Fumettilandia

Cinegatto

RECENSIONE: A VOLTE RITORNANO. STORIE DI FANTASMI DI S. QUARELLO

Buongiorno readers,
Halloween è sempre più vicino che ne dite quindi di preparaci con qualche storia da brivido da raccontare ai nostri amici? Nel libro A volte ritornano. Storie di fantasmi, troverete otto racconti, scritti da utori noti, proprio sui fantasmi...

A volte ritornano
storie di fantasmi
di S. Quarello e M. A. C. Quarello
 
                                                      
Genere: Fantasy/ Narrativa per ragazzi
Editore: Orecchio Acerbo
Uscita: 26 Settembre 2019

Otto racconti di fantasmi scritti da autori noti, provenienti da diverse aree geografiche: gli irlandesi Joseph Sheridan Le Fanu e Oscar Wilde, il francese Guy De Maupassant, l'inglese Jerome K. Jerome, lo spagnolo Gustavo Adolfo Bécquer, gli americani Robert E. Howard e Edgar Allan Poe e il cinese Tcheng-Ki-Tong. Tutti scritti tra la metà dell'Ottocento e gli anni Trenta del Novecento. I toni drammatici e inquietanti sono accompagnati, nella maggior parte dei racconti, a ironia e comicità, perché ridere è uno dei modi migliori per allontanare la paura, e perché ogni situazione drammatica o inquietante ha in sé i germi del grottesco. Il progetto ben riuscito di due talentuosi fratelli: le illustrazioni, infatti, sono di Maurizio Quarello il cui segno surreale e incisivo è in perfetta sintonia con le atmosfere tenebrose e allo stesso tempo ironiche di questi racconti, scelti, curati e adattati da Serenella Quarello. Età di lettura: da 9 anni.
RECENSIONE

Halloween si avvicina... che ne dite quindi di qualche lettura da brivido? In questo bellissimo libro edito Orecchio Acerbo, troverete otto racconti di fantasmi che tra brividi e risate, i mostreranno il fragile confine tra visibile e invisibile.

A volte ritornano. Storie di fantasmi sono infatti racconti della letteratura classica, che vedono come protagonisti, quelle presenze incorpore e soprannaturali che chiamiamo fantasmi... presenze che alcuni dicono di vedere e sentire veramente, altri che considerano queste entità, solo leggende o personaggi del folclore.
Fatto sta che grandi autori come gli irlandesi Joseph Sheridan Le Fanu e Oscar Wilde, il francese Guy De Maupassant, l'inglese Jerome K. Jerome, lo spagnolo Gustavo Adolfo Bécquer, gli americani Robert E. Howard e Edgar Allan Poe e il cinese Tcheng-Ki-Tong, hanno voluto, tra la metà dell'Ottocento e gli anni Trenta del Novecento, deliziarci con dei racconti su di loro.

Ogni storia inquietante e paurosa, sarà accompagnata da un finale grottesco, a volte drammatico ma altre ironico. Proprio per questo, sono letture adatte sia per i grandi che per i più giovani che grazie alle splendide illustrazioni di Maurizio Quarello, sembreranno ancora più inquietanti e paurose.

Non nascondo che tra tutte le storie ho adorato quella di Guy De Maupassant, La morta che vede come protagonista un amore infedele...


Non racconterò qui la nostra storia. L’amore ne ha una solamente, sempre la stessa. L’avevo conosciuta e me n’ero innamorato, tutto qui. E avevo vissuto un anno nella sua tenerezza, tra le sue braccia, nelle sue carezze, nel suo sguardo, nelle sue vesti, nelle sue parole, avviluppato, legato, incatenato in tutto quanto veniva da lei, così completamente che non sapevo più se fosse giorno o notte, se ero vivo o morto, se ero sulla terra o altrove.

E un giorno ella morì. Come? Non so, non so più. In una sera di pioggia fece ritorno a casa tutta bagnata, e il giorno dopo tossiva. Tossì un’intera settimana, poi si mise a letto. Che cosa accadde? Non lo so. I medici venivano, scrivevano ricette, andavano via. Qualcuno portava medicine e una donna gliele faceva prendere. Le sue mani scottavano, la fronte era madida e ardente, lo sguardo lucido e triste. Le parlavo, mi rispondeva. Che cosa ci dicevamo? Non so più. Ho dimenticato tutto, tutto!

Molto carino anche Il fantasma e il conciaossa di Joseph Sheridan Le Fanu storia che parla di ossa, maggiordomi e fantasmi che escono dai quadri... non mancheranno neanche quelle dei mostri sacri della letteratura come Oscar Wilde o Edgar Allan Poe insomma, una raccolta tutta da leggere, veramente elettrizzante e entusiasmante, che grazie agli adattamenti di Serenella Quarello faranno "morire" di paura tutti quanti...





2 commenti

  1. Adoro i libri con le immagini, mi fanno sentire dentro alle storie, e poi adoro i racconti horror. Bella recensione e grazie, non lo conoscevo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero le immagini ti aiutano ad entrare ancora di più all'interno della storia... Te lo consiglio è veramente un bel libro anche solo da sfogliare...

      Elimina

Powered by Blogger.