RECENSIONE: LA GIUSTA DISTANZA DI SARA RATTARO

Buongiorno readers,
da oggi in tutte le librerie e gli store online troverete il nuovo libro di Sara Rattaro che con la sua bravura e intensità riuscirà sicuramente a catturarvi e a coinvolgervi.

La giusta distanza
di Sara Rattaro 
                                                      

Genere: Narrativa
Prezzo: € 16,90 (ebook 9,99)
Editore: Sperling & Kupfer
Uscita: 14 Gennaio 2020

Due punti distanti possono essere anche molto vicini. L'aereo è al completo: una fitta trama di storie e destini casualmente uniti e allineati. Tra loro c'è un uomo che ha preso quel volo per mettere distanza tra se stesso e la sua vita: forse per fuggire, forse per capire. All'improvviso, il segnale di allacciare le cinture, un tremore che scuote tutto l'aereo, e la sensazione tangibile di precipitare. Mentre il panico prende voce e corpo tra i passeggeri, quell'uomo vorrebbe aggrapparsi con tutte le sue forze proprio alla vita che, fino a un istante prima, sentiva ormai lontana. D'istinto, cerca la mano della donna seduta lì accanto, anche lei chiusa nella sua paura. Una stretta che si fa conforto, un abbraccio che diventerà passione quando, scongiurata la fine, i due compagni di viaggio decideranno di annullare ogni distanza tra loro e condividere la notte. In attesa del mattino, di un nuovo imbarco, di una direzione da prendere e della vita che sarà ancora lì ad attenderli. Ma che potrebbe non essere più la stessa di prima. Perché a volte basta un attimo per dare nuovo senso al passato e nuova forma al futuro. Sara Rattaro torna a disegnare le imprevedibili traiettorie dell'esistenza, tra destini che invertono la rotta e coincidenze mancate per un soffio, distacchi che dilatano l'assenza e distanze che misurano il peso di un amore. Un romanzo che percorre le stagioni di una relazione, accendendo una luce su quella fase delicata e paziente in cui un sentimento trova la sua cura e riscopre la sua essenza, perché «la bellezza di un amore non è né all'inizio né alla fine, è nel mentre.»
RECENSIONE

Per uno come me
c'è un'altra come te
che sogna ancora le montagne
che parla piano ad un gigante
che abbassa gli occhi e dice
"io rimango in superficie
ché vado a fondo in un istante
sono di piombo le mie gambe a volte, sai"
basterebbe poi dirsi
che va bene anche così senza incontrarsi
l'importante è che tu sappia
che almeno noi in questa galassia
siamo due punti sì lontani
ma equidistanti

                                                               Negramaro

Un aereo, l'improvviso segnale di allacciare le cinture, il panico negli occhi dell'hostess, un tremore che scuote tutto l'aereo e la sensazione tangibile di precipitare...
Tra i passeggeri del volo, consapevoli che presto la loro vita potrà finire, ci sono un uomo, che ha deciso di sfuggire dal suo passato e dal suo presente, un uomo che è salito su questo aereo per dimenticare e una donna, disperata, impaurita, che trova la forza di sopravvivere tra le mani di questo apparente sconosciuto. 

Miracolosamente tutti i passeggeri si salvano. L'uomo e la donna sono ancora abbracciati, un abbraccio che si trasforma nella passione di una notte e La giusta distanza dell'aereo, viene abbatuto da un attimo che donerà un nuovo senso alle loro vite. 

Sara Rattaro attraverso il suo libro, La giusta distanza, è riuscita a suscitare in me tantissime emozioni contrastanti: paura, dolore, tristezza, rabbia, disperazione ma anche gioia, felicità e contentezza.

In matematica, per definire la distanza dobbiamo sapere quanto misura la lontananza tra due punti. In una relazione umana, la distanza è il più breve percorso intrapreso da due persone per incontrarsi.
Luca e Aurora, i protagonisti di questo libro, si sono scelti, amati ma anche odiati e abbandonati. Aurora, come sua madre, ama la matematica, definita dalla sua insegnate, un porto sicuro. Il padre l'ha praticamente abbandonata che era ancora un'adolescente mentre la madre, purtroppo, è morta dopo una lunga agonia. Sempre al suo fianco Luca, il ragazzo generoso, premuroso, affidabile... il suo porto sicuro.
Aurora però ha bisogno di salpare, non può rimanere prigioniera di un porto. Prende il volo, nuovi sogni e nuove prospettive l'aspettano, incontra l'amore, probabilmente quello vero, ma anche il dolore e la morte. 

Al momento del ritorno il suo porto sicuro è ancora lì ad attenderla, perchè Luca sa cosa vuol dire amare veramente qualcuno. Riuscirà finalmente anche Aurora a trovare la giusta distanza dal suo amore?
Mi domandai se fosse questo l'amore. La ricerca continua di qualcuno che ti accenda il cuore come se non dipendesse mai da te.
Perchè leggere La giusta distanza? Perchè tra le mani vi ritroverete una storia intensa, travolgente e impetuosa. Ne vivrete tutte le sue fasi ma sarete soprattutto testimoni di quella parte delicata e paziente in cui un sentimento trova la sua cura e riscopre la sua essenza.



Nessun commento

Powered by Blogger.