RECENSIONE AUTORI EMERGENTI: LE CENERI DELL'ESISTENZA DI DAMI JISSED VERTIZ LOZANO

Hola Gattolettori,
come tutti i giovedì eccomi qui con l'appuntamento dedicato alle recensioni della nostra Simon che oggi ci propone un libro di Narrativa molto entusiasmante...

Le ceneri dell'Esistenza
di Dami Jissed Vertiz Lozano


Genere: Narrativa Storico
Editore: Self Publishing
Pubblicazione: Aprile 2013

Le Ceneri dell’Esistenza.Se vi ponete la domanda che cosa facevate a dodici anni, la risposta, per molte sarà giocare con le bambole o sognare qualche idolo, per quelle più mature. Ma non è stato questo il destino di Ariel Klaus, una dodicenne di origini ebrea, nata a Stoccarda. Si divertiva a giocare con i suoi balocchi finché ad un età così delicata, ha dovuto scegliere, tra i suoi voleri e i bisogni della sua famiglia. I suoi sogni, ricamati durante la sua breve vita verranno distrutti dall’impatto con la realtà. Ariel è solo la vittima di un piano maggiore, una pedina, che però presto si ribellerà per amore di Thomas, un ragazzo tedesco orfano, di umili origini. Il dubbio tra Thomas e Zaccaria, il suo fidanzato, ricco ed approvato da sua madre, la divorerà.Tutto sembra concluso, quando dice addio al suo grande amore, varcando la soglia della chiesa per sposare Zaccaria.Thomas e Ariel sono convinti di non vedersi più, finché un giorno, la giovane, ormai ventenne oltrepassa i cancelli di Auschwitz, ritrovando il suo grande amore, che veste gli abiti di un soldato delle SS.Un romanzo trascendentale, pieno di colpi di scena, passione intensa e avventura. Coinvolgente da mozzare il fiato, dolcemente amaro, irresistibile.LA STORIA d’amore mai raccontata prima d’ora avvenuta nei lager nazisti.
RECENSIONE

Ariel, educata, graziosa, a modo, apparementemente, ma intimamente una ragazzina, prima, e una giovane donna poi, audace, ribelle, anche un po' bugiarda.
Ariel, divisa tra due amori all'opposto, Zaccaria, un ricco rampolo gentile e amoroso a cui si affida, anche economicamente, in un momento difficile per la sua famiglia e a cui vuole un bene profondo.
Thomas, il vero amore, totale, intenso, passionale, il colpo di fulmine, il colpo al cuore, il pugno allo stomaco, l'amore fuori dagli schemi.

Mi si avvicinò e mi prese il volto tra le mani. Io aprii leggermente la bocca a corto d'aria. Lui espirò l'ultima boccata vicino le mie labbra, Stava per fare qualcosa di inaspettato. Qualcosa che mi sarei ricordata a vita che mi avrebbe dato forza nei momenti difficili. Con delicatezza mi posò un bacio sulle labbra. Era una sesnazione bellissima. Mi sentivo volare. Sono innamorata. Troppo innamorata.
Ariel, in continuo blico tra i due, come farà a dividersi tra questi mondi tanto diversi? Cosa Sceglierà? La sicurezza, la ricchezza, gli agi o l'amore folle, sconsiderato, ribelle?
La prima reale e concreta decisione sarà sofferta, in costante conflitto con gli eventi che si rovesceranno su di lei e che la porteranno a scegliere. Inoltre si stanno avvicinando gli anni cupi della Shoah e sarà la guerra, sarà la persecuzione della razza a cui appartiene ad afferrare le redini della sua vita.

Ci rasarano la testa, le ascelle e il pube. Mi sentì nuda, nuda come non mai. Priva della mia dignità. Indegna come il peggior essere umano esistente su tutta la terra. Ma la consa non finì lì...
Arrivammo nell'ultima stanza dove mi furono domandati tutti i miei dati, mentre un uomo con un vestito simile ad un pigiama sudicio incideva dolorosamente sulla mia pelle sei cifre: 209843
La sua strada si farà sempre più tortuosa, l'inizio di un incubo. Fame, sofferenze, torture, violenze e quando anche l'ultimo lume sembra spegnersi, ritroverà lui, Thomas, che farà di tutto per lei, per proteggerla, per salvare la sua vita e la vita del bambino che porta in grembo.

Ma di nuovo, e ancora, e di più, la nostra eroina sembra essere bersaglio di ogni avversità, ogni volta di lei rimarranno ceneri ed ogni volta come l'araba fenice, risorgerà dalle ceneri.

Nel mio cuore provai un senso di leggerezza. Caddi sulle ginocchia e guardai lo sconfinato grigio sopra di me. La vita mi aveva insegnato una cosa importante, qualcosa di fondamentale, cehe mi aveva aiutata ad andare avanti sempre e comunque. Bastava solo aspettare, e un giorno, forse non troppo lontano, quella distesa eterea avrebbe lasciato spazio ad un sole splendente.
Un romanzo godibile, scorrevole ma con un sapore un po' antico. Forse qualche frase ripetitiva, forse non mi è parso credibile il "morso al cuore"... che capirete solo leggendo, ma alla fine il romanzo prende e ti trascina nel tumulto di ciò che sente e vive la nostra eroina.
Incuriosisce per il turbinio di eventi che avvolge Ariel, come un ramoscello nel mezzo di una tromba d'aria che risucchia tutto, l'ho letto molto velocemente, aspettando il diradarsi del vento e della cenere, pagina dopo pagina, per conoscere il destino, per vedere cosa ne rimanesse, di questa giovane donna e di come ancora una volta riuscisse a sopravvivere.

È una celebrazione dell'amore, ma anche di tutto ciò che gli ruota attorno e che ne fa parte, odio, collera, gioia, gelosia, tristezza, felicità... e chi più ne ha più ne metta!!






Nessun commento

Powered by Blogger.