani, ma si sa, il cuore fa i suoi progetti, e a volte ce li mostra nei modi più inattesi. Così un giorno Leonardo capisce che deve tuffarsi - a costo di sembrare un po' pazzo, a costo di farsi male - e lascia sul sedile che di solito occupa la ragazza una fotografia che le ha scattato di nascosto. Il destino lo porterà dentro un negozio di musica, con la luce della notte che filtra dalla serranda semiaperta, insieme a lei: Sara. E gli ricorderà che a volte basta poco - uno sorriso rubato, una bella canzone, un bacio a fior di labbra - per aggiustare un cuore e ricominciare.
RECENSIONE

Ci sono libri che ho iniziato a leggere perchè di moda in quel momento, altri che, probabilmente, se non mi fossero stati inviati, non avrei mai preso in considerazione. 
Abbiamo un bacio in sospeso (io e te) era in una di queste categorie... poi però ne ho iniziato la lettura e in un attimo mi sono ritrovata travolta dall'intensità delle parole dell'autore, Riccardo Bertoldi, dalla sua scrittura e dalla sua capacità di entrare dritto al cuore del proprio lettore.

Da subito ho amato la fragilità di Leonardo, la sua paura di rischiare, di cogliere l'attimo, di soffrire ancora, soprattutto in amore. Ma allo stesso tempo ho amato la sua concretezza, la sua audacia nel lanciarsi al buio, di reinventarsi nuovamente, dopo che ha trent'anni, sembrava che la sua vita fosse completamente sgretolata. Ha saputo volersi bene, mettere la parola fine ad una storia che ormai lo stava solo logorando e con il cuore ancora ferito, piano piano, ha messo in ordine i pezzi della sua vita.

Il segreto di ogni storia d'amore è tenersi, non trattenersi, aversi ma non possedersi, essere liberi senza mancare di rispetto.
Così dopo anni passati a vivere a Milano, Leonardo ritorna a casa, a Verona, nella città degli innamorati e qui, riprende la sua vita tra le mani. Dopo anni di battibecchi e incomprensioni che lo hanno portato ad allontanarsi dal padre, Leonardo ha infatti sentito il bisogno di riavvicinarci a lui, ha ritrovato la sua serenità, la sua spenzieratezza, gli amici di sempre, quelli dell'infanzia come Luca, Beatrice e Camilla ma soprattutto ha realizzato il suo più grande sogno, aprire un negozio di fotografia. 

Ed è proprio grazie a questo negozio che Leonardo, ogni giorno, si troverà sullo stesso treno in cui viaggia anche Sara, una sconosciuta che ama ascoltare la musica e scrivere su un diario dalla copertina rossa. La sconosciuta che inconsapevolmente, spingerà Leonardo a mettersi nuovamente in gioco... Chi è Sara e perchè Leonardo è così attratto da lei? Riuscirà ad aggiustare il suo cuore e ricominciare ad amare?


Abbiamo un bacio in sospeso (io e te) è una storia intensa, poetica, vera ed emozionante. È facile infatti ritrovarsi nei panni di Leonardo, di Sara, o semplicemente di Luca, Beatrice e Camilla, ognuno di noi, in qualche modo, ha passato una delle loro fasi: riflessione, cazzeggio, paura, indecisione ecc. e forse è proprio questo che li rende da subito, così vicino a noi e reali.

Proprio così: dovremmo rincorrersi e poi metterci a giocare insieme. Si dice che in amore vince chi fugge, o al massimo che non vince chi ha voglia di rincorrere. Perchè l'amore è fatto di tante cose belle ma anche di tante cose brutte e può capitare che venga voglia di scappare...Il segreto per far durare una storia non è restare a tutti i costi, ma aver sempre voglia di tornare indietro.
La scrittura di Riccardo Bertoldi poi è leggera, scorrevole, vera e sincera tanto che mi sono ritrovata a sottolineare quasi tutto il libro. Passaggi intensi e coinvolgenti infatti, mi hanno accompagnata per tutta la durata della lettura. Sicuramente non si tratta di un tema nuovo o di una storia innovativa
ma l'intensità messa dall'autore nel raccontarcela è sicuramente unica e irripetibile.

È un libro quindi che mi sento di consigliare a tutti, ma soprattutto a chi soffre ancora per amore e chi ha già trovato la sua anima gemella, perchè lo consiglio proprio a voi? Perchè nella vita tutto va vissuto e niente va dato per scontato, soprattutto l'amore.

Insomma dicono tutti che la dose di sentimento che proviamo cambia nel tempo, dicono che poi l'innamoramento passa e resta l'amore... Ma sai cos'è? Io non ho mai amato così tanto come quando sono stata innamorata. Tu come la vedi?



4 commenti

Powered by Blogger.