RECENSIONE: IRON FLOWERS. REGINA DI CENERE DI TRACY BANGHART

Buongiorno readers,
come state? Vi siete ricaricati per l'inizio di questa nuova settimana? Ottobre è quasi alle porte ma nonostante questo ancora fa abbastanza caldo qui a Roma...
Ritornando a noi oggi vi parlerò del capitolo conclusivo della duologia di Tracy Banghart, Iron Flowers.


Iron Flowers 2
di Tracy Banghart
                                                      
Genere: Fantasy
Editore: Dea Planeta
Prezzo: € 8,99
Pagine: 416
Uscita: 10 Settembre 2019

Se c'è una cosa che Nomi ha imparato durante il suo inaspettato anno a corte come Grazia è che non bisogna arrendersi mai. Nemmeno quando tutto sembra perduto. Nemmeno quando Malachi, l'uomo che ama più di se stessa e legittimo erede al trono, viene spodestato dal fratello minore e bandito dal regno. Armata di coraggio, Nomi conduce Malachi nell'impenetrabile prigione di Monte Rovina. È convinta che l'unica persona al mondo che possa aiutarli sia sua sorella, Serina. Ma quando Malachi e Nomi arrivano alla prigione, non trovano ad aspettarli le donne vinte e ferite che hanno sempre immaginato. Perché le prigioniere di Monte Rovina si sono ribellate: alle loro ingiuste condanne, al loro ingiusto destino di donne. E Serina, la dolce, remissiva Serina, è il capo della rivolta. Il dolore, la violenza e la sofferenza hanno cambiato sia Nomi sia Serina, eppure le sorelle sono pronte a combattere fianco a fianco. Per liberarsi dell'usurpatore e per ristabilire la giustizia - e l'uguaglianza - in tutto il regno.
RECENSIONE

Finalmente il capitolo finale di questa duologia, che vede come protagoniste due sorelle, Nomi e Serina, è finalmente arrivato tra le mie mani.
Fortunamente l'attesa non è stata affatto vana e come per il primo capitolo, anche Iron Flowers. Regina di Cenere, ha saputo rispettare tutte le aspettative.

Nel primo capitolo le avevamo lasciate entrambe in balia delle avversità: Serina a capo delle donne di Monte Rovina si è rivoltata contro le guardie che le costringevano ad uccidersi fra di loro per un misero pezzo di pane mentre Nomi, convinta di cambiare Viridia alleandosi con il figlio più piccolo del Supremo, Asa, ha in realtà contribuito a spodestare il padre dal trono e Malachi dalla leggittima successione.
La prima trasformata da Grazia in combattente e la seconda da ribelle a Grazia. Due sorelle che pur diverse, hanno un legame profondo e lottano per raggiungere lo stesso obiettivo: cambiare il proprio destino e contribuire a rendere le donne di Viridia libere.
La loro è una storia che spinge a dire basta! Basta alla violenza, basta ai sopprusi. Nessuno dovrebbe avere il diritto di decidere per gli altri!


Ho amato tantissimo questa serie e nonostante le 400 pagine del capitolo finale, l'ho praticamente divorato grazie soprattutto ad uno stile fluido, scorrevole e accattivante.
Ormai lo sapete i libri con i POV sono i miei preferiti ma in questo caso mi sono ritrovata a leggere freneticamente perchè volevo sempre conoscere il successivo punto di vista di Serina o di Nomi.
Andrenalina, avventura, intrighi, suspence, combattimenti, passione, ambientazioni surreali, questi e tanti altri sviluppi vi aspetteranno leggendo Iron Flowers.

Ovviamente per i più romantici non mancherà neanche il lato amoroso, pensate... troverete ben due sviluppi amorosi... certo non sarà il tema fondamentale di questa duologia che come ben sapete, è tutta incentrata sul girl power ma credetemi, alcune scene saranno così emozionanti, che il vostro cuore non smetterà di avere i battiti accelerati.

"Noi non siamo fiori" disse con voce decisa. "Come hai detto tu, Oracolo, siamo fatte di cemento e filo spinato. Noi siamo fatte di ferro.

Se amate gli intrighi di corte, i romanzi ribelli all'insegna del girl power, le storie di amicizia e di amori emozionanti, allora non potete assolutamente perdervi la lettura di questo libro o meglio, di questa serie... che cosa aspettate? Serina e Nomi vi stanno aspettando perchè per far valere i propri diritti, bisogna essere uniti!

3 commenti

  1. È una serie super, che regala tantissimi spunti di riflessione a testimonianza di come anche il genere fantasy possa raccontare bene la realtà

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo pienamente con te ed è vero ultimamente sto leggendo fantasy che trattano temi molto attuali e reali... bravi!

      Elimina
  2. A me questo finale è piaciuto tantissimo! Una duologia perfetta e anche io l'ho letto al volo!

    RispondiElimina

Powered by Blogger.