Fumettilandia

Cinegatto

RECENSIONE: OGNI PRIMA VOLTA DI JUSTIN A. REYNOLDS

Buongiorno readers,
passato bene il week end? Questa per me è la settimana della gioia, perchè è l'ultima lavorativa quindi da venerdì ferieeee... Non potevo però non parlarvi di un libro a mio avviso stupendo quindi eccomi qui a consigliarvi Ogni prima volta.

Ogni prima volta
di Justin A. Reynolds
                                                      

Genere: Narrativa x ragazzi
Editore: Piemme
Prezzo: € 16,90 (ebook € 8,99)
Pagine: 352
Uscita: 11 Giugno 2019


Jack King è un esperto in "Ci è mancato poco". Ci è mancato poco perché tenesse il discorso di fine anno, ci è mancato poco perché entrasse nella squadra sportiva della scuola e ci è mancato poco perché conquistasse la ragazza della sua vita. Poi Jack incontra Kate a una festa. I due restano a parlare fino all'alba, si scoprono innamorati degli stessi film e della stessa marca di cereali. È un colpo di fulmine in tutto e per tutto. Ehi, Jack, niente più "Ci è mancato poco"! Invece no, perché Kate muore. Normalmente la storia si concluderebbe qui, ma la morte della ragazza rispedisce Jack indietro nel tempo al loro primo incontro e lei è di nuovo lì. Bella e radiosa come sempre. Sembra una follia eppure se il destino ha davvero deciso di offrirgli una seconda possibilità, lui è determinato a prenderla al volo. Ma nessuna azione è senza conseguenze e quando si gioca con i fili del destino - si sa - ogni scelta può essere fatale.
RECENSIONE

Tutto mi sarei aspettata da questo libro, tranne di imbattermi in una storia di: viaggi nel tempo e seconde anzi no molteplici possibilità... sarebbe bello usufruire di questa opportunità non trovate? Quanti sbagli si potrebbero rimediare...

Finendola con gli sproloqui e tornando a noi... Ogni prima volta è la storia di Jack, Jack King, un adolescente al suo ultimo anno di liceo, esperto in "Ci è mancato poco". Pur essendo infatti un alunno diligente e ben voluto da tutti, Jack è il classico ragazzo che cammina nella sua ombra, innamorato da sempre della sua migliore amica, Jillian, tra l'altro fidanzata con il suo migliore amico, Franny, Jack passa le sue giornate a rimpiangere e a contemplare la sua codardia finchè, ad una festa, incontra lei... Kate.

Passiamo il resto della serata a guidare senza meta, a mangiare schifezze, a ululare dal tetto della macchina ai passanti, alla luna, alle nostre delusioni. E no, non è la stessa cosa di tuo padre che viene a trovarti per dirti che ti vuole bene. Dei tuoi genitori che capiscono di amarsi ancora e di volerci riprovare. Di una chiamata della ragazza di cui vai matto che ammette di non aver smesso di pensare a te. Nella vita vera, non ci sono power-up per cuori infranti come nei videogiochi.
Kate solare, bella e misteriosa, è al primo anno di università. Tra i due l'intesa è evidente fin da subito e tra battute, progetti futuri e corteggiamenti, istaurano in pochissimo tempo, un bellissimo rapporto. Da lì ad innamorarsi quindi la strada è breve ma Kate, sempre così misteriosa e fatalista, il giorno del tanto atteso ballo di fine anno, lascia Jack e altrettanto improvvisamente... muore.
Appresa la notizia Jack è così sconvolto che pensa quasi di esplodere dal dolore, perchè Kate non gli ha mai detto di essere malata? Perchè non ha fatto niente per cambiare le cose? Fatto sta che quasi per magia... tutto si riavvolge e Jack, si ritrova nuovamente seduto su quei scalini con una Kate in procinto di chiedergli di spostarsi...

Seconde possibilità? Incantesimi? Momenti temporali? Fatto stà che a Jack, gli viene data la possiblità di aiutare Kate e di migliorare le vite di Franny e Jillian, sarà in grado di assolvere questo compito? Ricordiamoci però che... nessuna azione è senza conseguenze e quando si gioca con i fili del destino, ogni scelta può essere fatale...


Ogni prima volta è stata veramente una lettura magnifica e nonostante quello che ho appena scritto, vi possa far pensare che si tratti di un libro relegato solo ai viaggi nel tempo, non potete fare errore più grande.
In questo romanzo infatti troverete tantissime storie di rapporti umani, rapporti che spesso, a causa di piccole o grandi azioni, subiscono delle rotture o degli allontanamenti pericolosi.

Tra queste pagine quindi si parlerà di amicizia, di fiducia, di amore e di morte, tutti argomenti perfettamente trattati con uno stile semplice, delicato ma diretto dalla penna di Justin A. Reynolds
È un libro che fa riflettere e che ti da la prossibilità di comprendere l'importanza  e la grandezza di certi momenti o gesti.
Mi ha insegnato che quasi non è una cosa negativa. Puoi fare del tuo meglio per cambiare le cose, fino a esaurire le alternative, e a volte non è comunque abbastanza. Ma quasi significa che c'eri. Che hai fatto quello che hai potuto.

Torno a dire che ormai le letture per ragazzi sono piene di significato e prodotti con molti spunti riflessivi, quindi che aspettate? Se ancora non avete letto questo piccolo gioiellino, è arrivato il momento di farlo.  




5 commenti

  1. Ciao! Non conosco questo romanzo, ma tu ne parli davvero con entusiasmo! Credo proprio che il tema dei viaggi nel tempo, più tutti gli altri di cui hai parlato, mi piacerebbe!

    RispondiElimina

Powered by Blogger.