Fumettilandia

Cinegatto

GATTO TV: DARK - I SEGRETI DI WINDEN

Buongiorno readers,
inauguriamo questo anno con un nuovo angolo dedicato solo alle serie TV, gestito da Sarah Arenaccio che tutti sicuramente già conoscerete nei panni di autrice. Oggi iniziamo con una serie tv passata in sordina, ma dal grande potenziale. Sto parlando di Dark - I Segreti di Winden.
 

Scheda Serie TV

Winden, 2019. La scomparsa di due bambini in una città tedesca e le conseguenti ricerche porteranno alla luce misteri e oscuri segreti che questa piccola cittadina nasconde, rivelando i rapporti e il passato di quattro famiglie che vi abitano e attorno alle quali ruotano le vicende: i Kahnwald, i Nielsen, i Doppler ed i Tiedemann. Nella misteriosa cittadina di Winden, dopo un suicidio inspiegabile e la sparizione di un ragazzo, la polizia esegue le indagini, fino a quando non accadono fenomeni inquietanti, come la strana morte di numerosi uccelli, impulsi elettrici che fanno sobbalzare la corrente nella cittadina e molti abitanti di lunga data si ricordano come 33 anni prima successe la stessa cosa alla famiglia Nielsen, quando Mads Nielsen scomparve misteriosamente a soli 13 anni, senza lasciare tracce.
L'intreccio della prima stagione si svolge su tre piani temporali principali: 1953, 1986 e 2019. Nella seconda stagione le vicende si estendono anche al 1921 e al 2052.
RECENSIONE

Accolta positivamente dalla critica, Dark è una serie che non trova un equivalente nel panorama dell’offerta televisiva attuale. Pagando, forse, lo scotto di uno sviluppo poco coerente, richiede un certo sforzo da parte dello spettatore che verrà, tuttavia, ampiamente ripagato dalla particolarità delle vicende narrate. La visione di Dark, infatti, è quanto di più vicino possa esservi alla lettura di un buon libro, che esige l’impegno del lettore nella costruzione della trama. Come ho anticipato, i protagonisti sono molteplici, così come le linee temporali da seguire ma, se non vi lascerete scoraggiare dai vari intrecci e salti nel tempo, riuscirete a godervi questa storia ricca di suspense, drammi irrisolti, teorie fantascientifiche ma soprattutto amore, che è il motore di ogni cosa.


Il concetto su cui si basa l’intera trama della serie è il principio di autoconsistenza, grazie al quale molti personaggi sono in grado di spostarsi nel tempo, ma non sono tuttavia capaci di modificare il loro destino né quello degli altri; il passato, in quanto tale, è immutabile; la volontà dei singoli è dunque piegata al procedere del tempo e anche quando si viaggia nel tempo non si può fare altro che assecondare gli eventi per come si sono svolti, secondo il paradosso della predestinazione. 

In questo senso, si discosta dall’idea alla base di Ritorno al futuro, che pure viene citato a più riprese, e non solo per l’ambientazione cupa e le teorie filosofiche che danno origine a tutto. Ed è proprio il tempo il cattivo, il villain di questa serie, che, invece di porsi le classiche domande su chi siamo o dove siamo, cerca di rispondere a un insolito interrogativo: quando siamo.


L’assenza di buchi in questa trama così contorta si spiega soltanto con un progetto concepito fin dall’inizio come tale dai due creatori, con sole tre stagioni in cui nulla è lasciato al caso, per puntare sulla qualità anziché sulla quantità, senza mai annoiare lo spettatore facendo calare l’attenzione. 

Dark è un’opera ambiziosa che ammicca alla religione stringendo la mano alla scienza, ribadendo l’eterna diatriba tra le due senza mai prendere posizione, così come non esistono buoni e cattivi, ma ogni personaggio cambia fazione a seconda delle circostanze. A seconda di quando è.
In attesa della stagione finale, non mi resta che consigliarvi la visione di questa perla.

 
 

2 commenti

  1. Davvero ottima la prima stagione, quest'anno vedrò la seconda ;)

    RispondiElimina
  2. Ciao Pietro, la seconda stagione è già disponibile su Netflix, mentre quest'anno verrà rilasciata la terza e ultima. Se sei nella mia stessa situazione e ti serve un ripasso, su YouTube si trovano ottimi video per riprendere il filo della storia. :D

    RispondiElimina

Powered by Blogger.