Fumettilandia

Cinegatto

IL TRONO DI PELLICOLE... CALA IL SIPARIO SULLA FESTA DEL CINEMA DI ROMA 2019

Tantissimi ospiti hanno sfilato sul red carpet dell’Auditorium Parco della Musica e presentato i loro film a pubblico e stampa. Tra rassegne, anteprime, titoli in concorso, Alice nelle città, interviste e premi alla carriera, il pubblico ha decretato il suo vincitore.

CALA IL SIMPARIO SULLA FESTA DEL CINEMA 
DI ROMA 2019


Sbagliati i pronostici che davano favorito Martin Scorsese con The Irishman, così come non è stato premiato nemmeno il secondo titolo di cui si parlava come possibile vincitore, Judy di Rupert Goold. Il Premio del Pubblico BNL è andato invece a Alessandro Piva con il suo docu-film Santa Subito, che racconta la storia tra fede e crescita di Santa Scorese, una ragazza di vent’anni che vede la sua vita cambiare a causa di un uomo che, dopo averla incontrata negli ambienti parrocchiali, inizia a pedinarla per tre anni, fino a un tragico epilogo. A nulla sono infatti servite le denunce della ragazza, che rimarrà vittima del suo persecutore.


Alessandro Piva è un filmmaker a tutto tondo, proviene da lavori in campo di fotografia, montaggio e sceneggiatura. Vincere un Festival come quello romano è sicuramente importante per il regista e il tema stesso del film, che non va sottovalutato. La violenza sulle donne è all’ordine del giorno, non si deve mai smettere di parlarne né di denunciare, come ormai tutti sappiamo. Mostrare questo orrore è un passo ancora in avanti: sono storie che non vanno nascoste, il silenzio non deve esistere nemmeno per un attimo, finché non si giunge al risultato finale in cui nessuna donna verrà mai più molestata mentalmente, fisicamente nè uccisa.


Un traguardo per la società, dunque, e per il pubblico che ha dimostrato di apprezzare il fatto di cronaca, la memoria, la discussione, e di saperlo scegliere attraverso un mezzo potente di espressione quale il cinema.


Nessun commento

Powered by Blogger.