Fumettilandia

Cinegatto

IL TRONO DI PELLICOLE: ANNI ’90: DAWSON’S CREEK

Buongiorno readers,
Apriamo oggi un nuovo capitolo con cadenza mensile all’interno della rubrica Il Trono di Pellicole che piacerà molto a tutti gli amici nati e cresciuti nei mitici anni ’90! La nostalgia è tanta, ma sappiamo che quegli anni, quelle atmosfere, quei telefilm non ci hanno mai abbandonati. E oggi non possiamo far a meno di aprire con uno dei simboli di quel periodo… Dawson’s Creek!


Anowanowei e chi più ne ha più ne metta. Oggi sappiamo che il ritornello recitava I don’t want to wait, ma non ci importa, continueremo a cantarla a modo nostro. Le storie di Dawson e dei suoi amici hanno segnato i nostri pomeriggi e probabilmente la nostra crescita … Tra un “voglio fare il regista” di Dawson e un “stiamo crescendo” di Joey, amori e intrighi degni dei migliori telefilm americani, la fortunata serie rientra perfettamente nelle vette dei ricordi anni ’90. Creata da Kevin Williamson e interpretata da James Van der Beek, Katie Holmes, Joshua Jackson e Michelle Williams, è stata trasmessa dal 1998 al 2003 per un totale di 6 stagioni e 128 episodi. 
 
La struttura è sempre stata molto lineare con i classici tv show per teenager, raccontando la vita di 4 protagonisti adolescenti di Capeside (sì, gli attori sembravano quarantenni) alle prese con i problemi - più o meno - tipici degli anni di crescita. Ricordo un episodio in particolare che mi è sempre rimasto nella mente, stagione 5 episodio 15, Tutto in una notte, con protagonista Joey. 
Quell’episodio mi sconvolse, ero abbastanza piccola, mi ritrovai a piangere e allo stesso tempo a volerlo rivedere. Si svolgeva nell’arco di una notte, quando Joey sulla strada di casa veniva fermata e rapinata da un uomo, che però veniva investito. Lei rimaneva accanto a lui, chiamando anche l’ambulanza per salvarlo e, nell’attesa, parlavano. 
Spontaneamente e senza più la paura di un giudizio inevitabile dovuto alla vita di tutti i giorni perché, quando sai che potresti non farcela, tutto diventa più semplice da tirar fuori, senza filtri. Ancora oggi lo ricordo bene, nonostante siano passati circa 17 anni. Raccontare Dawson’s Creek in linea generale è abbastanza inutile, perché tutti sappiamo bene di cosa stiamo parlando, di esserci affezionati tantissimo ai protagonisti. Ma ricordare un episodio specifico vuol dire capire quale, d’istinto, balza nella mente di ognuno di noi tornando indietro col pensiero alla nostra adolescenza, quando restavamo incollati alla tv e facevamo un rewatch su Italia 1 ogni estate. 
Per me è questo, il ricordo del gelato, del caldo estivo che si placava quando guardavo il porticciolo di capeside. In più, ricordo la 5x15 come il mio episodio preferito. Pensateci su: cosa vi balza in mente come prima immagine ripensando a Dawson’s Creek?



4 commenti

  1. Mi viene in mente la morte di Mitch (il papà di Dawson) che mi sconvolse.
    Non potevo sapere che una decina d'anni dopo avrei vissuto lo stesso trauma.
    Comunque resta la mia serie preferita di sempre. L'ingenuità dei protagonisti (che non sembravano 40enni ma effettivamente lo erano quasi 😅) era propria a molti di noi, adolescenti degli anni '90.
    Bei ricordi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace molto :( e concordo, anche quello è stato un episodio-traumaaaaa!

      Elimina
  2. La vedevo sì, l'amavo no, però un bel ricordo c'è ;)

    RispondiElimina

Powered by Blogger.